HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

Convegno celebrativo per i 100 anni del Ponte Pianello a Muro Lucano

21/09/2018

Si terrà sabato 22 settembre alle 17:30 presso la Sala Consiliare di Piazza Don Minzoni, il convegno celebrativo per i 100 anni del Ponte Pianello a Muro Lucano. Un’opera ingegneristica unica, trai primi esempi di collegamento stradale sospeso in cemento armato costruito in Italia. Voluto dal melfitano ministro Francesco Saverio Nitti, cambiò le abitudini del viaggio quotidiano dei muresi verso la frazione di Capodigiano che fino ad allora attraversavano il Sentiero delle Ripe e dei Mulini, un luogo unico, oggi candidato a luogo del cuore FAI . Interverranno per l’occaione e nello specifico delle loro competenze: il sindaco Giovanni Setaro, l’ingegnere Pasquale Stella Brienza “presidente associazione Officina delle idee”, l’Ingegnere Giovanni Motta “componente ass. Officina delle idee”, il presidente Pro Loco Giuseppe Setaro, lo storico Galdino Zaccardo “Dal Sentiero delle Ripe al Ponte Pianello”, l’architetto Giancinto Indelli “Una eccellenza di architettura strutturale del primo ‘900”, il professore Felice Carlo Ponzo “Tecniche innovativedi indagine strutturale”, il professor Lucio della Sala “Il recupero strutturale delle opere d’arte”. Modera la serata la dott.ssa Emanuela Calabrese. Ad inizio 1900, esattamente nel 1904, Francesco Saverio Nitti si candidò deputato nel collegio di Muro Lucano e fu un trionfo di voti: 1323 voti su 1337. Una delle sue prime attività fu l’instituzione una commissione d’inchiesta sulla Basilicata e sulle condizioni della popolazione, varando un piano di lavori pubblici. In quest’ottica fu rivolto a Muro il suo primo pensiero, tanto da voler incentrare in questa zona della Basilicata un crogiolo di innovazioni che avrebbero dovuto trasformare il Mezzogiorno a partire dal Ponte, la Diga artificiale e la Centrale idroelettrica. Dai documenti è possibile conoscere il costo complessivo dell’opera che fu di circa 84.378,78 Lire, subendo un rincaro del 10% a causa della lievitazione dei prezzi dovuta proprio al conflitto bellico europeo, che caratterizzò il quadriennio ‘15-‘18. Ad inizio 1900, esattamente nel 1904, Nitti si candidò deputato nel collegio di Muro Lucano e fu un trionfo di voti: 1323 voti su 1337. Una delle sue prime attività fu l’instituzione una commissione d’inchiesta sulla Basilicata e sulle condizioni della popolazione, varando un piano di lavori pubblici. In quest’ottica fu rivolto a Muro il suo primo pensiero, tanto da voler incentrare in questa zona della Basilicata un crogiolo di innovazioni che avrebbero dovuto trasformare il Mezzogiorno a partire dal Ponte, la Diga artificiale e la Centrale idroelettrica. Dai documenti è possibile conoscere il costo complessivo dell’opera che fu di circa 84.378,78 Lire, subendo un rincaro del 10% a causa della lievitazione dei prezzi dovuta proprio al conflitto bellico europeo, che caratterizzò il quadriennio ‘15-‘18. Nel gennaio 1917 la costruzione inizia a prendere la forma definitiva, intravvedendosi l’arcata unica che collega le due sponde a picco. Nel 1918 si svolgono le prove di collaudo e domenica 14 luglio il sindaco ed ingegnere Luigi Pistolese attraversa per primo il nuovo ponte per l’inaugurazione. Ad oggi, il ponte chiamato anche Ripa-Pianello, prendendo il nome dal luogo, è uno dei primi esempi di collegamento stradale sospeso in cemento armato costruito in Italia. Si presenta con un arco parabolico di 40 metri, sospeso nel vuoto del precipizio sottostante per 105 metri di altezza. Ha una lunghezza totale di 76,30 metri e una larghezza di 5,20. PRO LOCO MURESE



archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
17/10/2018 - Successo a Venosa per il Festival dei Cinque Continenti, tra cucina e spettacoli

Domenica 14 ottobre Venosa ha ospitato la quattordicesima edizione del Festival dei Cinque Continenti, la rassegna di spettacoli e arte ideata dall’associazione culturale “Il Circo dell’Arte” e organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Venosa...-->continua

17/10/2018 - “Anime Brulicanti”, l'unica trilogia di racconti dedicata alla città dei Sassi

Con “Tradizioni e speranze” si conclude a Matera sabato 20 ottobre alle 18,30 a Casa Cava “Anime Brulicanti” (Altrimedia edizioni), l'unica trilogia di racconti, scritta da Francesco Sciannarella, che narra la città dei Sassi dagli anni '50 a oggi.
Nel co...-->continua

17/10/2018 - APT Basilicata:Matera e la Basilicata a Palermo con Fucina Madre

Matera e la Basilicata saranno presenti a Palermo dal 25 ottobre al 4 novembre 2018 con Fucina madre - mostra di artigianato artistico e design, e Paesaggio sonoro - spettacoli di musica e poesia lucana.
Ideate e organizzate dall’Agenzia di Promozione Terr...-->continua

17/10/2018 - Il Parco Urbano delle cantine di Rapolla su Rai 1

Parco Urbano delle Cantine di Rapolla a “LA VITA IN DIRETTA”
Nella giornata di giovedì 18 ottobre dalle ore 16.30 alle 19.00 alla nota trasmissione di Rai ci sarà il servizio dedicato al Parco Urbano delle Cantine di Rapolla . Una grande opportunità. 16 ...-->continua

E NEWS



WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo