HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Se ne va 'zio' Pasquale Arleo, factotum del calcio

5/10/2022



Con "zio" Pasquale Arleo se ne va un amico della Siritide, un punto di riferimento, una fonte di ispirazione per chi lo sport ha voluto e cercato di raccontarlo attraverso le storie più che attraverso i risultati. Non è solo la comunità santarcangiolese che oggi lo piange. Lo piangono tutte le persone che amano il calcio, che lo hanno incontrato per decenni sui campi, che hanno avuto da lui un consiglio, un sorriso, una guida vera, in un mondo per molti aspetti mutato lui è rimasto sempre lì, attento ai più giovani, lontani da lui solo da un punto di vista anagrafico. Un vero e proprio factotum, come raccontammo nel 2010 assegnando a lui il premio La Siritide "Luigi Viola" dalle mani del giornalista Enrico Varriale. Con zio Pasquale va via un pezzo importante del calcio vero, quello polvere e fango, quello fatto di sacrifici, di docce fredde e del calore irrinunciabile delle bevande che scaldavano i giocatori nelle fredde giornate di campionato nei periodi invernali, durante l'intervallo tra il primo e il secondo tempo. Quello stesso calore che i suoi abbracci, o i suoi sguardi e, a volte, anche i suoi rimproveri, non hanno mai lesinato.

Lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

5/12/2022 - Covid19 Basilicata: morte Nicastro-Parisi, a Potenza 6 rinviati a giudizio
5/12/2022 - ''Violenta aggressione, ieri nel pomeriggio, nel carcere minorile di Potenza''
5/12/2022 - Inaugurata a Matera la nuova mensa della fraternità ''Don Giovanni Mele''
4/12/2022 - Manifestazione contro il depotenziamento dell'ospedale di Policoro

SPORT

5/12/2022 - Il Gorgoglione punta alla finale di coppa Italia
5/12/2022 - Alma Salerno-Bernalda : 4-4. Un pari con tante recriminazioni per i rossoblu
5/12/2022 - Volley A2: Il Lagonegro battuto a Bergamo per 3 a 1
5/12/2022 - Basket: il Potenza ferma la capolista Portici 2000

Sommario Cronaca                        Sommario Sport












    

Non con i miei soldi. Non con i nostri soldi
di don Marcello Cozzi

Parlare di pace in tempi di guerra è necessario, ma è tardi.
Non bisogna aspettare una guerra per parlarne. Bisogna farlo prima.
Bisogna farlo quando nessuno parla delle tante guerre dimenticate dall'Africa al Medio Oriente, quando si costruiscono mondi e società sulle logiche tiranniche di un mercato che scarta popoli interi dalla tavola dello sviluppo imbandita solo per pochi frammenti di umanità; bisogna farlo quando la “frusta del denaro”, come ...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo