HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

Viggianello: un premio in memoria del medico che guariva dai tumori

18/09/2019

L’Amministrazione Comunale di Viggianello, durante un Consiglio Comunale, ha istituito un premio particolare.
“È stato emozionante per me e tutta l’Amministrazione Comunale – ha postato il sindaco Antonio Rizzo – istituire il premio in Consiglio Comunale, ricordare e premiare in memoria del dott. Vincenzo Caporale, già sindaco di Viggianello fino al 1956, che con la sua umiltà e i suoi studi approfonditi sulle erbe del Pollino si è distinto nella società locale e non solo, riuscendo inoltre a curare diverse patologie ad ogni livello e di ogni stato, anche oncologiche. Una figura da promuovere per far sì che tutta la Valle del Mercure si possa identificare in questa straordinaria personalità ”.
Il primo vincitore del premio “Dott. Prof. Vincenzo Caporale”, consegnato all’interno del X convegno sulle piante officinali “BotanicuM” (evento promosso da Alsia) è stato Alberto Manzo, dirigente e coordinatore del tavolo tecnico del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e il cui nome è legato al nuovo Testo Unico sulle erbe officinali.

La storia del medico che guariva dai tumori e curò Mussolini – Vincenzo Caporale è nato a Viggianello nel 1878 e oltre ad esserne stato sindaco era soprattutto un medico chirurgo con varie specializzazioni, in branche quali: pediatria, ortopedia, igiene, ginecologia, malattie urinarie, medicina legale, odontoiatria, rinoiatria e non solo. Era anche uno scienziato, che ha dedicato al vita alla ricerca contro i tumori.
Grazie alla sua straordinaria conoscenza della botanica scoprì un farmaco a base di erbe che chiamò “Ablastina”, capace di far sparire le neoplasie esterne a basso grado di stadiazione (anche in bocca o sulla lingua) facendole insecchire prima che generassero metastasi.
Caporale curava i poveri senza chiedergli nulla in cambio ma, anzi, dandogli i soldi per comprare le medicine.
Secondo quanto si racconta, ma la notizia sembra essere vera, Caporale si sarebbe segretamente recato a Roma per curare Benito Mussolini affetto da una patologia che si presume di natura cancerogena.
Da quel che si sa, il luminare viggianellese riuscì a guarire il Duce che, oltre a imporgli il massimo riserbo sul suo male, tra le tante offerte gli propose anche di dirigere un grande ospedale. Ma il medico lucano rifiutò chiedendo solamente la realizzazione di una strada che arrivasse fino a casa sua, ubicata nella parte più alta di Viggianello e raggiungibile unicamente attraverso una lunghissima scalinata.
La stradina fu fatta davvero, ma anche in questo caso (seppur le voci lo danno per certo) non ci sono conferme ufficiali se avvenne davvero per volere di Mussolini, che lo avrebbe omaggiato anche di una Fiat Balilla che Caporale comunque usò pochissimo.
Caporale condusse una vita molto umile e morì nel 1967 portando con sé il segreto delle sue erbe miracolose, secondo qualcuno perché non volle cedere al ricatto di chi voleva estorcergli denaro per ottenere la registrazione dell’Ablastina.
Tuttavia, resta comunque un’ampia letteratura dei tanti casi trattati, curata dallo stesso Caporale e custodita dai familiari.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it
(Le notizie su Vincenzo Caporale sono state tratte dalla sua biografia di Maddalena Palazzo)



archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
11/07/2020 - Domenico Totaro alla guida del Rotary Club Senise-Sinnia

Nella riunione di ieri, il club Rotary Senise Sinnia ha celebrato la cerimonia del passaggio del martelletto.
Il Presidente Francesco Calderaro ha svolto il consuntivo del suo anno rotariano mettendo l’accento sulle difficoltà di poter operare a causa anche della pandemi...-->continua

11/07/2020 - Milano. Antonio Barbalinardo di Pisticci ,’Cavaliere della Repubblica’

Antonio Barbalinardo (nella foto a sinistra), lucano di Pisticci, milanese di adozione, risulta tra i 28 nuovi " Cavalieri della Repubblica", ordinati dal Capo dello Stato, nominati il 6 luglio scorso.
La suggestiva cerimonia di consegna della prestigiosa...-->continua

10/07/2020 - ''Alla ricerca di un altro equilibrio tra il popolamento di città e campagne al tempo del Covid''

“Io sto in città, son come una formica nella folla dell’umanità, che corre quà e là,a gran velocità con l’orologio che va che va che va.”
Nella canzone di Nino Ferrer “Viva la campagna” emerge allegramente l’elogio alla campagna come luogo della ric...-->continua

10/07/2020 - Presentazione del progetto Visitcuorebasilicata.it

Il 14 luglio alle ore 11, presso la Sala del Consiglio Comunale di Villa D'Agri si svolgerà la conferenza stampa di presentazione del progetto Visitcuorebasilicata.it. Nel corso della conferenza stampa a cui parteciperanno anche Amministratori dei comuni inte...-->continua

E NEWS





WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo