HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Al via il corso Corso di formazione per Guide Escursionistiche ed Ambientali

18/06/2013



Tutela ambientale, geologia, botanica, orientamento, cartografia e topografia, sentieristica e segnaletica ma anche comunicazione e dinamiche di gruppo, organizzazione di percorsi escursionistici, marketing turistico e approccio socio-educativo per disabili a tematiche ambientali. E’ il Corso di formazione per Guide Escursionistiche ed Ambientali promosso dai Centri di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità della Legambiente Basilicata, gli Amici della Rete “Il Vecchio Faggio”, “Melidoro Pollino” e “Basilicata 1799”, il Comune di Sasso di Castalda con il supporto del Comune di Calvello nell’ambito del progetto “Una montagna di risorse” e sostenuto dal Programma Operativo Fesr 2007/2013 sull’Asse IV “Valorizzazione dei beni culturali e naturali” del programma Epos 2010 – 2013 per l’Educazione e la promozione della sostenibilità ambientale.
Il corso sarà inaugurato domani mercoledì 19 giugno con la prima lezione di cartografia a cura del docente dell’Università degli studi della Basilicata Angelo Nolè. Appuntamento alle ore 17 presso la sede di Legambiente Basilicata - a Potenza in viale Firenze 60/c - per la conferenza stampa di presentazione del progetto. A seguire l’inizio della lezione.
“Una montagna di risorse” nasce dall’intento di innescare un’inversione di rotta nell’approccio all’utilizzo delle risorse naturali, aumentandone la fruibilità e puntando a una diversa promozione del turismo, in grado di rispettare non solo gli ambienti naturali ma anche le peculiarità e le tradizioni delle popolazioni locali. Una strada è sicuramente quella di sviluppare nelle comunità una crescita culturale e formativa, stimolando l’adozione di comportamenti orientati a un uso sostenibile delle risorse. E’ per questo che il corso mira a formare in maniera adeguata persone che sappiano accompagnare alla scoperta consapevole del territorio lucano, trasmettendo loro conoscenze sul territorio e sulle sue emergenze storico – naturalistiche e sviluppando sia una particolare motivazione nei confronti delle problematiche ambientali che il senso di appartenenza alla realtà dei parchi italiani, in particolare del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri- Lagonegrese e delle aree protette in Basilicata.



ALTRE NEWS

CRONACA

19/02/2019 - Elezioni Basilicata, si ritira Carmen Lasorella: ‘Ci fermiamo qui’
19/02/2019 - ASM sindacati proclamano lo stato di Agitazione
19/02/2019 - Pomarico: sorpresi a rubare rame ed attrezzi in un deposito, denunciano 4 minori
19/02/2019 - Pisticci, sequestrata area per smaltimento illecito reflui

SPORT

19/02/2019 - Sul Pollino ritorna 'Ciapsolando verso sud'
18/02/2019 - Brutto stop per la Pegasus Matera ad Ariano Irpino
18/02/2019 - Hockey su pista serie B – girone E, Molfetta – HP Matera 6-5
18/02/2019 - Promozione: Olivieri regala i 3 punti alla capolista

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/02/2019 Francavilla in Sinni: iban per solidarietà

Su iniziativa dell’Amministrazione Comunale e della Parrocchia di Francavilla in Sinni è stato istituito un conto corrente bancario per offrire sostegno e un aiuto concreto alla Famiglia Genovese.
IBAN: IT27R0815441990000000135735
Intestato a Parrocchia Sant’Andrea Avellino
Causale: DONAZIONE PRO FAMIGLIA GENOVESE

19/02/2019 Sospensioni idriche 19 febbraio 2019

Potenza: a causa di un nuovo ed improvviso guasto l'erogazione idrica in via Cerreta e zona Masseria Monaco resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione Irsina: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori, in contrada Notargiacomo e zone limitrofe
Potenza: a causa del protrarsi dei lavori di riparazione che interessano contrada Cerreta e le zone limitrofe, Acquedotto Lucano ha attivato il servizio sostitutivo mediante autobotte, che stazionerà sulla strada provinciale nei pressi della contrada Masseria Monaco.
Trecchina: a causa di un guasto improvviso alla condotta distributrice, è in corso la sospensione dell'erogazione idrica in località Piano dei Peri. Il ripristino è previsto al termine dei lavori di riparazione.

18/02/2019 Comunicazione di sospensione idrica per oggi 18 febbraio

Avigliano, Filiano: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sara sospesa dalle ore 20.00 di oggi alle ore 08.00 di domani, salvo imprevisti, ad AVIGLIANO nelle frazioni Stagliuzzo, Mandria Nuova, Monte Alto, Bozzelli e Lacciola; a FILIANO nella frazione Carpini
Pisticci: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle località San Teodoro, Casinello e Lido 48 resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.
Lavello, Venosa, Montemilone: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D’Apulia, l’erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa nei giorni 18-19-20-21-22 febbraio, dalle ore 15:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone LAVELLO: contrade Finocchiaro, Santa Lucia e zone limitrofe; VENOSA: contrade Rendina, Inviso, Boreano, Sant’Angelo, Grotta Piana e zone limitrofe; MONTEMILONE: contrada Macinali e zone limitrofe.
Genzano di Lucania, Banzi, Palazzo San Gervasio: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D’Apulia, l’erogazione dell'acqua sarà sospesa nei giorni 18-19-20-21-22 febbraio, dalle ore 15:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone GENZANO DI LUCANIA: contrade Basentello, Masseria Mastronicola, Spada, Monte Pote e Terre D’Apulia, Li Cugni, Cerreto e zone limitrofe; BANZI: contrade Mattina Grande, Masseria dell’Agli, Silos Mancusi, Parco Cassano, Carrera della Regina e zone limitrofe; PALAZZO SAN GERVASIO: contrada Piani, Terzo di Capo, e zone limitrofe.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo