HOME Contatti Direttore WebTv News News Sport Cultura ed Eventi
 
#Ioamoilvesuvio: l’hashtag lanciato dai produttori di vino

14/07/2017

Il disastroso incendio assurto alle cronache mondiali rende ancor di più il distretto del Vesuvio e del Monte Somma una terra da preservare. L’immagine di questo “hotspot” di biodiversità assediato dalle fiamme appiccate da disegni criminosi, alimenta con forza la riflessione sulla necessità di una più incisiva azione di salvaguardia di un territorio caratterizzato da un livello di diversità biologica particolarmente elevato, minacciato da perdita di habitat ed estesa perdita di specie.
In questa sfida l’agricoltura di qualità potrà costituire lo strumento più efficace. In particolare la viticoltura, che da sempre costituisce la voce più importante del lavoro nei campi della terra vesuviana. Di questo è fermamente convinto Ciro Giordano, presidente del Consorzio Tutela Vini Vesuvio. Il Consorzio, nato nel luglio di dieci anni fa e riconosciuto dal Ministero delle politiche agricole e forestali nell’estate del 2015, conta oggi circa duecento soci, suddivisi tra viticoltori, vinificatori ed imbottigliatori.
«L’uva – dichiara Giordano – è qui protagonista sin dai tempi in cui i primi coloni Greci approdarono sul suolo campano. La fertilità dovuta al suolo vulcanico e la mitezza del clima hanno fatto del Vesuvio e del Monte Somma la culla del vino campano e italiano. Questo ricco ecosistema – frutto di un mix unico tra combinazione geologica, ambientale ed antropica – si trova oggi a fare i conti con una triste situazione, che pone questo territorio davanti ad un bivio. In questo momento di scelte forti, bisogna trarre insegnamento dalla storia. Quella storia che indica chiaramente che questa “terra nera” ha da sempre attratto l’uomo, che ne ha fatto terra di produzioni agricole di qualità».
Si tratta di un momento che richiede scelte urgenti e incisive. «Sappiamo bene – continua il presidente del Consorzio – che in questo processo i viticoltori sono chiamati a rivestire un nuovo ruolo. Un ruolo di gestori di un sistema complesso, vivo, che possa rinnovarsi, assicurando reddito e utilità sociale. Questo significa produrre non passando sopra la natura, ma attraverso di essa. Ma questo significa anche che chi detiene ruoli decisivi nell’ambito della programmazione è oggi chiamato a fare delle scelte forti. Alla politica spetta il compito di premiare un processo di sviluppo agricolo e vitivinicolo che potrà costituire un grande valore per la società. Quello che chiediamo a voce alta è che la politica orienti le sue attenzioni verso i protagonisti della difesa della biodiversità, gli architetti di paesaggi agricoli gradevoli, i difensori di un ricco ecosistema dalle conseguenze dei cambiamenti climatici e dagli stessi incendi incontrollabili. La viticoltura – sottolinea Giordano – ha modellato da sempre il paesaggio degli angoli più suggestivi della terra vesuviana. Questo paesaggio unico al mondo potrà difendersi e rigenerarsi solo attraverso una gestione agricola che sia in grado di assicurare processi di produzione meno vulnerabili. Ma tutto questo potrà realizzarsi solo se la politica terrà sempre ben presente che il settore agricolo è implicitamente diverso da molti settori economici. Fino ad oggi gli storici paesaggi vitati vesuviani sono stati tenuti in vita da una generazione di viticoltori eroici, che affrontano quotidianamente sacrifici enormi. Uno sforzo reso ancora più gravoso da una burocrazia eccessiva che, in un’area soggetta ad ulteriori vincoli restrittivi, finisce praticamente per ingessare anche i processi virtuosi. Tutto questo, come in un paradosso, si trasforma in strumenti di forza per chi su questo territorio nutre visioni meno nobili. Questo rischio torna ora più forte che mai, perché le fiamme possono ulteriormente alimentare anche il collasso delle piccole aziende gestite da eroici agricoltori. C’è il rischio – conclude la guida del Consorzio – che anche questi valorosi protagonisti, di fronte a questa ulteriore e più difficile sfida, in mancanza di risposte concrete possano gettare la spugna e abbandonare i terreni agricoli. Il Vesuvio perderebbe così le ultime sentinelle a presidio di un ecosistema fragile. E sarebbe un danno per il mondo intero, non solo per Napoli e la Campania».
Questo forte desiderio di impegno è tutto racchiuso in quel #ioamoilvesuvio, l’hashtag che i soci del Consorzio lanciano a difesa di questo grande patrimonio.



 

 

ALTRE NEWS


Notizie dall'Italia e dall'Estero - Lasiritide OUT -
20/02/2018 - Esordio in campionato con vittoria per le Dimedia Aquile

In una domenica tormentata da un forte maltempo, le Dimedia Aquile hanno debuttato nel campionato di III Divisione con un’agevole vittoria casalinga sugli Alligators Rovigo. La formazione veneta, all’esordio assoluto in un torneo federale, si è presentata a Ferrara con un vo...-->continua

19/02/2018 - Autismo, trovati biomarcatori che portano a diagnosi precoce

Messo a punto un nuovo test, il primo di questo tipo, per identificare i disturbi dello spettro autistico (Asd) anche in età molto precoce e aprire la strada a nuovi trattamenti. Il test, basato sull'individuazione di specifici danni alle proteine plasmatiche...-->continua

19/02/2018 - Teatro Trastevere a Roma: UN AMORE IN ALTALENA di Frank T

Due anime sole, dissolute, tremendamente irrisolte, con un passato ingombrante alle spalle, si incontrano durante un party di una New York oscura e inospitale.
Si cercano, si trovano, si perdono.
Alla fine si legano.
E’ la loro inadeguatezza, la l...-->continua

19/02/2018 - Al via Bando Regione Lazio Internazionalizzazione PMI 2018

A sostegno delle PMI, dei liberi professionisti e delle imprese, per rilanciare il Made in Italy nel mondo e aprire nuove connessioni con il mercato internazionale, Lazio Innova presenta il bando Regione Lazio Internazionalizzazione PMI 2018: 2,2 milioni per l...-->continua

17/02/2018 - Paolo VI sarà santo quest'anno

"Paolo VI sarà santo quest'anno": lo ha detto Papa Francesco parlando con i sacerdoti romani. L'incontro a porte chiuse si era svolto giovedì scorso ma oggi è stato diffuso il testo.

Parlando del libretto con le frasi dei Papi distribuito in Laterano...-->continua

16/02/2018 - Esordio Aquile griffate Dimedia contro gli Alligators Rovigo

Domenica 18 febbraio le Aquile anche quest’anno griffate Dimedia esordiranno a Ferrara nella prima giornata del campionato italiano senior di football americano, opposte agli Alligators Rovigo. Sarà per il team estense la seconda stagione in terza divisione, a...-->continua

16/02/2018 - Castrovillari:presentazione “Transumanze culturali tra due Parchi” con Oliverio

L’onorevole Mario Oliverio, Presidente della Giunta Regionale, lunedì 19 febbraio, terrà le conclusioni della presentazione del programma d’area integrato, “Transumanze culturali tra due Parchi” finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e...-->continua


CRONACA BASILICATA

20/02/2018 - Anas: 1,3 milioni per 7 viadotti lucani
20/02/2018 - Centrale del Mercure: Enel promette 10 assunzioni entro marzo?
20/02/2018 - Continuità assistenziale, compenso forfettario per i medici
20/02/2018 - Sigla protocollo tra Commissione Pari Opportunità e Cia

SPORT BASILICATA

20/02/2018 - Futsal B: l'Or.Sa. sconfitta a Salerno ma resta terz'ultima
20/02/2018 - Sci Club Montenero vince la 23^ coppa Terranova - memorial Riccardi
20/02/2018 - Anno nuovo,squadra nuova per Domenico Pozzovivo
20/02/2018 - Promozione: il Ferrandina aggancia la vetta

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI
20/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 20-2-2018

San Fele: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobis, corso Umberto I, via Nocicchio, via Canosa, strada comunale Pergola.
Oppido Lucano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 13:00 di oggi e fino al termine dei lavori nelle seguenti contrade: S. Francesco, Ripa D'Api, Forno e c.da Trigneto.
Bella: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

19/02/2018 "Operazione coriandolo",20 lavoratori irregolari

"Ben 20" lavoratori "completamente in nero" sono stati scoperti dall'Ispettorato del lavoro durante controlli effettuati negli ultimi giorni di carnevale e in occasione di San Valentino in ristoranti, pub e locali notturni, in diversi centri della Basilicata. Funzionari dell'Ispettorato e Carabinieri hanno controllato 18 attività, 13 in provincia di Potenza e cinque in quella di Matera: solo quattro sono risultate regolari.Ansa

19/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 19 Febbraio

San Fele: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobs, corso Umberto I , via Nocicchio, via Canosa, strada comunale Pergola.





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo