HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Agricoltura: la camera approva la risoluzione unitaria contro le specie aliene

11/01/2017

La Commissione Agricoltura di Montecitorio impegna il Governo Gentiloni a contrastare l’invasione delle specie invasive. Tra le proposte M5S approvate: la razionalizzazione dei punti d’accesso merci alle frontiere, più controlli e ricerca, lotta biologica ed elenco nazionale

La globalizzazione delle merci ha portato con sé, inevitabilmente, anche l’incremento della “libera circolazione” delle cosiddette specie aliene (o alloctone), provenienti cioè da altri ecosistemi e che pertanto rompono l’equilibrio di quelli autoctoni. Una vera e propria “invasione”, favorita per l’appunto dall’import massiccio di merci ma anche cambiamenti climatici in atto, che mette a repentaglio gli habitat tipici del Belpaese e le colture dove nasce l’agroalimentare Made in Italy. Con l’obiettivo di porre un argine a questo fenomeno, la Commissione Agricoltura della Camera ha approvato una risoluzione unitaria che ha raccolto le istanze delle diverse forze politiche.

“Dalla Popilia japonica, coleottero parassita originario del Giappone che colpisce oltre 100 piante, all’Aethina Tumida, coleottero del Sudafrica che s’insedia negli alveari contaminando così il miele e le altre eccellenze dell’apicoltura – dichiara il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate (M5S) – è questo il frutto di una globalizzazione sfrenata che assale letteralmente le nostre filiere produttive portando sul territorio insetti e parassiti nocivi per i nostri habitat. Per questo, abbiamo proposto di razionalizzare i punti di accesso merci sul nostro territorio nazionale, ben 52 in Italia, e potenziare la specializzazione degli organi di controllo alle frontiere. Inoltre – prosegue il capogruppo 5 Stelle in Commissione Agricoltura a Montecitorio – abbiamo impegnato il Governo Gentiloni ad assumere iniziative per vietare o limitare l'immissione nel territorio italiano da aree extra UE di quei prodotti che maggiormente hanno evidenziato essere causa dell’introduzione di parassiti e fitopatie come la legna da ardere, vegetali e talee”.

Le altre misure inserite dal Movimento 5 Stelle nella risoluzione approvata prevedono l’impegno a incentivare, attraverso una deroga alla normativa italiana che ha recepito la Direttiva Ue Habitat, la lotta biologica al posto di quella chimica, inserendo cioè l’antagonista naturale della specie infestante piuttosto che preferire l’utilizzo di pesticidi o di altri metodi più impattanti; istituire un elenco nazionale delle specie esotiche invasive; interventi straordinari che vadano dal potenziamento della ricerca al miglioramento della capacità di intervento nelle fasi di emergenza, fino al potenziamento degli strumenti di risarcimento per gli agricoltori colpiti.




archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/01/2017 - Latronico (Cor) su Governo e Mezzogiorno

“La Camera dei Deputati sta esaminando un decreto del Governo di fine dicembre che richiama almeno nel titolo interventi urgenti per la coesione sociale e territoriale nel Mezzogiorno. Un Mezzogiorno piegato ed impoverito dalla crisi che dal 2007 ha visto indebolire le ereti...-->continua

20/01/2017 - Perrino M5s:puzza di uova marce a Trivellopoli

Le immagini dello scorso 14 dicembre provenienti da Viggiano, che raffiguravano una densa colonna di fumo nero innalzarsi dai camini del Centro Oli ENI, riproposero nuovamente il problema dell’impatto ambientale dell’impianto sulla popolazione e il territorio ...-->continua

20/01/2017 - Ugl scuola:“Dirigenti scolastici,impegni e responsabilità,ma quale stipendio?”

“Il preside sceriffo non esiste più. I suoi tanto discussi poteri di scelta tramite chiamata diretta (già ampiamente ridotti con la cosiddetta chiamata per curriculum) sono stati sconfessati dal nuovo accordo per la mobilità dei docenti. Cosa resta? Figure sov...-->continua

20/01/2017 - Bolognetti: l'inglese per tutti, il petrolio per pochi

Facite ammuina! Lunedì 23 gennaio, Sua Grazia Serenissima, l'ambasciatore britannico in Italia, visiterà la colonia lucana.
A darne notizia, con uno stile e una sobrietà che ricordano un po' il carnevale di Rio e un po' la lettera di Troisi e Benigni a Sa...-->continua

20/01/2017 - Anche a Gallicchio il Pd organizza la raccolta per le popolazioni terremotate

In analogia con quanto disposto a livello nazionale, anche in il PD di Gallicchio (Pz) sarà aperto questo fine settimana per la raccolta di materiale destinato alle popolazioni colpite dal sisma.
La situazione delle popolazioni che ancora una volta sono st...-->continua

20/01/2017 - Cariello (Scanzano Viva) risponde al sindaco di Scanzano Jonico

“Mi rallegro di essere riuscito nell'intento di destare il sindaco di Scanzano Jonico dal suo “dormiente” mandato. Perchè a dormire non sono certo io, che sono abituato a svegliarmi all'alba per andare a lavorare, ma lui visto che dopo quello che è accaduto, l...-->continua

20/01/2017 - G.Rosa sulla convenzione del San Carlo con il Bambin Gesù

5 milioni e 600 mila euro in 5 anni per formare 2 medici radiologi e 6 infermieri. Questo il risultato della convenzione dell’Ospedale San Carlo di Potenza con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Questo è quello che ci ha risposto l’Assessore Franconi ...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Il sistema di accoglienza è una bomba. La miccia chi ce l'ha?
di Mariapaola Vergallito

Quello che è accaduto e che, anzi, sta accadendo da tempo a Chiaromonte, un paese che ha dimostrato di saper accogliere i migranti che, a loro volta, hanno dimostrato di poter convivere con le comunità , è un serio campanello d’allarme, non il primo, rimasto fino ad ora inascoltato dalle istituzioni, Prefettura in primis. Lo denunciano, da mesi, gli amministratori e lo segnalano i cittadini, sulla cui testa, spesso, pende la spada delle decisioni non concertate. Perché? Perché “siamo in emergenza”. Nel caso di una protesta a Chiaromonte si è verificato anche il ferimento, per fortuna di lieve entità, di uno dei ragazzi coinvolti nella lite. E’ stato subito allertato il 118 ma, in quei concitati momenti, era disponibile solo un’ambulanza proveniente da...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo