HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Latronico (DI) su tratta ferroviaria Magna Grecia

20/03/2017

“La tratta ferroviaria Taranto-Sibari, lunga complessivamente 123 Km attraverso le regioni Puglia, Basilicata e Calabria, da decenni è in uno stato di degrado: il materiale rotabile circolante è vetusto e i continui tagli ai collegamenti, a seguito di drastiche politiche di riduzione dei costi d’esercizio, hanno privato molte stazioni ferroviarie di personale addetto ai servizi creando enormi disservizi ai passeggeri pendolari e turisti. Attualmente i tempi di percorrenza sulla tratta Taranto Sibari variano dalle 2 ore e 42 minuti a 1 ora e 38minuti con un treno regionale , quattro intercity e per il resto collegamenti sostitutivi su gomma che svolgono il servizio giornaliero di trasporto”. E’ quanto scrive l’on. Cosimo Latronico, deputato di Direzione Italia, in un lettera inviata la Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ai governatori delle Regioni Basilicata, Puglia e Calabria ai sindaci dei Comuni interessati dalla tratta ferroviaria. “ I tempi sono maturi per una strategia integrata dei trasporti tra regioni limitrofe, al fine di rilanciare le rispettive economie attraverso una visione sinergica e condivisa per la realizzare una tratta ferroviaria unitaria in grado di offrire servizi di trasporto rapidi, efficienti, efficaci e confortevoli. L’evento di “Matera Capitale della Cultura 2019 e l’incremento delle attività turistiche delle zone costiere e il buon andamento delle aree interne lasciano presagire uno scenario positivo che deve essere sfruttato nell’ottica di una precisa visione strategica del futuro turistico-economico sia della Basilicata che delle regioni limitrofe. Alla luce di tutto ciò si potrebbe ipotizzare per la costiera jonica l’istituzione di una “Metropolitana della Magna Grecia”, che potrebbe costituire un tassello strategico per la mobilità delle persone dell’intero “Arco jonico” nella tratta Taranto-Metaponto-Sibari, attraverso un piano di interventi, da inserire nel Contratto di Programma con RFI e con la partecipazione delle regioni, volti alla manutenzione ordinaria e straordinaria dell'infrastruttura e finalizzati a garantire l'utilizzabilità della rete in condizioni di sicurezza e affidabilità fra le tre regioni che si affacciano sul mare Jonico. Un progetto – ha concluso Latronico - che può finalmente mettere a sistema parti del trasporto pubblico locale e interregionale che per decenni sono rimaste poco integrate sia per quanto riguarda l’intermodalità ferro-gomma sia a causa di un’eccessiva frammentazione di competenze, che ha prodotto inefficienze, diseconomie e servizi non rispondenti alla reale domanda di mobilità e non disegnati per affiancare e valorizzare i trend di sviluppo turistico-economici dell’intera area”.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
29/04/2017 - Senise: Rossella Spagnuolo capolista nella coalizione di centro sinistra

Formalizzato l’accordo della Coalizione di Centro Sinistra, costituita da: PD, Sinistra per Senise, Italia dei Valori, “Movimento C’entro Anch’ io” e dal Gruppo Consiliare uscente, “Uniti per Senise” a sostegno del Candidato Sindaco Rossella Spagnuolo.
L’intesa è frutto ...-->continua

28/04/2017 - Tito, approvato il conto consuntivo con un avanzo amministrativo di 340mila euro

Il totale rispetto dei vincoli imposti dal patto di stabilità e un avanzo di amministrazione di 340mila euro: è quanto restituisce il conto consuntivo 2016 del Comune di Tito, approvato a maggioranza dalla seduta del Consiglio del 27 aprile. “Un risultato impo...-->continua

28/04/2017 -  Sviluppo Basilicata: dopo le dimissioni di Maruggi quale sarà il suo futuro?

Le recenti dimissioni di Giampiero Maruggi da Amministratore Unico di Sviluppo Basilicata S.p.a. hanno indotto una serie di riflessioni sulla conduzione e sul bilancio della Società negli ultimi due anni.

Abbiamo presentato un’interrogazione al Presid...-->continua

28/04/2017 - Dichiarazioni di Mario Polese ad iniziativa romana sullo Spreco Alimentare

Il consigliere regionale Mario Polese ha partecipato a Roma assieme all’onorevole Gadda ed al sottosegretario all’Istruzione Vito De Filippo ad una iniziativa dell’ordine dei tecnologi nazionale sulle leggi proposte sia da Gadda che dallo stesso Polese contro ...-->continua

28/04/2017 - Napoli FI su spesa Farmaceutica Ospedaliera. Primi 10 mesi 2016 Basilicata +17ME

“Avremmo dovuto spendere 31 milioni di euro e ne abbiamo invece spesi 48 di milioni, cosi si è sforato il tetto di spesa, previsto dalla legge per la spesa dei farmaci erogati dalle strutture ospedaliere, di ben 17 milioni di euro “.
E’ il commento di Mich...-->continua

28/04/2017 - Finanza locale: Castelluccio (FI), aiuti a comuni non risolve il problema

Non saranno certamente i 2,5 milioni di euro concessi al Comune di Montalbano Jonico, il milione di euro al Comune di Tricarico e i 600 mila euro al Comune di Tursi a risolvere definitivamente i problemi della qualità dei servizi da garantire ai cittadini de...-->continua

28/04/2017 - M5S: Perrino su sentenza TAR che cancella diffide per serbatoi

Il TAR Basilicata ha annullato gli effetti delle diffide della Regione ad Eni perché a proporre alla Regione l'adozione delle diffide nei confronti della compagnia sarebbe dovuta essere l'autorità di controllo (ARPAB) e non poteva, quindi, la Regione esercitar...-->continua







WEB TV

Warning: mysql_data_seek(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in D:\inetpub\webs\lasiritideit\canestro.php on line 628
Bullismo, al di là del fatto di cornaca
di Nino Cutro*

Picchiavano e violentavano coetanei e postavano le immagini sui social, quasi come un trofeo
Bulli quindicenni: sono loro i protagonisti di questo fatto di cronaca avvenuto a Vigevano (ma non è la location che interessa) che ripropone un problema purtroppo sempre più diffuso che, sebbene monitorato a più livelli, non trova ancora strategie idonee a circoscriverlo.

Perché questo accade?
Accade perché molte volte l’allarme scatta a cose fatte; perché non siamo riusciti a leggere per tempo i segnali premonitori di un disagio nell’adolescente che potrebbe sfociare, come spesso accade, nella violenza contro coetanei. Ovviamente coetanei più deboli, vittime scelte per “accreditarsi” con se stesso e con gli altri.
Viene spontaneo chiederc...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo