HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Legambiente dice no all段mpianto dei rifiuti di Senise

3/07/2014



鉄i faccia marcia indietro- si legge in una nota diffusa Legambiente Basilicata e Circolo Legambiente di Senise- Politica inappropriata e fallimentare. L置nica strada percorribile quella della 4R: riuso, raccolta differenziata, riciclo e riduzione Riuso, raccolta differenziata e riciclo dei rifiuti, insieme alla riduzione in fase di produzione, sono gli unici pilastri di una gestione integrata dei rifiuti (la strategia delle 4R) capace di dare una soluzione di lungo termine al problema, consentendo di risparmiare materie prime e ridurre l置so delle discarica, e quindi anche lo sfruttamento e l段nquinamento del suolo. E per questo motivo che la Legambiente Basilicata e il Circolo Legambiente di Senise chiedono urgentemente alla Regione Basilicata di fare marcia indietro rispetto all誕ccordo di reindustrializzazione del sito produttivo inattivo della societ 溺e.Com Srl di Senise (Pz). Il progetto prevede la realizzazione di un impianto multifunzionale per il trattamento di rifiuti solidi urbani con produzione di CSS (combustibile solido secondario) a partire da Rsu (rifiuti solidi urbani). Per l誕ssociazione si tratta di un metodo di smaltimento dei rifiuti del tutto inappropriato e fallimentare. Il trattamento meccanico del tal quale una scelta primitiva e che non d nessun contributo al raggiungimento dell弛biettivo del 65% di raccolta differenziata stabilita dalla legge, obiettivo tra l誕ltro raggiunto dal Comune di Senise che nel 2012 arrivata al 43,72% di raccolta differenziata proprio grazie al metodo del porta a porta. Le pi recenti Direttive europee al riguardo indicano che le discariche vanno via via chiuse, e gli inceneritori devono essere utilizzati in maniera sempre pi residuale. Ma, soprattutto l旦nione europea (con la direttiva 2008/98/CE) si data l弛biettivo di una 都ociet del riciclaggio con un alto livello di efficienza, cercando di limitare la produzione di rifiuti e di utilizzarli come risorse. Agli Stati membri viene chiesto di impegnarsi affinch i materiali riciclabili non finiscano in discarica, ed entro il 2020 il riciclaggio dei rifiuti urbani (limitatamente a metalli, carta, vetro, plastica) dovr essere cresciuto almeno del 50% in peso. Obiettivi, questi, impossibili da raggiungere se in Basilicata continuiamo a progettare impianti come quello di Senise, anche qualora utilizzasse le pi moderne tecnologie. Il progetto tecnico, da quello che si potuto vedere, ampiamente insufficiente, non contiene nessun riferimento ai codici CER, condizione minima per poter comprendere realmente le tipologie dei rifiuti che si vogliono trattare, condizione necessaria per valutare la sua pericolosit, anche in funzione della particolare collocazione dell段mpianto, in zona agricola e nelle immediate vicinanze del lago di Monte Cotugno. Alla luce di ci, la Legambiente Basilicata e il Circolo Legambiente di Senise si augurano che il Comune e la Regione Basilicata facciano un repentino dietro front, puntando su una politica di raccolta e smaltimento dei rifiuti pi lungimirante e duratura nel tempo, capace di garantire sviluppo economico e di salvaguardare l誕mbiente, guardando al futuro e non al passato.



ALTRE NEWS

CRONACA

21/04/2019 - Viggianello: una strada comunale interrotta per una frana - VIDEO
21/04/2019 - Senise: atti vandalici davanti a un bar
21/04/2019 - A Metaponto sequestrato un camping
21/04/2019 - Droga.Ferrandina: controllo antidroga in circolo privato. Arrestato un 27enne

SPORT

20/04/2019 - Ritorna alla vittoria il Potenza Calcio
20/04/2019 - P2M En&Gas Potenza,ipoteca sul titolo regionale di Serie D maschile
20/04/2019 - Futsal Senise: i Giovanissimi bissano il primato regionale
20/04/2019 - Rotonda: entra nella prima squadra di calcio amputati del sud

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

21/04/2019 Riaperta al traffico la Strada Provinciale 5 (ex SS 176) nei pressi di Craco

ネ stata riaperta al transito la Strada Provinciale 5 (ex SS 176), all誕ltezza del km 4+100, lungo il tratto Pisticci - Craco.
Dopo l段mmediata ordinanza di chiusura della strada disposta tre giorni fa a seguito di controlli che evidenziavano un cedimento di un muro andatore sui cui poggia la rampa di accesso al noto ponte Bailey, la Provincia di Matera si tempestivamente adoperata per mettere in sicurezza quella zona e garantire cos la pubblica incolumit degli utenti.
Gi ieri mattina, infatti, dopo l段ntervento di somma urgenza effettuato, si proceduto alla riapertura della strada provinciale al transito dei mezzi.

20/04/2019 Sospensione idrica oggi 20 Aprile in Basilicata

Potenza: a causa deld protrarsi dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in contrada Poggio Cavallo, contrada Rossellino, via Rifreddo e via De Nicola rester sospesa fino alla mezzanotte.

19/04/2019 Sospensione idrica a Rionero In Vulture

Rionero in Vulture: per consentire lavori di manutenzione straordinaria del serbatoio cittadino, marted 23 aprile l弾rogazione idrica sar sospesa dalle ore 14 alle ore 7 del mattino successivo, salvo imprevisti. La sospensione riguarder l段ntero abitato ad eccezione delle frazioni di Monticchio e delle seguenti zone: contrada Scascione, contrada Ventaruolo, contrada Colonnello, via del Brigantaggio, via Padre Tortorella, viale della Bramea, via della Ninfea Bianca, via Alborella Vulturina, via Fontana Castagno e strade limitrofe.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

的 lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l弛recchio teso a quel fremito oscuro, l弛cchio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si poi chiamata 田ultura del territorio. Oggi, nell弾ra della scienza, proprio quella cultura che venuta meno. Dalle paure ancestrali si passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo