HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Il Papa il 20 aprile in Puglia sulle orme di don Tonino Bello

16/04/2018



Papa Francesco si recherà venerdì 20 aprile in Puglia, ad Alessano e a Molfetta, sulle orme di don Tonino Bello, vescovo italiano morto 25 anni fa e simbolo di quella chiesa al servizio degli altri tanto invocata anche da Bergoglio. «Il vescovo con il grembiule»: così è ricordato da tutti don Tonino.

Il programma prevede due tappe: la prima ad Alessano, città natale di don Tonino Bello, dove il pontefice si raccoglierà in preghiera presso la sua tomba. Poi il pontefice si sposterà a Molfetta dove celebrerà la messa al porto. Una visita di circa quattro ore in tutto nel corso della quale il Papa incontrerà il clero locale, i giovani, i malati, ma anche gli stessi parenti del vescovo del quale ricorre il venticinquesimo anniversario della morte.

Ad accogliere Bergoglio ad Alessano (Lecce) sarà il vescovo di Ugento-S. Maria di Leuca, monsignor Vito Angiuli, che ha conosciuto di persona don Tonino Bello. «I ricordi? Sono tanti, diversissimi. Mi viene in mente quando tornò da Sarajevo per una marcia della pace. Nonostante già stesse male volle affrontare quel viaggio faticoso e anche pericoloso», racconta mons. Angiuli. Un ricordo quanto mai attuale oggi che una nuova guerra, quella della Siria, scuote ancora una volta le coscienze di tutti. «Poi ricordo come affrontò la sofferenza e la morte, un grande esempio cristiano», aggiunge.

Ad Alessano Papa Francesco sosterà un’ora, con la preghiera sulla tomba e il saluto ai familiari di don Tonino, «sedici persone, tra i quali due fratelli». Poi il pontefice, prima di partire per Molfetta, pronuncerà un discorso e farà un saluto alla gente, giovani, famiglie, malati. «Sono attese 15-20mila persone».

Una visita, questa di Papa Francesco, che si collega a quella di dieci anni fa a Leuca di Benedetto XVI. «Dal promontorio di Leuca - ricorda Angiuli - parlò della necessità del dialogo tra le due sponde del Mediterraneo, tema caro anche a don Tonino e a Papa Francesco».

Pace e accoglienza: questi i temi che potrebbero risuonare nell’atteso discorso del pontefice in una terra che vive i due aspetti della questione migranti. Chi arriva in fuga da guerre e povertà ma anche chi va via in cerca di una prospettiva di lavoro. «Siamo ritornati agli anni 40 e 50 - riferisce il vescovo di Ugento - in cui la gente andava via, in Belgio, Svizzera, Francia o Nord Italia. Ci sono gli stessi problemi, manca il lavoro, c'è povertà e i giovani che vanno a frequentare fuori l’università non tornano. Ci aspettiamo dal Papa parole di incoraggiamento e speranza».

Per don Tonino le diocesi pugliesi auspicano un’accelerazione del processo di beatificazione: «Credo che con la sua visita il Papa in un certo senso venga a mettere il suo sigillo sulla vita evangelica di don Tonino. Non è possibile non tenere conto di questo». «Il suo messaggio - dice ancora mons. Angiuli -, a partire da quella immagine del 'grembiulè che è evangelica, è attuale oggi per noi ma sarà attuale sempre».

Quanto al carattere, da qualcuno dipinto un po' spigoloso, mons. Angiuli corregge: «Non si può parlare in nessun modo di durezza. A lui non piaceva la mediocrità, chiedeva anche ai giovani di puntare sempre in alto, spronava ciascuno a dare il meglio di sé. Chiedeva molto anche a sé stesso. Anche quando giocava a pallone don Tonino voleva sempre vincere», chiude con una battuta il vescovo che accoglierà per primo venerdì il Papa in terra di Puglia.

ANSA



ALTRE NEWS

CRONACA

20/07/2018 - Riesame: "Pittella resta ai domiciliari"
20/07/2018 - Lavori mai eseguiti ma pagati,3 indagati
20/07/2018 - Riunito Comitato Provinciale MT per Ordine e Sicurezza su abusivismo Commerciale
19/07/2018 - Matera,arrestato 35enne per rapina,spaccio droga e ricettazione

SPORT

20/07/2018 - San Gerardo C5: arriva il fuoriclasse portoghese GRAçA!
19/07/2018 - G. Siviglia: L’ORSA non giocherà in B
19/07/2018 - Eccellenza: Pioggia e Nicolao passano al Real Metapontino
19/07/2018 - Rinascita Lagonegro:ufficializzati i calendari della prossima stagione di A2

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/07/2018 Con un coltello minaccia datore lavoro, denunciato a Matera

Per aver minacciato con un coltello il titolare del bar in cui lavora, a Matera, un uomo di 40 anni è stato denunciato dai Carabinieri in stato di libertà alla magistratura. La lite tra i due era cominciata - secondo quanto ricostruito dai militari dell'Arma - per motivi banali. (ANSA).

19/07/2018 Sospensioni idriche 19 luglio 2018

Pisticci: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 14:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti, nell'abitato, nelle zone rurali, nelle contrade San Leonardo e San Pietro e zone limitrofe.
Melfi: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile dalle ore 22:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina potrebbe essere sospesa o subire cali di pressione, nelle seguenti zone: Valleverde, contrade Cardinale e Bicocca, frazione Leonessa.

18/07/2018 Lavello. Ha un coltello lungo 27 cm, denunciato cittadino marocchino

Trovato in possesso di un coltello a serramanico lungo 27 centimetri, a Lavello (Potenza), un cittadino marocchino di 36 anni è stato denunciato dai Carabinieri. L'uomo - accusato di porto illegale di armi e/o oggetti atti ad offendere - è stato fermato durante un controllo effettuato dai militari dell'Arma lungo la strada statale 655.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo