HOME Contatti Direttore WebTv News News Sport Cultura ed Eventi
 
Agricoltura: non passano le misure per una Pac per i veri agricoltori

28/03/2017

Pochi i suggerimenti accolti dal Governo e dalla maggioranza sulla risoluzione per la revisione della PAC presentata dai deputati del M5S in Commissione Agricoltura a Montecitorio. Si continuano ad usare i fondi per mancette a pioggia

Quella che emerge dalla Commissione Agricoltura della Camera è una revisione di medio termine della Politica Agricola Comune (PAC) che, per volere della maggioranza e del Governo, rimanda l’avvio di una vera e propria riforma della gestione dei fondi del comparto. Anzi, l’Esecutivo pensa addirittura di allargare il sostegno accoppiato praticamente a tutto. “Una marchetta elettorale” secondo il Movimento 5 Stelle, con una PAC utilizzata piuttosto per distribuire mancette a pioggia anziché destinare le risorse ai veri agricoltori, ovvero a coloro che vivono di agricoltura.

“Una scelta che punta ad accontentare un po’ tutti, magari in vista delle elezioni, ma che di fatto non risolleva i settori in crisi, rimandando di nuovo gli interventi strutturali per un vero cambiamento alle calende greche – commenta il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate, capogruppo M5S in Commissione Agricoltura a Montecitorio – Nonostante le proposte principali contenute nella nostra risoluzione di revisione della PAC fossero chiare, la maggioranza ha optato per depennare, dalla versione finale del testo, la possibilità di eliminare l’attuale modalità di sostegno accoppiato che si è rivelato un mero strumento di spartizione delle risorse tra le Regioni senza portare migliorie al settore con la costituzione di un fondo per interventi specifici né diversificare la PAC tra aree svantaggiate o modulando la componente greening – prosegue L’Abbate (M5S) – Accolti, invece, gli altri punti della nostra risoluzione come il sostegno alla cooperazione; l’aggregazione; sostegni specifici alle aree di montagna, alle filiere corte e ai mercati locali; un impegno alla revisione del regolamento 1169/2011 per avere l’indicazione d’origine delle materie prime in etichetta. Risulta parziali e – conclude il deputato pugliese 5 Stelle – ovviamente insufficienti per il rilancio del settore primario”.


 

 

ALTRE NEWS


Notizie dall'Italia e dall'Estero - Lasiritide OUT -
23/02/2024 - Foggia. Auto usate per commettere omicidi, furti e truffe


ICarabinieri della Compagnia di Foggia hanno notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari e la contestuale richiesta di rinvio a giudizio nei confronti dei 4 rappresentanti legali di una società di compravendita di autovetture foggiana, indiziati dei re...-->continua

23/02/2024 - Operazione “Scolacium” nel Catanzarese, le cosche avevano il controllo capillare del territorio

“Un assoluto controllo del territorio”, al punto che anche chi andava a caccia di cinghiali dalle loro parti veniva intimidito e minacciato. L’operazione “Scolacium” portata a termine dai carabinieri con il coordinamento della Dda ha evidenziato la pervasività...-->continua

23/02/2024 - Frode fiscale transnazionale aggravata dall'agevolazione mafiosa

Nelle prime ore della mattinata odierna, militari del Comando Provinciale di Genova e del Servizio Centrale di Investigazione sulla Criminalità Organizzata (S.C.I.C.O.) della Guardia di Finanza hanno eseguito due ordinanze di applicazione di misure cautelari p...-->continua

22/02/2024 - Riparte Bicinpuglia! Prima Tappa a Carovigno

Riparte, attesissima, la carovana di Bicinpuglia.
E lo fa da una gradita novità, la prima edizione dell'XC Carovigno, organizzata dall'apprezzata società Carbinia Bike, che si svolgerà domenica 25 febbraio nel bellissimo comune brindisino.
La manifesta...-->continua

20/02/2024 - Evasione fiscale Bari - Sequestrati beni per un valore di circa 5 milioni di euro

I Finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a decreti di sequestro preventivo di beni, per un valore complessivo di circa 5 milioni di euro, nei confronti di diversi professionisti esercenti l’attività degli studi odontoiatrici quale pre...-->continua

18/02/2024 - Grano duro: nei primi 11 mesi del 2023 importazioni a +76%

Nei primi undici mesi del 2023 le importazioni di grano duro sono importazioni di grano duro del 76% rispetto allo stesso periodo (gennaio-novembre) dell’anno precedente. In termini di quantità si è passati da 1.648.219 tonnellate importate (2022) alle 2.902....-->continua

16/02/2024 - Reggio Calabria: polizia sveta truffa su anziani

Fingendosi appartenenti alle Forze dell'ordine hanno contattato la signora Mirella comunicandole che un familiare aveva causato un incidente e se serviva una grossa somma di denaro per non farlo finire in carcere. Questa volta gli era quasi andata liscia a due...-->continua


CRONACA BASILICATA

23/02/2024 - Incidente stradale su Fondovalle dell'Agri: una vittima
23/02/2024 - Tentato omicidio e lesioni personali aggravate in un quartiere centrale di Matera, due arresti e due fermi
23/02/2024 - Controlli ASP sui cantieri del raccordo autostradale
23/02/2024 - Viabilità a Terranova di Pollino, Giordano:''nessuna dimenticanza''

SPORT BASILICATA

23/02/2024 - PM Gruppo Macchia in casa della Citymoda Bari, Perna: “Giocare con caparbietà”
23/02/2024 - Bernalda Futsal, verso il Noci. Il diggì Mazzei: “La nostra sorpresa è il ritorno di Boschiggia!”
22/02/2024 - Policoro pronta ad accogliere i “Cadetti” del Judo
20/02/2024 - Serie C, svolta storica: prima lega europea con la referee cam

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI
1/12/2021 Ultimo lotto Bradanica, domani alle 11.30 l’apertura al traffico

Come annunciato nei giorni scorsi verrà aperto domani, 2 dicembre, l’ultimo lotto “La Martella” della strada Statale “Bradanica”.
L’apertura al traffico è in programma alle ore 11.30 al km 135 lato La Martella.
Sarà presente l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra.

28/11/2021 Poste Italiane: estesi orari apertura di tre uffici postali lucani

Poste Italiane comunica che a partire lunedì 29 novembre, gli Uffici Postali di Matera 5, Melfi e Moliterno saranno interessati da un potenziamento degli orari di apertura al pubblico.
In particolare, gli uffici postali di Melfi e Moliterno (PZ) saranno aperti dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:20 – 19:05, il sabato dalle ore 8:20 alle 12:35. Matera 5 osserverà l’orario di apertura su 6 giorni lavorativi. Lun/ven 08:20 – 13:45, sabato  08:20 – 12:45.
Questi interventi confermano la vicinanza di Poste Italiane al territorio e alle sue comunità e la volontà di continuare a garantire un sostegno concreto all’intero territorio nazionale. Anche durante la pandemia, infatti, Poste Italiane ha assicurato con continuità l’erogazione dei servizi essenziali per andare incontro alle esigenze della clientela, tutelando sempre la salute dei propri lavoratori e dei cittadini.
L’Azienda coglie l’occasione per rinnovare l’invito ai cittadini a recarsi negli Uffici Postali nel rispetto delle norme sanitarie e di distanziamento vigenti, utilizzando, quando possibile, gli oltre 8.000 ATM Postamat disponibili su tutto il territorio nazionale e i canali di accesso da remoto ai servizi come le App “Ufficio Postale”, “BancoPosta”, “Postepay” e il sito www.poste.it. 

15/11/2021 Obbligo di catene o pneumatici da neve

E’ stata emessa questa mattina e trasmessa alla Prefettura ed a tutte le Forze dell’ordine, l’ordinanza firmata dal Dirigente dell’Ufficio Viabilità e Trasporti della Provincia, l’ing. Antonio Mancusi, con la quale si fa obbligo:“A tutti i conducenti di veicoli a motore, che dal 01 Dicembre 2021 fino al 31 Marzo 2022 transitano sulla rete viaria di competenza di questa Provincia di Potenza, di essere muniti di pneumatici invernali (da neve) conformi alle disposizioni della direttiva comunitaria 92/33 CEE recepita dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 30/03/1994 e s.m.i. o a quelle dei Regolamenti in materia, ovvero di avere a bordo catene o altri mezzi antisdrucciolevoli omologati ed idonei ad essere prontamente utilizzati, ove necessario, sui veicoli sopraindicati.

Tale obbligo ha validità, anche al di fuori del pericolo previsto in concomitanza al verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio”.





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo