HOME Contatti Direttore WebTv News News Sport Cultura ed Eventi
 
Alberi monumentali del veneto: i vincitori del concorso didattico regionale

16/05/2017

I “monumenti viventi” sono ben 110 come la sequoia gigante di Longarone o la magnolia grandiflora di S. Antonio a Padova. Le scuole di Pianiga-VE e Monselice-PD si sono aggiudicate il primo premio del Concorso indetto da Regione, Ufficio Scolastico Regionale e Veneto Agricoltura dedicato agli alberi monumentali, straordinario patrimonio da tutelare valorizzare.

Nel Veneto sono ben 110 gli alberi monumentali ufficialmente censiti, autentico patrimonio naturale vivente da conoscere, tutelare e valorizzare. Un patrimonio frutto anche di storia, fatti e testimonianze perché questi monumenti della biodiversità sono stati, a volte per secoli, “sentinelle” di luoghi e paesaggi.
Qualche esempio? La sequoia gigante di Longarone (Bl) che ha resistito all’ondata distruttrice e mortale del Vajont; la farnia di Fossalta di Portogruaro (Ve), già presente nelle mappe del 1600; la magnolia grandiflora che dal 1810 fa bella mostra di sé nel Chiostro di S. Antonio a Padova.
L’elenco di queste meraviglie della natura è lungo e sul sito internet dedicato, curato da Veneto Agricoltura (http://bit.ly/1MeuisQ), è anche ben dettagliato, visto che è suddiviso per provincia e singole schede che descrivono dettagliatamente e mostrano ogni albero monumentale censito.
Per valorizzare questo importante patrimonio naturale, la Regione Veneto, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e Veneto Agricoltura, l’Agenzia regionale per l’innovazione nel settore primario, ha indetto ad inizio anno scolastico 2016-2017 il Concorso didattico “Alberi monumentali del Veneto, le radici del nostro futuro”. Si tratta di una iniziativa rivolta alle scuole primarie e secondarie di primo grado collegata a un più ampio progetto regionale di tutela e valorizzazione del patrimonio arboreo monumentale, tema molto importante visto che la gestione di un albero monumentale richiede grande impegno e responsabilità da parte del proprietario, Ente pubblico o privato che sia, ma anche dell’intera collettività.
Partendo proprio dal presupposto che gli alberi monumentali raccontano anche storie antiche di territori, eventi e uomini del passato, i promotori del progetto hanno voluto coinvolgere il mondo della scuola con l’obiettivo di far scoprire ai più giovani questo straordinario patrimonio naturale. Allo scopo, Regione Veneto e Veneto Agricoltura hanno messo a disposizione delle scuole aderenti all’iniziativa - ben 47 da tutte le province - il Quaderno didattico “Alberi monumentali del Veneto, le radici del nostro futuro” che è servito da strumento di lavoro in classe.
Nei loro elaborati, i ragazzi sono riusciti ad esprimere con sguardo attento la loro idea di albero monumentale, raccontando le storie dei luoghi e approfondendo gli aspetti botanici, floristici ed ecologici di questi monumenti naturali.
In dirittura d’arrivo dell’anno scolastico è giunto il responso con l’elenco delle scuole vincitrici del Concorso. Il compito della giuria non è stato semplice, data la qualità degli elaborati pervenuti, ma alla fine i vincitori sono stati decretati, con tanto di motivazione.
Per quanto riguarda le scuole primarie si sono classificate ai primi tre posti:
- la Scuola “L. da Vinci” di Pianiga (VE) per “aver esplorato, attraverso diverse forme espressive, il complesso mondo degli alberi ed averne colto la bellezza e l’importanza facendole proprie”. (Si aggiudica un computer portatile).
- la Scuola “D. Broglio” di Colognola ai Colli (VR) per “aver raccontato la storia del Platano dei cento bersaglieri con un racconto personale e vivissimo, divertente e sorprendente, che ha portato gli alunni a scoprire tutti i segreti di un albero vetusto”. (Si aggiudica uno stereo microscopio didattico).
- la Scuola di Valpantena (VR) per “aver lavorato in modo fortemente interdisciplinare e laboratoriale, sperimentando anche la germinazione dei semi, approfondendo temi legati ai propri luoghi e territori. (Si aggiudica una macchina fotografica digitale).
Per quanto riguarda le scuole secondarie di primo grado:
- la Scuola “G. Zanellato” di Monselice (PD) per “aver colto pienamente il tema proposto, con un elaborato semplice ed accurato, originalissimo nell’associare sei alberi monumentali a temi di letteratura, arte, scienza e storia e restituendo il lavoro svolto con grande capacità comunicativa”. (Computer portatile).
- la Scuola di Romano d'Ezzelino (VI) per “aver affrontato il tema proposto raccontando la storia del Faghér del Cristo attraverso elementi di esplorazione sul campo, di espressione artistica e recuperando la tecnica dell’erbario con elementi di insiemistica. (Stereo microscopio didattico).
- la Scuola “G. Carducci” di Este (PD) per “aver raccontato il Castagno, specie che caratterizza parte del paesaggio veneto, approfondendo la conoscenza di questo albero esplorandone anche tutte le risorse e gli utilizzi”. (Macchina fotografica digitale).
Al seguente link è scaricabile il Quaderno didattico “Alberi monumentali del Veneto, le radici del nostro futuro”: http://bit.ly/2pEXy81
Per informazioni sugli alberi monumentali d’Italia e la nuova normativa che disciplina la materia si veda: http://bit.ly/2pFiQSF



 

 

ALTRE NEWS


Notizie dall'Italia e dall'Estero - Lasiritide OUT -
28/06/2017 - Tortora: convegno su “Le ricerche nel foro di Blanda” (2016-2017)

Si concluderanno con il convegno “Le ricerche nel Foro di Blanda (2016-2017)”, in programma venerdì 30 giugno, cinque settimane di scavo sul colle Palècastro.
L’incontro, che si terrà presso la sala consiliare, alle ore 17.30, è stato organizzato dal Dipartimento di Civ...-->continua

27/06/2017 - Ritorno al Cilento. I seminari di storia dell’arte

Il 30 giugno alle ore 17.00 nel Museo del Parco Archeologico Nazionale di Paestum si terrà l’ultimo incontro dei seminari Ritorno al Cilento. I seminari di storia dell'arte, a cura del Centro Studi sulla Civiltà Artistica dell’Italia Meridionale “Giovanni Pre...-->continua

27/06/2017 - Caldo e afa nemici del cuore, i consigli per un'Estate sicura

Caldo ed afa possono diventare dei pericolosi nemici per i pazienti cardiopatici: per un'Estate in sicurezza è dunque necessario rispettare alcuni fondamentali accorgimenti, a partire dalla gestione delle terapie e senza dimenticare il ruolo dell'alimentazione...-->continua

27/06/2017 - Domani a Legnaro-PD l’agricoltura veneta sotto la lente

Alle ore 11,00 c/o la sede di Veneto Agricoltura (Agripolis) conferenza stampa di presentazione di tutti i numeri dell’agroalimentare veneto 2016 settore per settore.

Vale ben 5,7 miliardi di euro il settore agroalimentare veneto, che nel 2016 ha seg...-->continua

27/06/2017 - Suoni della Murgia nel Parco. Due Concerti tra sabato 1 e domenica 2 luglio

Ancora tanta buona musica e due straordinari percorsi nella natura in programma nel prossimo fine settimana per la IV Edizione di Suoni della Murgia nel Parco, il Festival del Parco dell’Alta Murgia.
Si inizia sabato 1 luglio con il Concerto all’imbrunir...-->continua

26/06/2017 - Legalità e lavoro, il Sud deve ripartire da qui

Tecnologia e innovazione a servizio del lavoro, contrasto all’illegalità, contrattazione di secondo livello e strumenti finanziari disponibili per la ristrutturazione del Lavoro nel tessuto economico del Mezzogiorno, sono state le principali linee guida del Pr...-->continua

26/06/2017 - Agroalimentare veneto: cresce, anche se di poco

Produzione agricola e bilancia commerciale con segno “+” nel 2016. Cala il numero delle imprese “individuali” ma aumenta quello degli occupati. Mercoledì 28 giugno (ore 11) a Legnaro-PD Conferenza Stampa di Veneto Agricoltura per presentare, settore per settor...-->continua


CRONACA BASILICATA

28/06/2017 - Controlli night club Metapontino: sanzioni per lavoro nero e carenza sicurezza
27/06/2017 - Avviate attività del centro per l’autismo
27/06/2017 - Senise: incendio alle spalle dello stadio comunale
27/06/2017 - Braia: emergenza cinghiali, parte formazione per 400 nuovi selecontrollori

SPORT BASILICATA

28/06/2017 - Eccellenza - Di Vincenzo: 'Pronto per un progetto stimolante'
27/06/2017 - Basket serie B,Olimpia Matera ricomincia da Ravazzani
27/06/2017 - A Oppido Lucano la prima prova del Memorial Vito Vasile
27/06/2017 - Sitting Volley: la prima della Nazionale senza Francesco Conte

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI
27/06/2017 Antonio Lanorte è il nuovo Presidente regionale Legambiente

Legambiente Basilicata Onlus ha provveduto ad eleggere il nuovo Presidente Regionale nella persona di Antonio Lanorte che prende il testimone lasciatogli da Alessandro Ferri.
Il Consiglio Direttivo regionale dell’associazione a larghissima maggioranza lo ha eletto presidente con il mandato di dare nuovo impulso e rilanciare l’azione dell’associazione in Regione.
Ad Alessandro Ferri va il ringraziamento di tutta l’associazione per il lavoro svolto e ad Antonio Lanorte il sostegno convinto di tutti i Circoli e dei soci lucani per un proficuo lavoro e per contribuire ad affermare, anche in Basilicata, le ragioni dell’ambientalismo scientifico e della proposta legambientina di una società sostenibile, giusta e solidale.

27/06/2017 Sospensione idrica a Venosa in vico Pesce

Venosa: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in vico del Pesce resterà sospesa fino ad ultimazione dei lavori.

27/06/2017 Sospensioni Erogazioni Idriche

Avigliano, Pietragalla, Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori alla condotta adduttrice Piano La Giva, l'erogazione dell'acqua potabile resterà sospesa fino al termine dei lavori nelle seguenti zone:. AVIGLIANO: Bufolaria, Giardiniera Inferiore, Imperatore; Lagopesole, Mezzo Miero, Possidente, Sant'Angelo, Sarnelli e Torretta PIETRAGALLA: Cappelluccia, Caprancillo, San Giorgio, San Nicola e Zona Paip di San Nicola POTENZA: Ciahiancali e San Nicola.





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo