HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Da una famiglia pugliese una lettera per dire grazie all'ospedale di Chiaromonte

11/01/2019



Riceviamo e pubblichiamo una lettera a firma della signora Carmela Iannibelli, di San Giorgio Ionico che, con la sua famiglia, vuole ringraziare il reparto di Lungodegenza Riabilitativa di Chiaromonte nel quale è stata ricoverata la madre di 97 anni.
La "buona sanità" esiste! In controtendenza a quelle notizie che inducono al pessimismo. Lasciateci raccontare dell'esperienza vissuta all'interno del reparto di
Lungodegenza Riabilitativa di Chiaromonte. E' possibile che in questo comune in provincia di Potenza, di meno di 2000 abitanti, possa trovarsi un centro d’eccellenza nel campo della sanità? Non abbiamo esitazione: certamente è cosi. E ne abbiamo avuto la totale testimonianza avendo portato nostra madre, una rocciosa donna di 97 anni che ha avuto bisogno di tutto quello che avrebbe bisogno una persona di qualsiasi età ma molto di più in quella età, in cui la fragilità, non soltanto anagrafica, è palese.
Affetto, pazienza, dedizione, attenzione ai particolari, dalla pulizia dei luoghi al clima di serenità avvertito nonostante fossimo in una struttura sanitaria. Buona sanità, certo, perchè abbiamo avvertito per tutta la durata del trattamento, quella propensione a mettere al centro l'uomo con le proprie emozioni, le fragilità, la voglia, nonostante tutto, di un sorriso.
Ci sentiamo di premiare con il massimo dei voti l’UNITA’ OPERATIVA del Direttore Dott. Giacomo Lamboglia, dei dirigenti medici, dott.ssa Maria Bennardo e dott. Giuseppe Valicenti, passando per quelle straordinarie persone nel campo INFERMIERISTICO, in quelle degli OPERATORI SOCIO SANITARI (Oss) e in quello dei FISIOTERAPISTI.
E' strano come da un piccolo paese della Basilicata possa partire una eco di speranza per tutte quelle persone che si trovano a dovere affrontare periodi difficili perchè colti dalle stagioni della malattia o del semplice bisogno. Questo reparto a Chiaromonte, come testimonia la variegata offerta dei servizi per tutte le emergenze possibili, fa capire sino in fondo la predisposizione ad avere sotto la propria lente di ingrandimento, con chiaro richiamo ai valori del Patto d'Ippocrate, la propria professionalità alla stregua di una missione.
Stiamo esagerando? Crediamo proprio di no. Sappiamo che in ogni campo possano esistere le giornate storte ma con estrema sincerità desideriamo riconoscere che a noi è bastato stare bene, insieme a nostra madre, vedendola per nulla preoccupata e sempre sul filo dell'ottimismo. Stati d'animo positivi che abbiamo avvertito grazie a questo modo di fare sanità, restando su un tema tanto caro alle cronache, sicuri che l'argomento in questione, a Chiaromonte, supera di gran lunga i confini e gli spazi della scienza e della professione.
C'è un valore aggiunto che continua a chiamarsi amore per la vita e per le persone.
Grazie a tutti gli operatori della LUNGODEGENZA RIABILITATIVA di Chiaromonte.

San Giorgio Ionico 10 gennaio 2019 Carmela Iannibelli



ALTRE NEWS

CRONACA

15/01/2019 - Rsu Fim e Fiom proclamano due ore di sciopero alla Ingegneria Italia (ex Blutec)
15/01/2019 - Muro Lucano. Droga: evade dai domiciliari, arrestato
15/01/2019 - Basilicata. Carabinieri forestali, sette denunce reati contro l'ambiente
15/01/2019 - Frana Lauria: tempi incerti, ma arrivano i primi fondi

SPORT

15/01/2019 - Prima Ctg/B, il punto: il Tursi si conferma un rullo compressore
15/01/2019 - Prima Ctg/B: brutta sconfitta per il Viggianello
14/01/2019 - Promozione: l’Atletico Lauria inizia bene il 2019
13/01/2019 - Promozione: non si fermano le prime due

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

15/01/2019 Tribunale Matera: cessato allarme bomba

E' cessato dopo circa quattro ore l'allarme bomba al Palazzo di giustizia di Matera: sono terminate poco fa le operazioni di controllo della struttura di via Aldo Moro effettuate dagli artificieri dai Carabinieri. Alle operazioni hanno partecipato anche unità del Nucleo cinofili di Tito (Potenza). Il personale del Palazzo di giustizia ha quindi fatto rientro negli uffici e sono riprese regolarmente tutte le attività.ANSA

15/01/2019 Allarme bomba al Tribunale di Matera

Allarme bomba al Palazzo di giustizia di Matera, città nella quale sabato prossimo, 19 gennaio, ci sarà l'inaugurazione dell'anno da Capitale europea della Cultura 2019 a cui parteciperanno il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, e il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e gli artificieri che verificheranno l'eventuale presenza di un ordigno, segnalata con una telefonata alla Polizia municipale. ANSA

15/01/2019 Sospensioni idriche 15 gennaio 2019

Genzano di Lucania, Banzi, Palazzo San Gervasio: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D'Apulia, l'erogazione sarà sospesa nei giorni 15-16-17 gennaio, dalle ore 14:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: GENZANO DI LUCANIA: contrade Basentello, Masseria Mastronicola, Spada, Monte Pote e Terre D’Apulia, Li Cugni, Cerreto e zone limitrofe. BANZI: contrade Mattina Grande, Masseria dell’Agli, Silos Mancusi, Parco Cassano, Carrera della Regina e zone limitrofe. PALAZZO SAN GERVASIO: contrada Piani, Terzo di Capo, e zone limitrofe.
b>Lauria: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa nella zona bassa di località Cona dalle ore 09:00 di oggi fino al termine dei lavori.
Forenza: a causa del protarsi dei lavori di riparazione in via Convento, l'erogazione idrica nella stessa strada resterà sospesa fino al termine dei lavori prevista per ore 17,00, salvo imprevisti.
Nova Siri: per consentire le operazioni lavaggio della rete previste a seguito dei lavori di riparazione effettuati, a Nova Siri Scalo si potrebbero verificare temporanee sospensioni dell'erogazione idrica e/o cali di pressione fino alle ore 23:30 circa di oggi, salvo imprevisti

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo