HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise, storia di Imed, abusivo in una casa per protesta

8/05/2014



Ha occupato abusivamente un alloggio popolare per auto-denunciarsi e sollevare un problema. Imed Yahyaoui è un falegname tunisino di 43 anni. Vive a Senise dal 2006, ha una moglie di 33 anni dalla quale ha avuto tre bambini di 5, 4 e 2 anni, tutti nati in Italia. Quando Imed è arrivato 8 anni fa aveva già un aggancio lavorativo con una ditta locale che lo ha regolarmente contrattualizzato, a tempo indeterminato, come falegname. “Avevo voglia di conoscere il mondo- racconta- per questo ho deciso di trasferirmi”. Dopo 4 anni la ditta per cui lavora è costretta a chiudere e Imed perde il suo impiego. “Da allora è stato difficile trovare lavoro- spiega- ma in molti sapevano come lavoravo e ho cominciato ad arrangiarmi lavorando saltuariamente. Nel frattempo sono arrivati tre bambini. Non ho chiesto mai nulla. Oggi chiedo una casa”. Imed non cerca niente altro che un alloggio popolare. Un alloggio che potrebbe permettersi con i soldi che recupera dal lavoro che, anche se saltuariamente, riesce a trovare. Ma pagare un affitto più alto non gli è possibile. Per questo ha cominciato a chiedere come fare per avere un alloggio popolare. Imed è andato al Comune e gli è stato spiegato che esiste una graduatoria ferma da qualche anno che non può essere riaperta fino a quando non scorre quella attuale. L’amministrazione, ci ha spiegato il sindaco, ha anche fatto un avviso pubblico per l’acquisizione di alloggi da privati per aumentare la disponibilità di abitazioni da assegnare. Anche perché, il caso di Imed, purtroppo non è isolato.“Mi è stato consigliato di rivolgermi alla Prefettura. Io ci sono andato di persona, assieme a tutta la mia famiglia, e mi hanno detto che dovevo scrivere una lettera e comunicare la mia situazione. La lettera l’ho scritta e inviata circa 4 mesi fa ma non ho ricevuto risposta. Conservo ancora la ricevuta della raccomandata”. Un mese fa Imed decide di occupare abusivamente un appartamento. Sfonda la porta, ne trova uno vuoto e ci mette i materassi per sé e la sua famiglia. La sera riceve la visita dei carabinieri. “Io volevo che arrivassero”dice. Il giorno dopo, alle 8.30, Imed racconta di essere andato personalmente alla Polizia Municipale. Adesso ha una lettera, da parte dell’Ater, dove è scritto che deve lasciare la casa entro 30 giorni. Il tempo scade a metà maggio. Ci mostra anche un referto dell’ospedale di Lagonegro dove c’è scritto che sua moglie è affetta da “salpingite e ovarite acuta”, in seguito ad una visita dello scorso gennaio. E tutto quello che Imed chiede è un tetto sopra la testa.


Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

19/04/2018 - Acquedotto Lucano: nessun superamento dei limiti di trialometani
19/04/2018 - Oltre 3 kg di tabacchi di contrabbando sequestrati nel metapontino
18/04/2018 - Provincia di Matera: politici e impiegati restituiranno oltre 230 mila euro
18/04/2018 - Nova Siri marina: il sindaco vieta l’uso dell’acqua per bere e mangiare

SPORT

19/04/2018 - La Geosat Geovertical al lavoro per gara 3 a Taviano
18/04/2018 - Eccellenza: respinto il ricorso della Soccer Lagonegro
18/04/2018 - Seconda Ctg/C: la Lainese vince, ma resta terza e dice addio ai play off
18/04/2018 - Domenico Pozzovivo capitano al Giro d’Italia 2018

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

18/04/2018 Comunicazione sospensione idrica Basilicata 18 Aprile 2018

Lauria: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 15:00 di oggi salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Galdo, Mosella, Piano Menta, Melara, S. Crispino, Taverna del Postiere, S. Elia, Madama Angiolella, Montegaldo e Cesinelle.
Rapolla: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Marciano resterà sospesa fino alle ore 12:30, salvo imprevisti.

16/04/2018 Sospensioni idriche 17 aprile 2018

Nova Siri: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione in viale Europa, nella giornata di domani l'erogazione idrica a Nova Siri paese sarà sospesa dalle ore 10:00 alle ore 22:00, salvo imprevisti.

15/04/2018 Unibas, cordoglio a famiglia Pittella

La Rettrice dell'Università della Basilicata, Aurelia Sole, esprime, a nome dell'ateneo, sincere condoglianze alla famiglia Pittella per la scomparsa del Senatore Domenico Pittella".

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo