HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Scuola Gorgoglione: da due sezioni a una, protesta dei genitori

13/09/2017



L’anno scolastico è partito per tutti ma non per gli studenti della scuola per l’infanzia di Gorgoglione. Lunedi e martedi, infatti, genitori e alunni si sono fermati nel cortile del plesso scolastico per lamentare la decisione di accorpare due classi in una, ‘nonostante i numeri siano gli stessi dell’anno scorso e, soprattutto, nonostante sia presente un alunno con disabilità’. I genitori si appellano al Decreto del Presidente della Repubblica del 2009 (il numero 81), che prevede, sì, che le classi con alunni con disabilità ‘devono essere costituite da un massimo di 20 alunni’ ma che, all'articolo 4 dello stesso decreto ‘stabilisce la possibilità di deroga a tale limite numerico arrivando ad un massimo di 22 alunni”. Come spiegano i genitori “secondo l'organico di diritto della nostra scuola per l'anno scolastico in corso risulta una classe unica di 25 bambini e tra questi vi è un bambino disabile; inoltre abbiamo accertato che sarebbe in fase di iscrizione un nuovo alunno, che porterebbe così il numero di alunni addirittura a 26. Quindi chiediamo di conoscere le motivazioni che hanno determinato questa scelta contrariamente a quanto stabilito dalla normativa vigente e di riesaminare la questione”. L'Ufficio scolastico regionale ha respinto la richiesta dei genitori con una nota ufficiale, spiegando che “nella determinazione dell'organico della scuola dell'infanzia di Gorgoglione sono stati comunicati per l'anno appena cominciato 23 alunni iscritti e che pertanto è stata autorizzata una sola sezione, come prevede l'articolo 9 comma 2 del decreto, che stabilisce che le sezioni di scuola dell'infanzia sono costituite con un numero di bambini non inferiori a 18 unità e non superiore alle 26 unità. In merito alla richiesta di applicazione dell'articolo 5 dello stesso decreto si fa rilevare che lo stesso, al punto 2, recita che ‘Le classi iniziali delle scuole ed istituti di ogni ordine e grado, ivi comprese le sezioni di scuola dell'infanzia, che accolgono alunni con disabilità sono costituite, di norma, con non più di 20 alunni’, purché, continua il testo, ‘ sia esplicitata e motivata la necessità di tale consistenza numerica, in rapporto alle esigenze formative degli alunni disabili’. I genitori si appellano al buon senso.


Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

22/02/2018 - Energia. Federconsumatori su ipotesi di addebito in bolletta
22/02/2018 - GdF Lauria:sequestrati 5.200 prodotti irregolari
22/02/2018 - Continuità assistenziale: 'compenso forfettario non c'entra con la vertenza'
22/02/2018 - Maltempo: torna 'Buran' e si attende il gelo

SPORT

22/02/2018 - Prima Ctg/B: l’Atletico Lauria resta al comando
22/02/2018 - A San Severino lucano ritorna la coppa delle nevi
20/02/2018 - La Geosat Geovertical si prepara per la trasferta di La Spezia
20/02/2018 - Futsal B: l'Or.Sa. sconfitta a Salerno ma resta terz'ultima

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

22/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 22-02-2018

Bella: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

22/02/2018 Melfi:truffa agli anziani fingendosi un funzionario dell'Inps

Un uomo ritenuto responsabile di una truffa ai danni di due anziani - ai quali si era presentato come un funzionario dell'Inps - è stato denunciato dai Carabinieri, a Melfi (Potenza). I due episodi sono avvenuti uno a Melfi, l'altro a Rionero in Vulture (Potenza).

20/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 21-2-2018

San Fele: per l'impossibilità di effettuare il previsto intervento di riparazione a causa delle condizioni meteorologiche, l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobis, corso Umberto I, via Nocicchio, via Canosa, strada comunale Pergola.

Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo