HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Sant'Arcangelo: atti vandalici nella futura casa di riposo

19/04/2017



Vetri completamente in frantumi, scritte sui muri, impianti di illuminazione interna e riscaldamenti danneggiati, arredi esterni divelti: è l’amara sorpresa trovata ieri mattina a San Brancato di Sant’Arcangelo nel primo piano (ora completamente distrutto) della struttura che dovrebbe ospitare, in un futuro imminente, la casa di riposo. L’edificio comprende sedici posti letto, per un progetto di qualche anno fa, poi ripreso, che vede anche la compartecipazione del Comune e una inaugurazione prevista alla fine della prossima estate. Era quasi tutto pronto, insomma, fino alla brutta sorpresa trovata ieri. Gli atti vandalici sono stati, presumibilmente, compiuti durante le festività pasquali (anche perché fino a venerdi scorso era tutto in ordine). A dare l’allarme sono stati alcuni operai che, alle 8.00 di ieri mattina si erano recati sul posto dove stanno per concludersi gli interventi di manutenzione e rifinitura prima della fine dei lavori. E’ stato subito contattato il sindaco Enzo Parisi e la Polizia Locale, che si sono recati sul posto. Sulla vicenda stanno anche indagando i carabinieri. Oltre al danneggiamento di infissi, vetri e impianti sono state rinvenute anche scritte in stampatello sui muri con testi di canzoni e citazioni. Rammarico è stato espresso dall’amministrazione comunale di Sant’Arcangelo per un atto considerato un vero e proprio sfregio nei confronti non solo di una struttura (due piani in viale Europa) ma di una riqualificazione intorno alla quale ruota un progetto dedicato agli anziani e che, nelle scorse settimane, ha visto anche svolgersi alcune iniziative.

Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

25/06/2017 - Quattro morti, tra cui un bambino, dopo un incidente nei pressi di Laino Borgo
24/06/2017 - 'Rodotà: un gigante umile, un precursore dei diritti civili'
24/06/2017 - Sospensione idrica nei comuni di Bella, Savoia di Lucania e Satriano di Lucania
24/06/2017 - Richiesta verifica del WWF sui primi lavori Centrale idroelettrica sul Frido

SPORT

25/06/2017 - Marathon del Pollino: vetrina impeccabile di sport e turismo
25/06/2017 - Ciclismo: nuovo campione italiano juniores da genitori viggianellesi
25/06/2017 - Triathlon Olimpico città di Senise: 260 atleti a Montecotugno
24/06/2017 - FIPAV Basilicata: Trofeo Delle Regioni 2017

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/06/2017 Sospensione idrica a Satriano di Lucania

Satriano di Lucania: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:30 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

25/06/2017 Mdp, Laforgia domani a Potenza per assemblea regionale

Domani, lunedì 26 giugno alle 17, a Potenza, presso il Park Hotel, il capogruppo a Montecitorio di Articolo 1 – Mdp Francesco Laforgia parteciperà all'Assemblea regionale del movimento in vista della manifestazione del 1 luglio a Roma in Piazza SS Apostoli.

25/06/2017 Sospensioni idriche comunicazioni del 25 giugno 2017

Melfi: a causa di un guasto elettrico che non consente il funzionamento dell'impianto di sollevamento idrico a servizio del serbatoio di c.da Ferrara, l'erogazione idrica resterà sospesa fino al ripristino della rete elettrica in c.da Ferrara e c.da Perrone

Di incidenti di percorso, provincialismi e fake news
di Mariapaola Vergallito

Quando a Viggiano, poche settimane fa, arrivò il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonio Gentile (invitato ad un incontro in tempi non sospetti e, quindi, prima che la Regione Basilicata deliberasse la sospensione del Cova), in riferimento a ciò che stava accadendo in Val D’Agri parlò più volte di ‘incidente di percorso’. “Cose che possono capitare in venti anni di produzione” disse.

Non una parola sull’attenzione che pure un Governo central...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo