HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

A Carbone si celebra la tradizione dei fuochi di San Giuseppe

1/12/2022

Il 10 dicembre a Carbone si terrà un interessante programma teatrale a partire dalle ore 17,30.
Sarà messa in scena una rappresentazione teatrale itinerante: seguendo il componimento di Gozzano autore della Signorina Felicita, si sosterà presso le tre "osterie"; infine si raggiungerà Piazza XXIV Maggio, dove si potrà assistere ad uno spettacolo con il fuoco.La rappresentazione teatrale seguirà il canovaccio del componimento poetico della Notte Santa di Gozzano.
L’evento è organizzato dall’Amministrazione comunale di Carbone.
Il sindaco ed il vicesindaco hanno espresso il loro placet per un evento culturale che tempo permettendo dovrebbe richiamare pubblico.
Molti cittadini di questo paese hanno accolto con goia quest’evento, per trascorrere una serata scevra dai problemi della quotidianità.
Esso è parte integrante della cultura e vi sono alcuni cittadini di questo paese amanti del teatro.
Per chi non conosce questo letterato del secolo scorso,
Gozzano ha appartenuto alla corrente letteraria del crepuscolarismo. Nato da una famiglia benestante di Agliè, inizialmente si dedicò alla poesia nell'emulazione di Gabriele D'Annunzio e del suo mito del dandy. Successivamente, la scoperta delle liriche di Giovanni Pascoli lo avvicinò alla cerchia di poeti intimisti che, poi, sarebbero stati denominati "crepuscolari", accomunati dall'attenzione per "le buone cose di pessimo gusto", con qualche accenno estetizzante[ il "ciarpame reietto, così caro alla mia Musa", come le definì ironicamente lui stesso.[ Morì a soli 32 anni, a causa del cosiddetto mal sottile, termine caduto in disuso che stava ad indicare la tubercolosi polmonare che lo affliggeva. Alla tubercolosi, che lo afflisse fin dal 1904, è collegato un viaggio in India nel 1912, intrapreso con la speranza di trovare nel clima di quel Paese un sollievo alla sua malattia. Durante il suo soggiorno in India scrisse una serie di articoli, raccolti nel volume postumo Verso la cuna del mondo (1917). Più importanti le sue raccolte in versi: La via del rifugio (1907) e I colloqui (1911). Il mondo da lui descritto è quello provinciale, piccolo-borghese, visto con amore, ma allo stesso tempo con un certo distacco ironico.


Biagio Gugliotta



archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
4/02/2023 - Ruvo del Monte: vigili del fuoco salvano cane finito in un burrone

Questa mattina intorno alle 08.00 circa i Vigili del Fuoco del Comando di Potenza della sede Centrale e della sede distaccata di Pescopagano, sono intervenuti nel comune di Ruvo del Monte per recuperare un piccolo cane che era caduto in una zona impervia lungo il greto dell...-->continua

4/02/2023 - TitoPay: il 7 febbraio presentazione del circuito di moneta complementare

TitoPay, io compro sul territorio. E' questo il motto della nuova iniziativa che verrà presentata a Tito martedì 7 febbraio, alle ore 15:30, presso la sala convegni "Don Domenico Scavone". Si tratta di un circuito di moneta complementare che aiuta le piccole e...-->continua

4/02/2023 - Associazione Donne Medico e Cooperativa Adan insieme per le donne vittime di violenza

E’ stata presentata a Potenza la rete nata dalla collaborazione tra l’Associazione Donne Medico di Basilicata (AIDM) e la cooperativa Adan, nell’ambito delle attività del Ce.St.Ri.M. per l’ accoglienza e l’accompagnamento di persone in difficoltà, come ragazz...-->continua

4/02/2023 - Domenica Venosa su RADIO 24, emittente nazionale il Sole 24 ore

Domenica 5 Febbraio alle ore 15,00 su Radio 24, all’interno del programma Gran Tour condotto da Valeria de Rosa, andrà in onda uno speciale sulla Basilicata, dove si parlerà di Venosa e delle sue attrattive. Ad organizzare l’intervista al nostro concittadino ...-->continua

E NEWS











WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo