HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Incendio nella Centrale del Mercure. Sindaco di Viggianello:'vogliamo i referti'

10/07/2013



Se ne sono accorti alcuni cittadini di Viggianello mentre stavano lavorando nei campi. Dall’interno della Centrale del Mercure fuoriusciva del fuoco e, racconta il sindaco di Viggianello Vincenzo Corraro, accorso sul posto “oltre ai Vigili del Fuoco sono intervenuti anche i sanitari del 118 perché alcune persone si sono sentite male, intorno si avvertiva in maniera molto forte un odore acre che sapeva di plastica bruciata”. Sembra, da quanto comunica anche la Ola (Organizzazione Lucana Ambientalista) che a prendere fuoco siano state alcune strutture all’interno della centrale del Mercure dove erano in corso prove di funzionamento. Le fiamme si sarebbero propagate – secondo testimoni accorsi sul posto richiamati dal fumo, dalle fiamme e dalle sirene dei vigili del fuoco – nei pressi dei carrelli trasportatori della biomassa e si sarebbero estese anche ad altre strutture. “Un episodio grave che ci allarma ancora di più- dice Corraro- ho provveduto immediatamente a richiedere il referto di quanto accaduto, anche perché in ben due ore di attesa, ieri, non abbiamo ricevuto alcuna informazione”.
La Ola chiede che gli organi di controllo facciano chiarezza sull’accaduto che potrebbe aver coinvolto le strutture ancora non bonificate di amianto all’interno del perimetro della centrale. Un episodio - fa rilevare la Ola – che mostra la pericolosità di un impianto inattivo per anni che Enel vorrebbe mettere in funzione ad ogni costo all’interno del parco nazionale del Pollino, contro le volontà dei cittadini della Valle del Mercure e delle amministrazioni comunali di Rotonda e Viggianello.

MpV
Lasiritide.it





"Un’esplosione. Le fiamme. Una nuvola nera. La gente in ospedale con malori e sintomi vari. Squadre di Vigili del Fuoco da Lauria e Castrovillari. Le Forze dell’Ordine a presidiare e indagare. L’allarme sociale altissimo. I Sindaci in stato di allerta e le popolazioni in fermento. Cosa è realmente successo nella centrale dell’Enel della Valle del Mercure? Cosa ha respirato la gente che abita attorno? Cosa si è depositato sui prodotti agro-alimentari coltivati nella Valle? E l’amianto, presente nella centrale, è stato interessato dal problema? La sciagurata vicenda della centrale del Mercure -un catorcio arrugginito, gonfio di amianto- continua a creare problemi gravissimi alle innocenti popolazioni della Valle, in nome dello spregiudicato e rapace sfruttamento del territorio che l’Enel, col suo progetto, continua ostinatamente a voler portare avanti. Ad onta della realtà dei fatti, della volontà delle popolazioni e dei Sindaci, degli interessi dei cittadini della Valle. Si comporti di conseguenza, finalmente, anche il Presidente del Parco, Pappaterra, così solerte, invece, ad accogliere i desideri dell’Enel e ad assecondarne le strategie processuali, come è accaduto con l’adesione che l’Ente Parco ha dato alla richiesta di rinvio dell’udienza del TAR del 21 giugno scorso. Mentre rimane del tutto disattesa la sentenza del Consiglio di Stato che risale ormai all’agosto 2012, che boccia, irrimediabilmente, il progetto della riapertura della centrale.
Rimane il fatto che la situazione, nella valle del Mercure, è sempre più intollerabile e che ai rischi futuri si assommano quelli presenti, a minare la serenità sociale di un intero territorio. Cosa altro bisognerà aspettare perché l’Enel faccia finalmente quello che è negli auspici –ma anche nell’interesse e nel diritto- delle popolazioni?, rinunciare definitivamente al suo folle progetto e smantellare una volta per tutte il mostro del Mercure".
10 luglio 2013

Forum “Stefano Gioia”
delle Associazioni e Comitati calabresi e lucani
per la tutela della Legalità e del Territorio


foto: Forum per la tutela della legalità e del territorio Stefano Gioia e Enzo Peluso



ALTRE NEWS

CRONACA

25/06/2018 - Basilicata. A Policoro chiuso un ristorante etnico
25/06/2018 - Nel Materano 83 "sconosciuti al fisco"
25/06/2018 - Oriolo. Oltre 4 milioni di euro per consolidamento aree colpite da frana
24/06/2018 - Billie Joe Armstrong ai viggianesi: ''vi prometto che tornerò''

SPORT

25/06/2018 - Eccellenza, Grumentum: Falco resta e nel mirino anche un difensore goleador
25/06/2018 - UISP di Matera organizza 'Torneo Antirazzista itinerante in Basilicata'
25/06/2018 - Marathon del Pollino: Marco D'Agostino fa il bis
24/06/2018 -  La Rinascita Lagonegro conferma per il secondo anno il libero Simone Sardanelli

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/06/2018 Matera, 2 ambulanti sospesi da attività

Due attività di commercio ambulante sono state sospese a Matera dall'Ispettorato territoriale del lavoro, al termine di controlli che hanno permesso di scoprire l'utilizzazione di "ben cinque lavoratori al nero". I controlli sono stati eseguiti nell'area del mercato settimanale che si svolge in città: in totale, hanno interessato quattro esercenti.

22/06/2018 Sospensioni idriche 22 giugno 2018

Lauria: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 13:00 di oggi salvo imprevisti in Via Rocco Scotellaro dal civico n.143 al civico n.155 e dal civico n.116 al civico n.140 - Via Carlo Alberto dal civico n.1 al civico n.26 - Via Nazionale - C/da Cona (altezza palazzo Forastieri 3F)

21/06/2018 Sospensione idrica oggi 21 giugno 2018

Maschito: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa, nell'intero abitato, dalle ore 10:45 di oggi fino al termine dei lavori.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo