HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

DiEM25 Matera e Basilicata aderiscono alla manifestazione del 6 ottobre a Riace

4/10/2018

Il 2 ottobre la Guardia di Finanza ha arrestato il sindaco di Riace Domenico Lucano, uomo dalla grande umanità, totalmente dedito al suo rivoluzionario sistema di accoglienza dei migranti, trasparente e onesto. Gli viene contestato il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il primo cittadino di un paese quasi morto e ora ripopolato e rinato, che ha avuto il coraggio di mettere insieme calabresi e migranti, è accusato di reati di ogni specie allo scopo di trovare una trasgressione alla legge e quindi una ragione per l’arresto, cosa che purtroppo è accaduta. Sabato 6 Ottobre a Riace ci sarà una manifestazione convocata dalle associazioni che si occupano di immigrazione a cui aderisce anche il Movimento politico DiEM25 Basilicata e il suo DSC di Matera. Non possiamo accettare che il sindaco di Riace possa finire agli arresti domiciliari per aver promosso matrimoni tra italiani e stranieri o per aver affidato a una cooperativa sociale la raccolta differenziata con il mulo, non possiamo accettare la fine di questo sogno divenuto realtà. Riteniamo ingiusto condannare un sindaco che rilascia documenti ai migranti se non lo fa lo Stato e che affronta la legge per sostenere l’unica idea possibile di comunità. Il modello di accoglienza di Riace ha fatto il giro del mondo diventando un simbolo di come sia possibile non solo la convivenza pacifica ma la rinascita di un paese moribondo grazie alla presenza dei giovani migranti. E sono numerosi i paesi che in questi anni hanno seguito l’esempio virtuoso di Riace. Quasi tutto l’Appennino è ormai in via di desertificazione, di abbandono di terre, di abitazioni in malora, abbiamo bisogno e dobbiamo ringraziare i migranti che si occupano di agricoltura, di pastorizia, di produzione di cibo di qualità. Ed è nostro dovere lottare e impegnarci tutti per toglierli dalla condizione di oppressione in cui versano a Rosarno, a Foggia, a Metaponto per restituire loro dignità di esseri umani. L’arresto di Mimmo Lucano ha un significato politico chiaro ed esprime la paura di un governo xenofobo rispetto ad una pratica radicalmente diversa di accoglienza dei migranti. Per questa ragione il movimento diem25 di Matera e Basilicata esprime vicinanza e solidarietà al sindaco di Riace e sarà presente alla manifestazione di sabato prossimo per chiederne il reintegro nelle sue funzioni di Primo Cittadino.



archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
20/07/2019 - Lune di carta nel cielo di ANZI

La presentazione di tre libri dedicati alla Luna precederanno la serata osservativa di domenica 21 luglio all' Osservatorio-planetario di Anzi (Pz). Un modo per celebrare i cinquant'anni dall' impresa di Apollo 11.
L'appuntamento è per le ore 19.00 presso la sede dell' o...-->continua

20/07/2019 - Guido Crepax, il 23 luglio a Matera inaugurazione della mostra Valentina in Came

Proseguono a Matera gli appuntamenti con la fotografia d’autore nell’ambito della rassegna Coscienza dell’Uomo, promossa dalla Cine Sud di Catanzaro. Martedì 23 luglio, presso lo Spazio Galleria Cine Sud, ci sarà l’inaugurazione della mostra “Valentina in Came...-->continua

20/07/2019 - Liberascienza rende omaggio ai 50 anni dello sbarco sulla Luna

Anche l’associazione Liberascienza rende il suo personalissimo omaggio ai 50 anni dello sbarco sulla Luna e lo fa con il consueto stile divulgativo. In occasione dell’anniversario dell’allunaggio dell’Apollo 11, infatti, sono stati messi a disposizione del pub...-->continua

20/07/2019 -  Basilicata: nasce la prima eco area pic-nic d'Italia

- E’ ufficialmente aperta la prima eco area pic-nic d’Italia. Si trova a Tito, nel Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, in località Schiena D’Asino adiacente il rifugio conosciuto con il nome La Casermetta. L’area, di proprietà del Comune di Tito e gestita d...-->continua

E NEWS





WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo