HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Il Rotonda atteso dal Nardò, mister Pagana: ‘Dovremo dare il 110 per cento’

21/04/2024



“Sappiamo che sarà una gara tosta, contro un Nardò partito con i favori del pronostico addirittura per la vittoria finale. Poi, loro hanno perso per strada qualche punto e non sono più riusciti a recuperare. Ma sono sempre terzi ed hanno un organico di primissimo livello per la Serie D e non solo. Ma, in questo momento, più che agli altri, noi dobbiamo guardare in casa nostra per raccogliere, di qui alla fine del campionato, più punti possibili per non andare incontro a brutti scherzi”.
Mister Giuseppe Pagana conosce bene il valore dell’avversario odierno ma, vista l’attuale classifica, è altrettanto consapevole di quanto il traguardo della salvezza sia vicino.
Al termine della stagione regolamentare mancano ormai solamente tre partite ma, le prossime due, per il Rotonda Calcio si prospettano quali difficilissime: a cominciare dalla trasferta di oggi pomeriggio (ore 15) contro un lanciatissimo Nardò, per poi proseguire ricevendo la Fidelis Andria (penultimo turno).
I salentini sono attualmente terzi a quota 56 e, più che provare ad insediare il Martina, secondo a più 5, vorranno evitare di essere scavalcati proprio dagli stessi andriesi che inseguono i neretini ad una sola lunghezza.
I lucani, invece, con i loro 39 punti, navigano in acque relativamente tranquille a più quattro sulla sestultima. Inoltre, prima di arrivare alla zona play-out, sono preceduti da tre formazioni: per cui, c’è da essere fiduciosi per il proseguo.
"Sicuramente, la posizione che occupiamo ci permette di affrontare questa partita con un pizzico di serenità in più - ha aggiunto l’allenatore - che non avremmo avuto se ci fossimo arrivati con l’acqua alla gola perché si lavora meglio. Ma, a prescindere, per fare risultato contro squadre del genere, bisogna sempre dare il 110 per cento. Per cui, al di là della classifica, dobbiamo pensare solamente a questa partita nella quale servirà una grandissima prestazione poiché troveremo un ambiente caldissimo, che sarà un fattore sotto tutti i punti di vista".
I lupi sono reduci dal pareggio di Manfredonia, dove, tra l’altro, il Nardò è stato sconfitto tre giornate fa. Ma i granata, però, arrivano da due vittorie di fila con 8 reti fatte e nessuna subita: inoltre nelle ultime 5 partite hanno messo a segno 12 gol, subendone solamente uno, che sono valsi 12 punti.
I biancoverdi avranno due assenze pesanti poiché dovranno fare a meno degli squalificati Cardore e Cajazzo.
“Per noi sono giocatori molto importanti ma, allo stesso tempo, ma sono assenze che consentiranno di mettersi in mostra a coloro che finora magari hanno avuto meno spazio ma che scalpitano per giocare: chi andrà in campo al loro posto, certamente non li farà rimpiangere”, ha concluso Pagana.
Al Giovanni Paolo II si gioca la 32a e terzultima giornata, per dirigere il confronto è stato designato Loris Graziano di Rossano (assistenti: Pancani e Agostino).

Gianfranco Aurilio
Lasiritide.it


ALTRE NEWS

CRONACA

29/05/2024 - Tutela dei migranti vulnerabili. Al via in prefettura, a Matera, le attività del tavolo tecnico
29/05/2024 - Maratea: venerdì riapre il tratto di Castrocucco della SS18
29/05/2024 - Basilicata. Fascicolo sanitario elettronico, diramate ulteriori comunicazioni
29/05/2024 - Decreto Caivano: Questore Polizia di Stato di Matera adotta “avviso orale” nei confronti di giovane denunciato per droga

SPORT

29/05/2024 - THE GAME IS OTHER: il ‘’Viaggio di Pitagora’’ di 9 studenti del materano
29/05/2024 - Tito è pronto ad ospitare il galà del calcio lucano
28/05/2024 - Grande successo per ASD Tennistavolo Pegasus ai Campionati Regionali 2024 di Matera
28/05/2024 - Taranto,Bodybuilding : ottimi risultati per la Dynamik Warrior di Pignola

Sommario Cronaca                        Sommario Sport














    

Non con i miei soldi. Non con i nostri soldi
di don Marcello Cozzi

Parlare di pace in tempi di guerra è necessario, ma è tardi.
Non bisogna aspettare una guerra per parlarne. Bisogna farlo prima.
Bisogna farlo quando nessuno parla delle tante guerre dimenticate dall'Africa al Medio Oriente, quando si costruiscono mondi e società sulle logiche tiranniche di un mercato che scarta popoli interi dalla tavola dello sviluppo imbandita solo per pochi frammenti di umanità; bisogna farlo quando la “frusta del denaro”, come ...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo