HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Potenza Sc da ricostruire

12/08/2010



«I tre deferimenti? Per adesso pensiamo solo a ricostruire la squadra per il campionato». Il giorno dopo l’approdo del Potenza Sc in Eccellenza, per autorizzazione della Figc nazionale, l’amministratore unico del club rossoblu, Rocco Galasso, traccia la via da seguire per organizzare il futuro prossimo. Senza curar troppo, fino a quando non si renderà strettamente necessario, la decisione del procuratore federale Palazzi, che ha deferito alla Disciplinare – per aver alterato il risultato di Potenza-Gallipoli del 6 aprile 2008 - l’ex presidente del Potenza Sc Giuseppe Postiglione, l’ex dirigente Pasquale Giuzio, più Antonio De Angelis e Antonio Lopiano, rispettivamente tesserati all’epoca dei fatti per il Potenza e per la Anastasio Salvatore.
«Le priorità, adesso, sono altre» specifica Galasso. La ricerca della guida tecnica, lo staff dirigenziale e la ve rifica del parco giocatori giovanile. «Buoni e ottimi giovani della Berretti sono già un lusso per il campionato. Chiaramente bisognerà innestare giocatori calibrati per la categoria». Attualmente di quanti giocatori dispone il Potenza Sc, dopo lo svincolo d’uf ficio dei tesserati della stagione 2009/2010? «Di tre rose complete di berretti, allievi e giovanissimi, e dobbiamo prender parte anche al campionato juniores. Per la squadra A, invece, ci sono ottimi classe ’91 della vecchia berretti, più numerosi giocatori rimasti a piedi dalle squadre di Prima e Seconda divisione» rivela l’amministratore unico del Potenza Sc.
E i soldi? La società dovrà onorare i debiti. «Con la fidejussione che avremo dalla Lega, più altri contributi, fra cui l’ultima rata per Di Bella, di 174mila euro – prosegue Galasso - e crediti per la pubblicità risolveremo qualcosa. Ma c’è bisogno di una mano, spe riamo che chi tiene al Potenza ci aiuti a far rinascere il leone rampante». Anche quelli che sino a poco tempo fa si erano defilati, fra chi aveva e ha perso l’entusiasmo per il pallone nel capoluogo.
Sul fronte «Il mio Potenza», invece, i responsabili ribadiscono la volontà di fare un passo indietro. «Non vogliamo creare dualismi in città, il nostro obiettivo era solo evitare che il calcio in città si fermasse. Al contempo, però, non vogliamo avere rapporti di collaborazione con la proprietà del Potenza Sport Club» è il pensiero comune degli associati. C’è grande amarezza, soprattutto per i tempi con cui il sodalizio di Postiglione è stato ammesso all’Eccellenza, dopo un’estate in cui «Il mio Potenza» s’è mosso da più parti, fra imprenditori potentini e dirigenti dell’Avigliano Calcio, per salvare il salvabile.
[p.an.]
Gazzetta del Mezzogiorno


ALTRE NEWS

CRONACA

18/05/2019 - Bolognetti: ‘Non si risparmia su pluralismo e conoscenza’
18/05/2019 - Parco del Pollino in credito di 282 mila euro con la Regione Basilicata
18/05/2019 - Criticità settore agricolo metapontino: riunione in prefettura
17/05/2019 - Un lucano in corsa per la Casa Bianca

SPORT

18/05/2019 - PM Asci Potenza,la salvezza affidata alla gara di spareggio
18/05/2019 - Potenza vs Catania,presentazione del tecnico Raffaele
17/05/2019 - Play-out. PM Asci Potenza: basta un'altra vittoria per la salvezza
16/05/2019 - Bernalda Futsal, verso la finale play off.Do Amaral:“Metteremo il cuore in campo

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

17/05/2019 Sospensione idrica San martino

Palazzo San Gervasio: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa in via Roma dalle ore 13:30 alle ore 17:30, salvo imprevisti
Armento: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in contrada Barone dalle ore 21:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina, salvo imprevisti.
San Martino d'Agri: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 22:30 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina salvo imprevisti.
Venosa: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 12:00, salvo imprevisti, nell'intero centro storico: via Garibaldi, corso Vittorio Emanuele II, via Frusci, via Annunziata, via Roma e strade limitrofe.

16/05/2019 Nel 2019 i reati sono in calo del 14/7%

(ANSA) - POTENZA, 16 MAG - In Basilicata, nel 2019, i reati sono "in calo del 14,7 per cento rispetto al primo trimestre di un anno fa. In particolare, a Matera il calo è del 14,4%, a Potenza del 14,9%": Lo ha reso noto stamani il Ministero dell'Interno.
"Si riducono - è stato precisato - anche gli stranieri ospiti delle strutture di accoglienza. In tutta la regione erano 2.377 al 13 maggio 2018, diventati 1.696 al 13 maggio 2019 ( calo del 28,65%): a Matera il calo è del 33,28%, a Potenza del 26,88%".
"Con il Decreto Sicurezza Bis - è scritto nella nota - il Viminale individua nuove misure per potenziare la lotta alla immigrazione clandestina e tutelare le Forze dell'ordine".
"Vogliamo fare sempre di più e meglio - ha spiegato il ministro dell'Interno Matteo Salvini - i numeri sono rassicuranti ma non ci accontentiamo. Abbiamo segnalato agli amministratori locali nuovi strumenti, in collaborazione con le prefetture, per aggredire le grandi piazze di spaccio, isolare balordi e sbandati, per effettuare sgomberi".

14/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 14 Maggio in Basilicata

Senise: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Donnaperna, via Cairoli e via Rinaldi sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione.
Lagonegro: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in viale Colombo e nelle località Verneta e Cappella resterà sospesa fino alle ore 11:00 di oggi, salvo imprevisti.

EDITORIALE

La pesante leggerezza dell'ipocrisia. Dedicato ai fatti di Manduria
di Giovanni Paolo Ferrari

Incubi riaffiorano alla memoria e con loro alcune delle molte vittime del bullismo e dell’omertà nei nostri paesini... Tra tutti due donne povere e anziane che non avevano mai fatto del male a nessuno: Lucia detta “a Vertel” a Nemoli e un’altra “povera crista” che viveva in Piazza Plebiscito a Sapri e della quale pur sforzandomi non ricordo il soprannome (il nome non l’ho mai saputo...). Unica colpa delle due poverette? Aver perso un po’ il senno durante la ...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo