HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

Domenica a Melfi Raduno con circa 500 Vespe per il Millenario

20/09/2018

In città arriveranno circa 500 vespe per il raduno del Millenario tra storia, castagne, aglianico
Dici vespa e, d’estate, pensi all’insetto che lascia punture dure da sopportare ma anche alla voglia di sole, di mare, di libertà, magari con una bella ragazza che ti cinge la vita con le sue braccia mentre la tua due ruote corre veloce sulla strada. È proprio alla seconda opportunità, e soprattutto al grande mito che la Vespa ha lanciato ed affermato nel mondo, dal 1946 quando venne prodotta per la prima volta su progetto dell’ingegnere aeronautico Corradino D’Ascanio, che si sono ispirati i tantissimi appassionati del famosissimo scooter di Melfi che si sono riuniti nel Vespa Club di Melfi ed hanno organizzato per domenica 23, il primo raduno turistico nazionale delle Vespe nella città di Federico II, in occasione del Millenario che celebra la prima cinta muraria fortificata della città. “Mancano di certo pochi giorni all’evento ed in noi cresce l’attesa oltre che l’impegno per predisporre davvero al meglio il tutto – ci hanno confermato nei giorni scorsi alcuni degli organizzatori, tra cui vari giovani – ma sapere che possiamo raggiungere le 500 presenze da tutta Italia, anche con la presenza di club storici della penisola e di tutto il centro sud, non può che riempirci di gioia, per un evento che deve essere solo il primo step di una crescita ancora maggiore di associati, di appassionati, di eventi che si devono mettere in cantiere, sempre e soltanto con la grande passione per la Vespa che ci unisce”. I risultati, quindi, danno sicuramente ragione a questi appassionati di Vespa della città che, insieme con l’associazione nazionale che riunisce i club italiani ed in collaborazione con l’Amministrazione, ora offrono a chi arriverà domenica a Melfi per l’evento, un interessante mix tra la passione per una immagine che è diventata simbolo, nel mondo, dell’italian style, tra cinema, pubblicità, raduni vari e la presenza di alcuni modelli Vespa addirittura al MoMa di New York, oltre a migliaia di versioni dipinte, riviste e ripresentate da pittori e designer italiani e non solo, e la storia delle mura della città oltre ai sapori tipici dell’autunno locale e del Vulture, come la castagna ed il vino Aglianico. Ricco il programma della giornata che parte alle 8 di mattina con l’arrivo dei partecipanti, l’iscrizione e la bella mostra di tutte le Vespe, in ogni versione possibile e immaginabile, presso il quartier generale dell’evento, in Piazza Craxi, poi alle 10 si partirà per un bel giro del Vulture, passando per Rapolla, Barile, Rionero e Monticchio Laghi, prima che, attraverso le frazioni di San Giorgio e Foggianello, la lunga e colorata carovana di Vespe possa tornare a Melfi, per una sfilata per il centro storico, una visita al Castello e la benedizione dei caschi, sempre fedeli compagni di ogni appassionato di moto.



archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
20/07/2019 - Lune di carta nel cielo di ANZI

La presentazione di tre libri dedicati alla Luna precederanno la serata osservativa di domenica 21 luglio all' Osservatorio-planetario di Anzi (Pz). Un modo per celebrare i cinquant'anni dall' impresa di Apollo 11.
L'appuntamento è per le ore 19.00 presso la sede dell' o...-->continua

20/07/2019 - Guido Crepax, il 23 luglio a Matera inaugurazione della mostra Valentina in Came

Proseguono a Matera gli appuntamenti con la fotografia d’autore nell’ambito della rassegna Coscienza dell’Uomo, promossa dalla Cine Sud di Catanzaro. Martedì 23 luglio, presso lo Spazio Galleria Cine Sud, ci sarà l’inaugurazione della mostra “Valentina in Came...-->continua

20/07/2019 - Liberascienza rende omaggio ai 50 anni dello sbarco sulla Luna

Anche l’associazione Liberascienza rende il suo personalissimo omaggio ai 50 anni dello sbarco sulla Luna e lo fa con il consueto stile divulgativo. In occasione dell’anniversario dell’allunaggio dell’Apollo 11, infatti, sono stati messi a disposizione del pub...-->continua

20/07/2019 -  Basilicata: nasce la prima eco area pic-nic d'Italia

- E’ ufficialmente aperta la prima eco area pic-nic d’Italia. Si trova a Tito, nel Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, in località Schiena D’Asino adiacente il rifugio conosciuto con il nome La Casermetta. L’area, di proprietà del Comune di Tito e gestita d...-->continua

E NEWS





WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo