HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Iscrizioni scuole on line. Apof-il mette a disposizione le proprie sedi

8/01/2013



Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha realizzato nel proprio sito una pagina web (www.iscrizioni.istruzione.it/ ) dedicata al tema delle iscrizioni alle scuole di ogni ordine e grado degli studenti italiani Un tema molto sentito dalle famiglie a cui il Ministro si rivolge attraverso una lettera (http://www.iscrizioni.istruzione.it/allegati/lettera_ministro.pdf ) che annuncia una novità significativa rispetto al passato: l’iscrizione on line.
Nel sito è visibile, fra l’altro, uno spot prodotto dalla RAI, che è in onda sulle Reti dell’Azienda in questi giorni(http://www.raiscuola.rai.it/articoli/miur-le-nuove-iscrizioni-on-line/19321/default.aspx), e la Circolare Ministeriale che regola l’Iscrizione all’anno scolastico 2013/2014 (http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/4087c44a-5b20-48e5-89e0-16c2f5e80542/CM96_12.pdf ). La pagina web realizzata, come viene riportato nella stessa, serve ad “accompagnare le famiglie nel percorso per l’iscrizione on line: dalla registrazione, alla ricerca della scuola desiderata, dalla compilazione del modulo di iscrizione al suo inoltro”. In pratica le famiglie dovranno utilizzare un dispositivo informatico per collegarsi alla rete Internet e disporre di un proprio indirizzo e mail per poter eseguire la procedura di Iscrizione.
L’Apof-il metterà a disposizione, a partire dal 21 gennaio 2013 (data in cui l’applicazione on line del MIUR sarà attiva) le proprie sedi territoriali per affiancare le famiglie sia nell’applicazione della procedura per l’iscrizione on line sia per l’acquisizione di informazioni utili attraverso la consultazione del sito. Ciò avviene nell’ambito delle attività di orientamento finalizzate alla scelta della scuola secondaria di II grado - in corso di svolgimento, nell’ambito del Catalogo della Cittadinanza Scolastica, in numerose scuole della provincia (36 Istituti Comprensivi, 111 classi, 2312 studenti interessati).



ALTRE NEWS

CRONACA

24/03/2019 - Elezioni regionali Basilicata. Affluenza sopra il 50%. I dati dello scrutinio
24/03/2019 - Elezioni regionali Basilicata. Alle 19 l'affluenza intorno al 40%
24/03/2019 - Rionero in Vulture. Due donne tentano furto in auto, ma vengono arrestate
24/03/2019 - Elezioni regionali di Basilicata. I primi dati sull'affluenza

SPORT

24/03/2019 - Serie D, G/H: il Picerno vince ancora e vola in classifica
24/03/2019 - Atletico Lauria, Riccio: ‘Vinto sempre nel rispetto degli avversari’
24/03/2019 - Tre punti fondamentali per il quinto posto della Geosat Geovertical
24/03/2019 - La PM Asci Potenza sconfitta nello scontro diretto con la Pegaso 93

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

24/03/2019 Calcio 2^ Ctg./C: risultati 17^ giornata

ACS =9 – Real Chiaromonte 1-1
Lanese – Real Grumento 2-1
Sanseverinese – Sporting Lucania 6-2
Proloco Spinoso – City Sport Agromonte 2-3

24/03/2019 Calcio 1^ Ctg./B: risultati 23^ giornata

Peppino Campagna – A.Montalbano 3-0
VR Episcopia – Città Dei Sassi Matera 1-1
Tramutola – Elettra Marconia 1-1
Irsina – L.Montescaglioso 4-1
Salandra – Montemurro 3-0
Castelsaraceno – Tursi 0-1
Tricarico – Viggianello 6-3

24/03/2019 Risultati campionati Regionali

ECCELLENZA 28 Giornata
Avigliano – Grumentum 0-6
Lavello – Latronico 3-0
Moliterno – Policoro 0-3
Murese – Melfi 1-3
Real Metapontino – Vultur 0-0
Real Senise – Real Tolve 3-0
Ripacandida – Ferrandina 1-1
Montescaglioso – Pomarico 2-0

PROMOZIONE 25^ Giornata
A. Lauria – Miglionico 5-0
Calcio San cataldo – Anzi 3-2
Lu Tito – Castelluccio 3-4
Oppido – Virtus Bella 6-0
Possidente – Paternicum 0-3
RAF Vejanum – Oraziana Venosa 1-1
Santarcangiolese – Brienza 0-2

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo