HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

Gallicchio capitale per un giorno 13, 14 e 15 settembre

3/09/2019

La manifestazione è incentrata principalmente sullo spettacolo “La struggente storia d’amore del pastorello Gallicchio” ispirata a una leggenda andina che vede nella collaborazione tra un uomo e un condor la realizzazione di un grande desiderio: riconquistare l’amore di STELLA. Lo spettacolo, realizzato all’aperto e senza amplificazione (recuperando la fragile bellezza della voce umana), senza palco (ma utilizzando il PARCO-scenico offerto dalla natura dei luoghi) e senza illuminotecnica (se non quella del crepuscolo e della luna) è itinerante in 5 quadri: sarà lo spettatore che, adeguatamente istruito, seguirà e si sposterà di volta in volta verso le scene.

Una manifestazione, si potrebbe dire, in silenzio e in punta di piedi, esattamente come il luogo richiede, tutto al contrario di come certe manifestazioni, non ultima quella del Rave party, fracassone e impattanti con le specificità dei luoghi, delicati come possono essere quelli della murgia a Gallicchio Vetere: luoghi naturali dove nidificano il capovaccaio, il nibbio e il grifone africano, che la comunità ha interesse a proteggere perché la riconosce come risorsa e modello non solo per la Basilicata ma per il mondo intero.

Molta importanza viene data alla qualità percettiva dello spettatore. Per questa ragione lo spettatore viene preparato: in un primo momento fornendogli alcune informazioni basilari per meglio attrezzarlo alla fruizione dello spettacolo stesso. E infine sono stati predisposti per lui due percorsi: la segnaletica del cuore e quella percettivo sensoriale. Entrambi hanno la funzione di preparare ed affinare la sua capacità d’ascolto e d’osservazione, affinché la fruizione possa avvenire nelle condizioni di maggior agio e percezione possibile.

Abbiamo iniziato questo percorso creativo nello stesso periodo in cui Greta Thunberg iniziava la battaglia con i suoi “Venerdì per il clima”. A lei dedichiamo questo spettacolo impegnandoci attivamente a non utilizzare la plastica anche durante il convivio finale. L’Antropocene purtroppo non è più solo un concetto scientifico ma una triste realtà, visto i “Cataclismi” sempre più frequenti. Questo è il nostro piccolo contributo per sollecitare quell'auspicato processo culturale sempre più attento e rispettoso verso la nostra CASA comune, la Terra.


Programma:

Ore 16.45 incontro e accoglienza presso il campo sportivo di Gallicchio

Ore 17,15 partenza per Gallicchio Vetere “Segnaletica del cuore”

Ore 18.00 itinerario percettivo sensoriale

Ore 18.45 Spettacolo teatrale itinerante

“la struggente storia d’amore del pastorello Gallicchio”

ore 21.00 Convivio e degustazione prodotti tipici.



archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
10/07/2020 - ''Alla ricerca di un altro equilibrio tra il popolamento di città e campagne al tempo del Covid''

“Io sto in città, son come una formica nella folla dell’umanità, che corre quà e là,a gran velocità con l’orologio che va che va che va.”
Nella canzone di Nino Ferrer “Viva la campagna” emerge allegramente l’elogio alla campagna come luogo della riconciliazione co...-->continua

10/07/2020 - Presentazione del progetto Visitcuorebasilicata.it

Il 14 luglio alle ore 11, presso la Sala del Consiglio Comunale di Villa D'Agri si svolgerà la conferenza stampa di presentazione del progetto Visitcuorebasilicata.it. Nel corso della conferenza stampa a cui parteciperanno anche Amministratori dei comuni inte...-->continua

10/07/2020 - Viggianello: ‘Verso la notte’, film scritto e diretto da un regista lucano al Taormina film festival

“Verso la notte” (Toward the night), un film scritto diretto dal viggianellese Vincenzo Lauria, è in gara al festival internazionale del cinema di Taormina.
La “pellicola” racconta una storia impegnata, ambientata a Roma dove, tra varie vicissitudini, nasc...-->continua

10/07/2020 - L’artista lucano Antonio De Lisa tra i cento pittori di Palazzo Fani a Tuscania

L’artista potentino Antonio De Lisa è stato selezionato per esporre una sua opera nella mostra “Cento pittori a Palazzo Fani” di Tuscania (in provincia di Viterbo), che si svolgerà dal 16 al 28 luglio.
L’opera selezionata si intitola “Ganesh” e rievoca un...-->continua

E NEWS





WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo