HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

Nel tempo del cerchio nella scuola di Rapone

23/11/2018

I bambini e i ragazzi spendono sempre più tempo online a discapito della capacità di attenzione, che per gli esperti è drasticamente diminuita. Se fino a qualche anno fa durava anche più di 20 minuti, “oggi potremmo paragonarla a quelle di un pesce rosso, che riesce a stare concentrato per 9 secondi”, afferma Giuseppe Lavenia, psicoterapeuta e presidente dell’Associazione nazionale Di.Te. Con un costo sulla vita di relazione: “Questi comportamenti, in alcuni casi compulsivi e che potrebbero evidenziare un ipercontrollo oltre che un’iperconnesione, hanno un prezzo elevatissimo: aumentano la distanza relazionale fra noi e gli altri.
E’ anche per questo che in qualità di presidente del Comitato provinciale Unicef di Potenza il pomeriggio del 22 novembre 2018, alle 14,30 arrivo a Rapone e subito entro in relazione con i piccoli della scuola dell’infanzia.
Ospitale e disponibile la maestra Andreina Corridore mi accoglie con un grande sorriso. Mi siedo al tavolo con i piccoli, mi presento e faccio loro scegliere la pigotta,la bambola di pezza dell’Unicef , con la quale dobbiamo giocare.Tocca a Giusy che è stata scelta dai bambini per il suo grande sorriso e il vestitino rosa. Apro il cartellone del gioco della pigotta e insieme con Giusy partiamo da Rapone per portare in Africa, la terra della giraffa, dell’elefante e del leone, il kit salvavita ai piccoli che stanno morendo perché non hanno cibo e medicine.

Intanto arrivano nel salone tutti i ragazzi della scuola primaria con le docenti Assunta Molinari,Rossana Leccese, Anna Volonnino e De Luca Nunzia e ci uniamo a loro. Presento a tutti l’albero dei diritti e comincio a raccontare la marcia per la cultura e la pace di Potenza il 21 e di Baragiano il 22 novembre. E parliamo di diritto all’istruzione, al gioco, alla famiglia, alla casa, alla pace.La professoressa Tina Zappacosta con una macchina fotografica professionale e il suo splendido sorriso fotografa i momenti significativi dell’incontro. E in silenzio arrivano le mamme che ascoltano attente. Con loro il sindaco Felicetta Lorenzo , sempre attenta con la sua amministrazione alle necessità della scuola. Le accoglie la professoressa Mirella Pierri.
A loro e ai ragazzi presento “Non perdiamoci di vista”, la proposta educativa Unicef che educa all’ascolto attivo e alla relazione autentica per migliorare le capacità di ascolto dei ragazzi e prevenire bullismo e cyberbullismo. Ai genitori spiego che la vita offline non è uguale a quella online: nella prima si utilizzano tutti i sensi, si attivano meccanismi psicofisici diversi. Ma non è tutto: anche la capacità di provare sentimenti ne risente. Sì, perché emozioni e sentimento non sono la stessa cosa. La prima è frutto di un momento, mentre il secondo richiede tempo, intuito, capacità di coltivare la relazione e di farla crescere.

E parliamo di emozioni positive come serenità, gioia, felicità e negative come la rabbia, la paura, la noia. Alla mia domanda sul possesso del cellulare tutte le mamme dicono che ne hanno uno e anche molti ragazzi, soprattutto quelli di quarta e quinta. Sottolineo che la dimensione digitale non è più trascurabile né etichettabile come solo virtuale. Si tratta di una dimensione reale che ha sue precise caratteristiche nell’ambiente digitale, ha una sua identità e proprie modalità di interazione. Il digitale va a modificare le capacità di espressione personale, di relazione, di ascolto di sé e dell’altro.
Alle mamme do appuntamento a febbraio per il secondo dei tre incontri e ci disponiamo in cerchio. Nel tempo del cerchio ci teniamo per mano e raccontiamo le nostre emozioni del pomeriggio e in un secondo giro le paure e le ansie che ci affliggono. Grandi e piccoli ci mettiamo in gioco e raccontiamo di noi per crescere insieme.
Rapone 22 novembre 2018 Mario Coviello




archivio

ALTRE NEWS

ALTRE NEWS
19/04/2019 - San Costantino Albanese: tutto pronto per il lungo ponte

A pochi chilometri dai grandi centri e da località giustamente famose della nostra regione, esistono piccole comunità che racchiudono al loro interno grandi tesori. E’ il caso di San Costantino Albanese, piccola comunità Arbëreshe fondata da profughi albanesi provenienti da...-->continua

18/04/2019 - Castel Lagopesole_Via Crucis_19 Aprile 2019 _ore 20.00

La Pro Loco Castel Lagopesole e la Parrocchia SS. Trinità organizzano per il 19 Aprile 2019 alle ore 20.00 la Via Crucis che da qualche anno si svolge per le vie del Borgo.
Quest’anno a segnare il percorso che dalla Chiesa Parrocchiale giungerà al Santua...-->continua

18/04/2019 - Melfi. Presentazione libro Wanda Tramezzo

"Io conosco il posto delle fragole verdi, è non lontano da noi. Fa parte di me e di tutti quelli che cercano un rifugio dove adagiare il proprio corpo, i propri sogni, i propri sentimenti e sentirsi lievi al profumo di quelle fragole verdi". Così ha definito i...-->continua

18/04/2019 - Ultimi giorni per la mostra #Woman di Sante Muro a Matera

Sarà visitabile ancora fino a martedì 23 aprile a Matera la personale di pittura dell’artista Sante Muro dal titolo “#Woman”, in esposizione dallo scorso 10 febbraio presso il Caffè Vergnano 1882, in via del Corso 78. Ultimi giorni, dunque, per ammirare le ope...-->continua

E NEWS





WEB TV



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo