HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Basilicata. Al voto 447mila lucani al voto per eleggere sette parlamentari

24/09/2022



Sono circa 447 mila i lucani chiamati al voto domani, dalle ore 7 alle 23, per eleggere sette parlamentari, quattro deputati e tre senatori. Alle ore 16 sono cominciate le operazioni di insediamento delle 683 sezioni, 453 in provincia di Potenza e 230 in quella di Matera.
In particolare, secondo quanto riporta il sito del Ministero dell'Interno, in Basilicata sono 446.685 gli aventi diritto al voto. Tre deputati saranno eletti con il sistema proporzionale, uno con l'uninominale; due senatori con il proporzionale e uno con l'uninominale.
Oltre alla tessera elettorale occorre presentarsi ai seggi muniti di uno dei seguenti documenti identità:
la carta d’identità ed ogni altro documento di riconoscimento munito di fotografia, rilasciato da una pubblica amministrazione italiana o di altri Stati (patente di guida, patente nautica, passaporto, libretto di pensione, porto d’armi, tessera AT, altro). Questi documenti possono essere utilizzati anche se scaduti, purché risultino regolari sotto ogni altro aspetto e la fotografia assicuri la precisa identificazione dell’elettore;
la tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, che dev’essere munita di fotografia e convalidata da un Comando militare;
la tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, munita di fotografia.
Nel caso in cui tutti gli spazi sulla tessera elettorale siano occupati da timbri, è necessario rinnovarla. E' possibile farlo presso l’ufficio elettorale del comune di residenza che resterà aperto dalle 9 alle 18 nei giorni 23 e il 24 settembre, dalle 7 alle 23 del 25 settembre.
L'accesso nella cabina elettorale è consentito al solo elettore, fatti salvi i casi di voto assistito tassativamente previsti dalla legge, con la presenza di accompagnatori per gli elettori materialmente impediti nell’espressione autonoma del voto. In ogni caso, chi non ha diritto al voto non può recarsi nella cabina elettorale. Non potranno fare ingresso nella cabina elettorale i minori che accompagnano i genitori.
Ogni scheda è dotata di un apposito tagliando rimovibile, dotato di codice progressivo alfanumerico generato in serie, denominato "tagliando antifrode", che è rimosso e conservato dagli uffici elettorali prima dell'inserimento della scheda nell'urna. Compiuta l'operazione di voto, l'elettore consegna al presidente la scheda chiusa e la matita. II presidente stacca il tagliando antifrode dalla scheda, controlla che il numero progressivo sia lo stesso annotato prima della consegna e, successivamente, pone la scheda senza tagliando nell’urna.
Il telefono cellulare e qualsiasi altra apparecchiatura che riproduca fotografie e filmati devono essere consegnati ai componenti del seggio prima di entrare nella cabina elettorale. Sono previste sanzioni per coloro i quali non si attengono a tale disposizione.




ALTRE NEWS

CRONACA

5/12/2022 - Covid19 Basilicata: morte Nicastro-Parisi, a Potenza 6 rinviati a giudizio
5/12/2022 - ''Violenta aggressione, ieri nel pomeriggio, nel carcere minorile di Potenza''
5/12/2022 - Inaugurata a Matera la nuova mensa della fraternità ''Don Giovanni Mele''
4/12/2022 - Manifestazione contro il depotenziamento dell'ospedale di Policoro

SPORT

5/12/2022 - Il Gorgoglione punta alla finale di coppa Italia
5/12/2022 - Alma Salerno-Bernalda : 4-4. Un pari con tante recriminazioni per i rossoblu
5/12/2022 - Volley A2: Il Lagonegro battuto a Bergamo per 3 a 1
5/12/2022 - Basket: il Potenza ferma la capolista Portici 2000

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

Non con i miei soldi. Non con i nostri soldi
di don Marcello Cozzi

Parlare di pace in tempi di guerra è necessario, ma è tardi.
Non bisogna aspettare una guerra per parlarne. Bisogna farlo prima.
Bisogna farlo quando nessuno parla delle tante guerre dimenticate dall'Africa al Medio Oriente, quando si costruiscono mondi e società sulle logiche tiranniche di un mercato che scarta popoli interi dalla tavola dello sviluppo imbandita solo per pochi frammenti di umanità; bisogna farlo quando la “frusta del denaro”, come ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo