HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Cupparo: ‘Al Potenza eventualmente dall’esterno’Caiata: ‘Grande stima, sarebbero i benvenuti''

29/06/2020



La stagione in Serie C non si è ancora conclusa, dopo lo stop forzato per via della pandemia e le successive decisioni della Figc che ne ha disposto il ritorno in campo, il Potenza resta in attesa di conoscere l’avversario che affronterà in gara secca nel secondo turno dei play-off per la promozione in B.
Ma la piazza è proiettata anche oltre, tanto che si parla con insistenza di un possibile incontro tra il presidente del Potenza Salvatore Caiata e il presidente del Francavilla Antonio Cupparo, finalizzato a un possibile ingresso nel club del capoluogo della famiglia da anni alla guida del sodalizio sinnico: eventualità che farebbe molto piacere all’onorevole.
“Non è vero che ci siamo visti – ha commentato Caiata – né che abbiamo fissato un incontro. Non c’è nulla di concreto, ma sarei molto lieto di incontrarlo. Abbiamo grande stima della famiglia Cupparo e, se decidessero di entrare a far parte della società, ne saremmo davvero molto felici. La loro grande professionalità è sotto gli occhi di tutti, mantenere una squadra di un piccolo paese in Serie D per tutti questi anni è anche sinonimo di serietà, capacità e conoscenza del mondo del calcio. Parliamo di prerogative che li renderebbero benvenuti nella famiglia del Potenza”.
Cupparo si dimostra possibilista, ma a condizione che i sinnici non siano ripescati e in riferimento a un impegno esterno.
“Sono voci del tutto fuori controllo – ha commentato – ho sempre detto che, se non proseguiremo alla guida del Francavilla, potremmo dare una mano in più al Potenza ma come sponsor esterno e non dall’interno della società. Ma in questo momento non c’è nulla”.
La situazione del Francavilla è ancora molto incerta: nell’attesa della ufficializzazione, i rossoblu dovrebbero essere tra i primi in graduatoria per i prossimi ripescaggi. Ma il numero uno del sodalizio sinnico ha ribadito le sue perplessità in merito ai protocolli per la prevenzione e il contenimento del contagio.
“Non ho avuto il tempo di leggere il comunicato con l’assegnazione dei punteggi – ha proseguito Cupparo – per cui non ho ancora fatto alcun tipo di calcolo, sono comunque fiducioso circa un nostro eventuale ripescaggio. Sempre se inoltreremo la domanda e ancora non ne abbiamo parlato. Come dicevo già qualche mese fa, bisogna innanzitutto capire il contesto nel quale si riprenderà relativamente alle responsabilità per i presidenti. Per cui dovremo ponderare bene questa decisione”.
Cupparo, anche se resta ottimista, non ha approfondito oltre il discorso sulla permanenza in D del Francavilla, ma ci ha risposto dicendo la sua sulla situazione che si è creata dopo le retrocessioni in Eccellenza.
“Confermo solo che non scenderemo in Eccellenza, mentre per quanto riguarda il ripescaggio ho la mia idea ma preferisco non esprimerla per non dare adito a polemiche stupide. Capisco il punto di vista delle compagini retrocesse: la stessa cosa vale anche per noi, che eravamo a meno 6 dalla salvezza diretta e a meno due dai play-out. Cosi come vale per chi era secondo in classifica. L’unica vera ingiustizia ritengo l’abbia subita il Picerno, costretto ai play-out nonostante il regolamento parlasse chiaro. Ma questo è un mio pensiero ed evito ogni discorso sulla Serie C, in quanto non è la mia categoria di appartenenza. Capisco il rammarico anche del Grumentum ma ho ritenuto fin da subito che il ricorso non avrebbe portato a nulla proprio perché è stato tutto imposto dall’alto e il Comitato è stato obbligato a ratificare le 4 retrocessioni. Eravamo in un momento nel quale qualsiasi decisione avrebbe scontentato qualcuno: così come ha scontentato anche noi, che in classifica ci siamo trovati nel posto sbagliato al momento sbagliato”.

Gianfranco Aurilio
Lasiritide.it


ALTRE NEWS

CRONACA

13/07/2020 - Autoarticolato si ribalta tra Marsico Nuovo e la Sellata
13/07/2020 - Narcotraffico nel Venosino: 4 arresti e 2 divieti di dimora
13/07/2020 - Omicidio 91enne di Marconia: arrestata la nipote
13/07/2020 - Emergenza Covid-19, aggiornamento 13 luglio (dati 11 e 12 luglio)

SPORT

13/07/2020 - Potenza che peccato, França si fa parare un rigore ed i leoni escono dai playoff
13/07/2020 - Serie D/H: il Francavilla ha inoltrato la domanda per il ripescaggio
13/07/2020 - Rinascita Lagonegro,in arrivo il terzo centrale Molinari
13/07/2020 - Castelluccio Inf.: Accademia del Calcio ed Empoli, scritta una nuova pagina

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

13/07/2020 Sospensione idrica 14 luglio

Senise: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 07:30 di domani mattina fino al termine dei lavori: zona industriale utenti interessati azienda Edilferro e azienda manifatturiera Lucana

13/07/2020 Sospensione idrica oggi in Basilicata

Balvano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti. BALVANO: C.de Tusciano; Acqua del Signore; Vallaro; Croce; Rossa; Castagno; Platano; Sevinosa; Iuzzolino; Melassano e Gaudino.

Matera: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 08:00 alle ore 16:00 del giorno 15-07-2020 salvo imprevisti. MATERA: Piazza Ascanio Persio

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 14:45 alle ore 17:45 di oggi salvo imprevisti. POTENZA: Via Torraca e zone limitrofe

9/07/2020 Sospensione idrica a Potenza e Tursi

Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 15:45 alle ore 17:45 di oggi salvo imprevisti. POTENZA: C.da Riofreddo, c.da Caira, parte di c.da San Luca Branca e zone limitrofe

Tursi: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 15:45 di oggi fino al termine dei lavori. TURSI: Zona Alta: ViaOliva, Vitt. Emanuele, Toselli, Calata Da Bormida, Zone Limitrofe.

EDITORIALE

La criminalità: una malapianta in continua crescita
di don Marcello Cozzi

Domanda e offerta. Sono le regole del mercato, e anche di quello criminale. E anche in Basilicata, oggi come ieri.
Le recenti e ultime inchieste giudiziarie coordinate dalla DDA di Potenza - da quella della settimana scorsa nel vulture melfese a quella di queste ore nella provincia materana - non ci dicono solo che la malapianta malavitosa purtroppo non smette mai di crescere e anzi rifiorisce di continuo tra vecchi nomi e nuove leve, non ci dicono solo ...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo