HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Latronico (DI) su tratta ferroviaria Magna Grecia

20/03/2017

“La tratta ferroviaria Taranto-Sibari, lunga complessivamente 123 Km attraverso le regioni Puglia, Basilicata e Calabria, da decenni è in uno stato di degrado: il materiale rotabile circolante è vetusto e i continui tagli ai collegamenti, a seguito di drastiche politiche di riduzione dei costi d’esercizio, hanno privato molte stazioni ferroviarie di personale addetto ai servizi creando enormi disservizi ai passeggeri pendolari e turisti. Attualmente i tempi di percorrenza sulla tratta Taranto Sibari variano dalle 2 ore e 42 minuti a 1 ora e 38minuti con un treno regionale , quattro intercity e per il resto collegamenti sostitutivi su gomma che svolgono il servizio giornaliero di trasporto”. E’ quanto scrive l’on. Cosimo Latronico, deputato di Direzione Italia, in un lettera inviata la Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ai governatori delle Regioni Basilicata, Puglia e Calabria ai sindaci dei Comuni interessati dalla tratta ferroviaria. “ I tempi sono maturi per una strategia integrata dei trasporti tra regioni limitrofe, al fine di rilanciare le rispettive economie attraverso una visione sinergica e condivisa per la realizzare una tratta ferroviaria unitaria in grado di offrire servizi di trasporto rapidi, efficienti, efficaci e confortevoli. L’evento di “Matera Capitale della Cultura 2019 e l’incremento delle attività turistiche delle zone costiere e il buon andamento delle aree interne lasciano presagire uno scenario positivo che deve essere sfruttato nell’ottica di una precisa visione strategica del futuro turistico-economico sia della Basilicata che delle regioni limitrofe. Alla luce di tutto ciò si potrebbe ipotizzare per la costiera jonica l’istituzione di una “Metropolitana della Magna Grecia”, che potrebbe costituire un tassello strategico per la mobilità delle persone dell’intero “Arco jonico” nella tratta Taranto-Metaponto-Sibari, attraverso un piano di interventi, da inserire nel Contratto di Programma con RFI e con la partecipazione delle regioni, volti alla manutenzione ordinaria e straordinaria dell'infrastruttura e finalizzati a garantire l'utilizzabilità della rete in condizioni di sicurezza e affidabilità fra le tre regioni che si affacciano sul mare Jonico. Un progetto – ha concluso Latronico - che può finalmente mettere a sistema parti del trasporto pubblico locale e interregionale che per decenni sono rimaste poco integrate sia per quanto riguarda l’intermodalità ferro-gomma sia a causa di un’eccessiva frammentazione di competenze, che ha prodotto inefficienze, diseconomie e servizi non rispondenti alla reale domanda di mobilità e non disegnati per affiancare e valorizzare i trend di sviluppo turistico-economici dell’intera area”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/10/2017 - Ramunno FdI-AN ritorna sulla vicenza del murales

Più che muro della speranza io proporrei di ribattezzarlo il muro del pianto.

La vicenda del Murales con la raffigurazione del Presidente Pittella si tinge di risvolti grotteschi, grazie alle giustificazioni di chi, pare, abbia partorito l’idea relativa alla realizz...-->continua

20/10/2017 - Reddito minimo, parte anche a Senise: 80 i beneficiari

Parte anche a Senise il Reddito Minimo. E’ stata stipulata la convenzione che prevede anche l'ingresso del Consorzio di Bonifica, con progetti di manutenzione e Acquedotto Lucano con progetti di lettura di contatori. Otto i progetti comunali in cui gli 80 bene...-->continua

20/10/2017 - Belmonte FdI-AN su polemica parroco Savoia di Lucania da Arcigay

L'allucinante polemica, messa in piedi contro il parroco di Savoia di Lucania da Arcigay Potenza, è un esempio dell'aggressività dell'ideologia gender, un fenomeno sempre più preoccupante che, in certi casi, oramai non fa più nemmeno mistero di voler apertamen...-->continua

20/10/2017 - G.Rosa sulla gestione Acquedotto Lucano

Il modello organizzativo di Acquedotto Lucano S.p.a. è stato oggetto di nostre osservazioni già qualche mese fa. Oggi ritorniamo sulla questione chiedendo pubblicamente conto, con un’interrogazione, della macchina amministrativa della Società che sembra insist...-->continua

20/10/2017 - Uil Fpl su medici continuità assistenziale

La UIL FPL, in merito alla vertenza che interessa i medici della continuità assistenziale, è stata ieri audita in IV Commissione Consiliare.
Il Segretario Regionale Antonio Guglielmi, la Coordinatrice Regionale della UIL MEDICI Marinella Lapenna e il compo...-->continua

20/10/2017 - Il Colonnello dell'esercito Di Biasio in visita al Comune di Ruoti

Nell’ambito degli incontri istituzionali, il Comandante del Comando Militare Esercito “Basilicata“ Colonnello Lucio Di Biasio, si è recato in visita al Comune di Ruoti (PZ) dove è stato ricevuto dal Sindaco Dottoressa Anna Scalise, da alcuni amministratori, ...-->continua

20/10/2017 - Forum giovani Basilicata sul tour 'ambiente, risorse e giovani'

Forum Giovani Basilicata, al via tour su risorse regionali
Un viaggio alla scoperta delle enormi risorse presenti sul territorio della Basilicata ed il loro utilizzo strategico per il futuro della regione.
E’ questo l’obiettivo del progetto “Ambiente,...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero e inquietante.

Sono nata all’inizio degli anni Ottanta. Ho vissuto la mia infanzia e la mia adolescenza, periodi cruciali per la vita di ognuno, tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta, anni in cui gli strumenti che avevamo per approcciarci al mondo e, soprattutto, per far entrare il mon...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo