SERVIZI

FOTO

TERRITORIO

 

Incendio nella Centrale del Mercure. Sindaco di Viggianello:'vogliamo i referti'

10/07/2013



Se ne sono accorti alcuni cittadini di Viggianello mentre stavano lavorando nei campi. Dall’interno della Centrale del Mercure fuoriusciva del fuoco e, racconta il sindaco di Viggianello Vincenzo Corraro, accorso sul posto “oltre ai Vigili del Fuoco sono intervenuti anche i sanitari del 118 perché alcune persone si sono sentite male, intorno si avvertiva in maniera molto forte un odore acre che sapeva di plastica bruciata”. Sembra, da quanto comunica anche la Ola (Organizzazione Lucana Ambientalista) che a prendere fuoco siano state alcune strutture all’interno della centrale del Mercure dove erano in corso prove di funzionamento. Le fiamme si sarebbero propagate – secondo testimoni accorsi sul posto richiamati dal fumo, dalle fiamme e dalle sirene dei vigili del fuoco – nei pressi dei carrelli trasportatori della biomassa e si sarebbero estese anche ad altre strutture. “Un episodio grave che ci allarma ancora di più- dice Corraro- ho provveduto immediatamente a richiedere il referto di quanto accaduto, anche perché in ben due ore di attesa, ieri, non abbiamo ricevuto alcuna informazione”.
La Ola chiede che gli organi di controllo facciano chiarezza sull’accaduto che potrebbe aver coinvolto le strutture ancora non bonificate di amianto all’interno del perimetro della centrale. Un episodio - fa rilevare la Ola – che mostra la pericolosità di un impianto inattivo per anni che Enel vorrebbe mettere in funzione ad ogni costo all’interno del parco nazionale del Pollino, contro le volontà dei cittadini della Valle del Mercure e delle amministrazioni comunali di Rotonda e Viggianello.

MpV
Lasiritide.it





"Un’esplosione. Le fiamme. Una nuvola nera. La gente in ospedale con malori e sintomi vari. Squadre di Vigili del Fuoco da Lauria e Castrovillari. Le Forze dell’Ordine a presidiare e indagare. L’allarme sociale altissimo. I Sindaci in stato di allerta e le popolazioni in fermento. Cosa è realmente successo nella centrale dell’Enel della Valle del Mercure? Cosa ha respirato la gente che abita attorno? Cosa si è depositato sui prodotti agro-alimentari coltivati nella Valle? E l’amianto, presente nella centrale, è stato interessato dal problema? La sciagurata vicenda della centrale del Mercure -un catorcio arrugginito, gonfio di amianto- continua a creare problemi gravissimi alle innocenti popolazioni della Valle, in nome dello spregiudicato e rapace sfruttamento del territorio che l’Enel, col suo progetto, continua ostinatamente a voler portare avanti. Ad onta della realtà dei fatti, della volontà delle popolazioni e dei Sindaci, degli interessi dei cittadini della Valle. Si comporti di conseguenza, finalmente, anche il Presidente del Parco, Pappaterra, così solerte, invece, ad accogliere i desideri dell’Enel e ad assecondarne le strategie processuali, come è accaduto con l’adesione che l’Ente Parco ha dato alla richiesta di rinvio dell’udienza del TAR del 21 giugno scorso. Mentre rimane del tutto disattesa la sentenza del Consiglio di Stato che risale ormai all’agosto 2012, che boccia, irrimediabilmente, il progetto della riapertura della centrale.
Rimane il fatto che la situazione, nella valle del Mercure, è sempre più intollerabile e che ai rischi futuri si assommano quelli presenti, a minare la serenità sociale di un intero territorio. Cosa altro bisognerà aspettare perché l’Enel faccia finalmente quello che è negli auspici –ma anche nell’interesse e nel diritto- delle popolazioni?, rinunciare definitivamente al suo folle progetto e smantellare una volta per tutte il mostro del Mercure".
10 luglio 2013

Forum “Stefano Gioia”
delle Associazioni e Comitati calabresi e lucani
per la tutela della Legalità e del Territorio


foto: Forum per la tutela della legalità e del territorio Stefano Gioia e Enzo Peluso



ALTRE NEWS

CRONACA

25/06/2016 - Maratea: sequestrati 6 chilometri di reti da pesca
25/06/2016 - Bernalda: denunciato 24enne per possesso di piantine di “cannabis”
25/06/2016 - F. Laghi: ‘Osservatorio Ambientale della Centrale specchio per le allodole'
25/06/2016 - Energia: Consulta 'stoppa' Basilicata

SPORT

25/06/2016 - Al via il Trofeo delle Regioni 2016
25/06/2016 - Rinascita Volley Lagonegro, è tempo di iscizione al prossimo campionato
25/06/2016 - La rappresentativa reg.le lucana al via della Coppa Italia Giov.le in Alto Adige
24/06/2016 - Don Antonio Di Leo presenta lo Sporting Soccer 2016

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/06/2016 Sospensione Erogazione Idrica

Comune di Muro Lucano, 25 e 26 Giugno 2016

Per sopperire ai disservizi che si verificano, soprattutto nella parte
alta dell'abitato, a causa della scarsa riserva idrica, è necessario
sospendere l'erogazione idrica, come programmato, nella giornata
odierna e anche nella giornata di domani, 26 Giugno 2016 per consentire
il recupero del livello ottimale dei serbatoi cittadini, a seguito della
diminuzione dell’apporto da parte delle sorgenti locali.

La sospensione avrà luogo a partire dalle ore 21:00 e fino alle ore 6:00
del giorno successivo.

A partire dal pomeriggio di oggi, 25 Giugno 2016, nell'area dell'ex
distributore di benzina di via Raia, saranno distribuite sacche di acqua
potabile.

23/06/2016 Servizio civile con l’Unitalsi: domande entro il 30 giugno

Scadono il 30 giugno le domande per partecipare al nuovo bando per volontari di Servizio Civile Nazionale dell’Unitalsi, riservato a ragazzi di età compresa fra i 18 e i 28 anni compiuti, per progetti di Servizio Civile Nazionale in Italia e all’Estero.
Il progetto intitolato “Matera, capitale della cultura 2019 anche per i disabili”, si legge sul sito dell’Associazione: “Non è cambiare la condizione oggettiva delle persone disabili con cui entriamo in contatto, ma la loro posizione nella società riducendo la solitudine laddove esiste. Intendiamo incoraggiare, entro il 2019, un apporto di proposte, suggerimenti e richieste di collaborazione sia a livello locale che internazionale”.Il bando si può scaricare dal sito www.unitalsi.info

23/06/2016 Sospensioni Erogazioni Idriche

Comune di #Matera, 23 giugno 2016

A causa di un’improvvisa perdita è stato necessario sospendere l'erogazione idrica oggi 23 giugno 2016 in contrada Serra Rifusa e a tutte le utenze collegate lungo l'adduttrice Matera Picciano. Il ripristino è previsto al termine dei lavori di riparazione della condotta.

Comune di #Potenza, 24 giugno 2016

Per consentire i lavori di collegamento della variante alla rete idrica ubicata in via Angilla Vecchia presso il cantiere sottopasso FAL, è necessario sospendere l'erogazione idrica dalle ore 10:00 alle ore 20:00 di domani 24 giugno 2016 nelle seguenti zone: via Angilla Vecchia, via Zara, via parma e zone limitrofe.

Spaghetti pollo insalatina e una tazzina di caffe’
di Massimo Bonci

Ultimamente, sulla stampa nazionale, appare sovente un acronimo ostico e di difficile comprensione: TTIP, ovvero “ Transatlantic Trade and Investement Partnership”.
Ma cos’è esattamente? E’ un trattato, in corso di definizione, tra USA e UE, per la creazione della più grande area di libero scambio, commercio, e investimenti, a livello planetario. Qualche numero: il trattato coinvolge i 50 stati degli Stati Uniti d’America e le 28 nazioni dell’Unione Eur...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo