HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Un Ponte per l’occupazione: bando per giovani e imprese

18/04/2014



C’è tempo fino al 15 maggio per partecipare all’Avviso pubblico finalizzato a favorire l’ingresso nel mondo del lavoro dei giovani che hanno concluso il percorso formativo previsto dal Programma “Un ponte per l’occupazione”. I termini, la cui scadenza era stata fissata per il 15 marzo, sono stati prorogati di due mesi per consentire la maggiore partecipazione possibile. La dotazione finanziaria di 4.160.000 euro rientra nel Po Fse Basilicata 2007-2013.
Il bando sostiene sia l’assunzione a tempo indeterminato nelle imprese lucane che l’avvio di nuove attività imprenditoriali. Per ciascun giovane, laureato o diplomato, è previsto un incentivo di 10 mila euro, al fine di poter spendere le proprie capacità e competenze in una concreta opportunità di lavoro. Destinatari sono i partecipanti al Programma “Un Ponte per l’occupazione”, residenti in Basilicata, che alla data di assunzione risultino disoccupati o inoccupati. L’elenco dei giovani con l’indicazione delle qualifiche raggiunte e l’allegato curriculum vitae, sono consultabili sul portale della Regione Basilicata - sezione Avvisi e bandi al link: http://portalebandi.regione.basilicata.it/portalebandi/detail-bando.jsp?id=62141
Il bando è rivolto da un lato alle imprese, con sede operativa nella regione, alle quali spetteranno contributi per l’assunzione a tempo pieno o parziale di uno o più giovani professionalizzati rispondendo così al bisogno dell’azienda di inserire personale specializzato, dall’altro ai partecipanti al “Ponte per l’occupazione”.
L’Avviso incoraggia, infatti, la nascita di nuove imprese ad opera di soggetti altamente qualificati, con l’obiettivo di renderli protagonisti attivi del cambiamento e dell’innovazione.
Gli aspiranti imprenditori potranno candidarsi in forma singola o associata sommando, in quest’ultimo caso, gli incentivi previsti. Per loro, Basilicata Innovazione ha organizzato un breve ciclo di incontri, programmati a Potenza il 23, 24 e 28 aprile (ore 10-12 Sala A del Consiglio regionale) allo scopo di fornire gli strumenti di base funzionali alla creazione di nuove imprese con potenziale di crescita. Sarà realizzato con il supporto degli analisti di Bi Cube, l’incubatore di Primo Miglio in collaborazione con il Dipartimento regionale alle Politiche di Sviluppo.
Il primo seminario verterà su come si struttura un progetto imprenditoriale e ne illustrerà gli elementi caratterizzanti. A seguire, si parlerà della pianificazione economico-finanziaria, soffermandosi sulla sostenibilità e le prospettive di sviluppo, fino all’ultimo seminario in cui sarà presentato il modello dell’elevator pitch quale format di riferimento per una strutturazione sintetica del progetto imprenditoriale e, infine, saranno svolte sessioni con i team imprenditoriali.
Basilicata Innovazione, inoltre, sarà a disposizione per fornire le informazioni utili alla creazione di percorsi imprenditoriali a contenuto innovativo.
La domanda per gli incentivi, sia per l’assunzione che per l’autoimprenditorialità, può essere presentata on line, cliccando su http://portalebandi.regione.basilicata.it/portalebandi/detail-bando.jsp?id=62141
Per avere chiarimenti e informazioni ci si può rivolgere all’Urp del Dipartimento alle Politiche di Sviluppo (0971 668624 – mail urpattivitaproduttive@regione.basilicata.it) o entrare sul sito internet della Regione Basilicata (www.regione.basilicata.it), cliccando sulla sezione ‘Dipartimenti’ e selezionando ‘Attività Produttive’.



ALTRE NEWS

CRONACA

21/04/2019 - Viggianello: una strada comunale interrotta per una frana - VIDEO
21/04/2019 - Senise: atti vandalici davanti a un bar
21/04/2019 - A Metaponto sequestrato un camping
21/04/2019 - Droga.Ferrandina: controllo antidroga in circolo privato. Arrestato un 27enne

SPORT

21/04/2019 - Karate: Pasqua d'oro a Rabat
20/04/2019 - Ritorna alla vittoria il Potenza Calcio
20/04/2019 - P2M En&Gas Potenza,ipoteca sul titolo regionale di Serie D maschile
20/04/2019 - Futsal Senise: i Giovanissimi bissano il primato regionale

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

21/04/2019 Riaperta al traffico la Strada Provinciale 5 (ex SS 176) nei pressi di Craco

È stata riaperta al transito la Strada Provinciale 5 (ex SS 176), all’altezza del km 4+100, lungo il tratto Pisticci - Craco.
Dopo l’immediata ordinanza di chiusura della strada disposta tre giorni fa a seguito di controlli che evidenziavano un cedimento di un muro andatore sui cui poggia la rampa di accesso al noto ponte Bailey, la Provincia di Matera si è tempestivamente adoperata per mettere in sicurezza quella zona e garantire così la pubblica incolumità degli utenti.
Già ieri mattina, infatti, dopo l’intervento di somma urgenza effettuato, si è proceduto alla riapertura della strada provinciale al transito dei mezzi.

20/04/2019 Sospensione idrica oggi 20 Aprile in Basilicata

Potenza: a causa deld protrarsi dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in contrada Poggio Cavallo, contrada Rossellino, via Rifreddo e via De Nicola resterà sospesa fino alla mezzanotte.

19/04/2019 Sospensione idrica a Rionero In Vulture

Rionero in Vulture: per consentire lavori di manutenzione straordinaria del serbatoio cittadino, martedì 23 aprile l’erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 14 alle ore 7 del mattino successivo, salvo imprevisti. La sospensione riguarderà l’intero abitato ad eccezione delle frazioni di Monticchio e delle seguenti zone: contrada Scascione, contrada Ventaruolo, contrada Colonnello, via del Brigantaggio, via Padre Tortorella, viale della Bramea, via della Ninfea Bianca, via Alborella Vulturina, via Fontana Castagno e strade limitrofe.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo