HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Escluse fratture al polso di Domenico Pozzovivo

15/05/2019



Dopo la caduta di ieri nella 4^ tappa, il lucano Domenico Pozzovivo, si è sottoposto ad esami di accertamento per verificare in particolare le condizioni del polso, piuttosto dolorante.
Sulle pagine della Gazzetta dello Sport il medico della squadra Emilio Magni ha spiegato la situazione: “Abbiamo fatto una radiografia alla clinica mobile del Giro che ha escluso fratture al polso destro. Poi c’è stata una ecografia che ha confermato la presenza di un ematoma di discrete dimensioni, da qui il dolore di Domenico. Salvo sorprese, stringerà i denti e prenderà il via, sperando che la situazione in corsa evolva in maniera positiva“. Pozzovivo si era espresso subito dopo la tappa raccontando l’accaduto: “Avevo evitato la prima caduta, nella seconda un’altra bici mi ha tranciato il telaio e sono andato giù con la mano. Impossibile evitarla. Le strade? Erano al limite, tutto un saltare tra una buca e l’altra, e poi erano come il sapone. A ripartire ci tengo“.



ALTRE NEWS

CRONACA

22/08/2019 - Guardia di finanza Matera: arrestato corriere con 142 grammi di hashish
22/08/2019 - Cultura. Bonisoli approva 44 eventi in Basilicata
22/08/2019 - Laghi di Monticchio.Lavoro nero in cucina, chiuso ristorante
21/08/2019 - Clan condizionano Melfi? Via a indagine commissione nominata dal prefetto di PZ

SPORT

22/08/2019 - Promozione: l’Atletico Lauria vince la Supercoppa
21/08/2019 - Prima Categoria: doppio colpo in casa Viggianello
21/08/2019 - Decima edizione per il memorial 'Luigi Viola'
20/08/2019 - Matera,si ricomincia a parlare di calcio

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    



NEWS BREVI

22/08/2019 Criticità raccolta sangue: appello del presidente di Avis

L’Avis regionale di Basilicata, con il presidente Sara De Feudis e tutto il Consiglio, è mobilitata attraverso i suoi uffici e le sedi comunali per far fronte alle criticità in merito alle disponibilità di sangue registratasi nel mese di agosto, in particolare di 0+ e 0-. “L’ Avis regionale di Basilicata continua a seguire con attenzione, insieme al Centro Regionale Sangue- evidenzia la presidente - l’andamento delle donazioni in questi mesi estivi nella nostra regione congiuntamente alla situazione di criticità che coinvolge tutto il territorio nazionale”. Ai presidenti della varie Avis comunali, la De Feudis chiede di “proseguire il prezioso lavoro di proselitismo e di chiamata dei donatori, invitandoli a donare presso il CT più vicino, all’UDR di Potenza o di partecipare alle numerosi sedute di raccolta programmate su tutto il territorio regionale dall’Avis Regionale”. Dal presidente dell’Avis regionale “il ringraziamento a tutti i donatori che risponderanno, sicuramente numerosi, alla chiamata”.

20/08/2019 Comunicazione di sospensione idrica in Basilicata

Fardella: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 08:30 alle ore 14:30, salvo imprevisti.

19/08/2019 VII Edizione Riconoscimento Nicola Maria Pace

Anche quest’anno i coordinamenti di Libera Basilicata e Libera Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con il Comune di Filiano (Pz), organizzano il Riconoscimento nazionale dedicato al giudice Nicola Maria Pace, Procuratore della Repubblica prima a Matera, poi a Trieste ed infine a Brescia, e assegnato ogni anno a chi si è contraddistinto nel contrasto alle ecomafie e alla tratta degli esseri umani.

Giunto alla settima edizione, quest’anno il Riconoscimento riguarderà il tema della tratta degli esseri umani, una piaga quanto mai attuale di questi tempi perché legata tristemente al fenomeno epocale delle migrazioni, ma che già a metà degli anni Novanta era al centro delle attività investigative del giudice Pace quando lavorava alla Procura di Trieste.

L'evento, durante il quale verranno assegnati i riconoscimenti, si svolgerà lunedì 26 Agosto 2019 alle ore 17,30 a Filiano (PZ), paese d'origine del dottor Pace, presso il Centro sociale G. Lorusso.

EDITORIALE

Il fuoco del ghetto illumini le nostre coscienze
di Mariapaola Vergallito

Nessuno di noi dovrà più tornare indietro da quanto accaduto ieri. Nessuno di noi dovrà poter cancellare il capitolo nero marchiato col fuoco del ghetto della Felandina di Metaponto. Non che di vergogna e di indecenza prima di ieri non ce ne fossero abbastanza. Ma forse si doveva arrivare alla morte di una povera donna nigeriana resa irriconoscibile dal fuoco di un’alba lucana per accenderne un altro, di fuoco: quello dell’indignazione attiva, della coscienz...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo