HOME Contatti Direttore WebTv News News Sport Cultura ed Eventi
 
#Ioamoilvesuvio: l’hashtag lanciato dai produttori di vino

14/07/2017

Il disastroso incendio assurto alle cronache mondiali rende ancor di più il distretto del Vesuvio e del Monte Somma una terra da preservare. L’immagine di questo “hotspot” di biodiversità assediato dalle fiamme appiccate da disegni criminosi, alimenta con forza la riflessione sulla necessità di una più incisiva azione di salvaguardia di un territorio caratterizzato da un livello di diversità biologica particolarmente elevato, minacciato da perdita di habitat ed estesa perdita di specie.
In questa sfida l’agricoltura di qualità potrà costituire lo strumento più efficace. In particolare la viticoltura, che da sempre costituisce la voce più importante del lavoro nei campi della terra vesuviana. Di questo è fermamente convinto Ciro Giordano, presidente del Consorzio Tutela Vini Vesuvio. Il Consorzio, nato nel luglio di dieci anni fa e riconosciuto dal Ministero delle politiche agricole e forestali nell’estate del 2015, conta oggi circa duecento soci, suddivisi tra viticoltori, vinificatori ed imbottigliatori.
«L’uva – dichiara Giordano – è qui protagonista sin dai tempi in cui i primi coloni Greci approdarono sul suolo campano. La fertilità dovuta al suolo vulcanico e la mitezza del clima hanno fatto del Vesuvio e del Monte Somma la culla del vino campano e italiano. Questo ricco ecosistema – frutto di un mix unico tra combinazione geologica, ambientale ed antropica – si trova oggi a fare i conti con una triste situazione, che pone questo territorio davanti ad un bivio. In questo momento di scelte forti, bisogna trarre insegnamento dalla storia. Quella storia che indica chiaramente che questa “terra nera” ha da sempre attratto l’uomo, che ne ha fatto terra di produzioni agricole di qualità».
Si tratta di un momento che richiede scelte urgenti e incisive. «Sappiamo bene – continua il presidente del Consorzio – che in questo processo i viticoltori sono chiamati a rivestire un nuovo ruolo. Un ruolo di gestori di un sistema complesso, vivo, che possa rinnovarsi, assicurando reddito e utilità sociale. Questo significa produrre non passando sopra la natura, ma attraverso di essa. Ma questo significa anche che chi detiene ruoli decisivi nell’ambito della programmazione è oggi chiamato a fare delle scelte forti. Alla politica spetta il compito di premiare un processo di sviluppo agricolo e vitivinicolo che potrà costituire un grande valore per la società. Quello che chiediamo a voce alta è che la politica orienti le sue attenzioni verso i protagonisti della difesa della biodiversità, gli architetti di paesaggi agricoli gradevoli, i difensori di un ricco ecosistema dalle conseguenze dei cambiamenti climatici e dagli stessi incendi incontrollabili. La viticoltura – sottolinea Giordano – ha modellato da sempre il paesaggio degli angoli più suggestivi della terra vesuviana. Questo paesaggio unico al mondo potrà difendersi e rigenerarsi solo attraverso una gestione agricola che sia in grado di assicurare processi di produzione meno vulnerabili. Ma tutto questo potrà realizzarsi solo se la politica terrà sempre ben presente che il settore agricolo è implicitamente diverso da molti settori economici. Fino ad oggi gli storici paesaggi vitati vesuviani sono stati tenuti in vita da una generazione di viticoltori eroici, che affrontano quotidianamente sacrifici enormi. Uno sforzo reso ancora più gravoso da una burocrazia eccessiva che, in un’area soggetta ad ulteriori vincoli restrittivi, finisce praticamente per ingessare anche i processi virtuosi. Tutto questo, come in un paradosso, si trasforma in strumenti di forza per chi su questo territorio nutre visioni meno nobili. Questo rischio torna ora più forte che mai, perché le fiamme possono ulteriormente alimentare anche il collasso delle piccole aziende gestite da eroici agricoltori. C’è il rischio – conclude la guida del Consorzio – che anche questi valorosi protagonisti, di fronte a questa ulteriore e più difficile sfida, in mancanza di risposte concrete possano gettare la spugna e abbandonare i terreni agricoli. Il Vesuvio perderebbe così le ultime sentinelle a presidio di un ecosistema fragile. E sarebbe un danno per il mondo intero, non solo per Napoli e la Campania».
Questo forte desiderio di impegno è tutto racchiuso in quel #ioamoilvesuvio, l’hashtag che i soci del Consorzio lanciano a difesa di questo grande patrimonio.



 

 

ALTRE NEWS


Notizie dall'Italia e dall'Estero - Lasiritide OUT -
24/11/2017 - Formia (LT), terza tappa del viaggio tra le bellezze di Roma e del Lazio

Il 27 novembre 2017, sarà Formia, luogo unico del Lazio in cui mare, natura, storia, leggenda, arte e archeologia si fondono, la terza tappa scelta per “A Spasso con ABC” che, promosso da Regione Lazio e Roma Capitale, sta portando gli studenti di Roma e del Lazio a scoprire...-->continua

24/11/2017 - Convegno, Tornero’ a volare: Esperienze, paure e speranze di giovani adolescenti

Il progetto Tornero’ a volare e il relativo convegno “Esperienze, paure e desideri di giovani adolescenti e docenti di Teramo nell’emergenza sisma" svoltosi a Teramo presso la sala dell’Ipogeo del Comune i Teramo il giorno 23 Novembre del Comune di Teramo e co...-->continua

24/11/2017 - Teramo, 25 Novembre Giornata Internazionale Contro La Violenza Sulle Donne

Singolare campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne a Teramo promossa dall'associazione culturale BON TON che porta in scena 'AMORI AMARI' spettacolo sulla tematica, attraverso linguaggi differenti tra musica, danza, duri racconti di vita e ...-->continua

23/11/2017 - Albano (RM):31° Festival Liszt 2017/2018

Il Romaticismo europeo rivive nella cornice storica di Palazzo Savelli di Albano (RM) tra musica e gran balli con la Compagnia Nazionale di Danza Storica con Nino Graziano Luca, l’Orchestra da Camera di Stato dell’Ucraina Khmelnytsky Chamber Orchestra, Gabriel...-->continua

23/11/2017 - Teramo. Esce il terzo volume della trilogia “Il vaso di pandora”

L’appuntamento per tutti gli amanti del fantasy è fissato alle 18 di venerdì 24 Novembre, nella sala Ipogeo di Piazza Garibali, Teramo, dove il giovane scrittore Marco Esposito, presenterà il terzo volume della trilogia “Il vaso di Pandora”, edito da Artemia N...-->continua

23/11/2017 - Teramo, Sicurezza sul lavoro nell’arte dei video e della scultura

Nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro e nell’ottica di far emergere e premiare le idee dei giovani, il Liceo Scientifico Delfico di Teramo ed il Liceo Artistico Grue di Castelli hanno sviluppato per Faraone Industrie S.p.A., il tema della “Sicurezza sul la...-->continua

21/11/2017 - Giornata di campionato a sorti alterne per i Duchi SGM Ingegneria

Domenica a sorti alterne per i Duchi SGM Ingegneria Under 16 e Under 19, impegnati rispettivamente a Firenze e Imola nella quinta giornata di regular season.

Le "piccole pesti" del team U16 si sono imposte per 26 a 6 sui Guelfi, in un match tra prime ...-->continua


CRONACA BASILICATA

24/11/2017 - Laurenzana, l’Alternanza Scuola Lavoro incontra il Carcere
24/11/2017 - Edilizia scolastica, in arrivo circa 29 milioni di euro
24/11/2017 - Un uomo arrestato e due denunciati per furto e ricettazione
24/11/2017 - Macroattrattore Senise: denuncia di tentato furto e una stagione insoddisfacente

SPORT BASILICATA

24/11/2017 - Prima Ctg/B: a Castelluccio in arrivo il goleador Andrea Sarro
24/11/2017 - Basket Serie B, Olimpia Matera in trasferta a Giulianova
24/11/2017 - Il Rasulo Edilizia Bernalda cerca continuità con il Caserta Futsal
24/11/2017 - Conferma di Cupparo in LND: le parole del presidente Sibilia

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI
24/11/2017 FCI Basilicata: a Potenza il corso di aggiornamento per i tecnici FCI

Con il ciclismo su strada e la mountain bike “ferme ai box” (fatta eccezione per il ciclocross), a Potenza si è svolto presso la sede del comitato regionale FCI Basilicata il corso di aggiornamento per maestro istruttore categorie promozionali e giovanissimi (TM1), tecnico allenatore categorie agonistiche giovanili (TA2) e categorie internazionali (TA3).
Un proficuo incontro tra addetti ai lavori e direttori sportivi di Basilicata, Campania, Puglia e Calabria per un totale di 27 presenze dando vita a un momento di confronto e di miglioramento tecnico individuale seguendo le linee guida dettate dalla Federazione Ciclistica Italiana nell’ambito della formazione dei tecnici.

24/11/2017 Sospensione idrica in Basilicata comunicazione 24-11-2017

Pietragalla: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti.
Maschito: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti.
Melfi: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 13:00 di oggi fino al termine dei lavori, nella zona industriale di San Nicola di Melfi e nelle seguenti contrade: Madama Laura, Vaccareccia e Camarda. Si precisa che il guasto è sull'opera di fornitura idrica dell'Acquedotto Pugliese, pertanto l'evoluzione dei lavori per il ripristino del servizio non dipendono da Acquedotto Lucano che, non appena sarà aggiornato sull'evolversi della situazione, provvederà ad ulteriori comunicazioni.
Tito: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 06:00 di domani, salvo imprevisti, nelle contrade Macchia e Fontana Camillo e nella zona Commerciale lungo la S.S. 94

23/11/2017 Sospensioni idriche comunicazioni del 23 novembre 2017

Potenza, Pignola: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 12:00 di oggi salvo imprevisti. POTENZA: C.da Faloppa, c.da Rossellino e zone limitrofe. PIGNOLA: c.da Molino di Capo, c.da Faloppa, c.da Campo di Giorgio e zone limitrofe.
Picerno: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 12:30 di domani salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Cavour, via San Nicola, Piazza Forlenza, via Santa Lucia, via X Maggio





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo