HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise si prepara ad accogliere la lampada della Fede. Ecco il programma

16/01/2013



L’ 11 ottobre 2012 è iniziato l’anno della fede che terminerà il 24 novembre 2013. In occasione di tale evento il 13 ottobre 2012 nella Cattedrale di Tursi, con una solenne liturgia eucaristica, è stata benedetta dal nostro Vescovo, S. E. Mons. Francesco Nolè, la lampada della fede, opera di Padre Tarcisio Manta Ofm che arde nella Concattedrale di Lagonegro per ricordarci che siamo figli della luce. Tre lampade sono state realizzate da padre Tarcisio Manta ofm per la Diocesi. Una di questa arde nella Cattedrale di Tursi, una seconda rimarrà accesa per tutto l’anno nella Concattedrale, l’altra rimarrà nell’Episcopio. Due lampade ancora percorreranno, con sosta settimanale, tutte le parrocchie della Diocesi. Attraverso questo percorso arriverà a Senise il 19 gennaio, dopo essere stata accolta nella comunità di Cersosimo e sosterrà fino al 26. Il parroco don Pino Marino, nella riunione del Consiglio Pastorale parrocchiale, ha illustrato il programma che la comunità di Senise si appresta a vivere per tutto il periodo di permanenza della lampada: nel pomeriggio di sabato, alle ore 17,00, in piazza Vittorio Emanuele, la comunità di Cersosimo consegnerà la lampada alla comunità di Senise e in processione sarà portata nella Chiesa di S. Francesco per la solenne liturgia eucaristica. Domenica 20 la lampada entrerà solennemente in tutte le messe. Nel pomeriggio di lunedì 21 Santa Messa alle ore 17,30 nella Chiesa di S. Francesco e alle 18,30, nel Centro Parrocchiale, don Francesco Sirufo, terrà una catechesi sulla fede. Martedì 22, sempre nella Chiesa di S. Francesco, celebrazione della Via Lucis animata dai giovani. Giovedì 23 Santa messa alle ore 17,30 e alle 21,00 Adorazione Eucaristica. Il venerdì 25 Messa solenne alle ore 17,30 e a seguire la proiezione di un video su Chiara Luce. Sabato 26, dopo la Santa Messa, il saluto e la consegna della lampada alla comunità di Castronuovo di Sant’Andrea . L’importanza di questo evento è sancita dal vescovo che ha decretato che nelle Chiese Cattedrale di Tursi e Concattedrale di Lagonegro si possa lucrare l’indulgenza plenaria ogni giorno dell’Anno della Fede alle solite condizioni: preghiera per le intenzioni del Papa e recita del Credo, confessione e comunione. E’ possibile impetrare l’indulgenza anche nel Santuario Basilica di Anglona e nei Santuari di Santa Maria del Sirino e Maria Santissima del Pollino. Inoltre si aggiunge la facoltà di ottenere l’indulgenza anche in ogni comunità parrocchiale nei giorni di permanenza della lampada della fede. Il regno della luce è il regno di Cristo e del bene, quello delle tenebre è di Satana e del male. Ama Cristo chi ama la luce, odia il peccato chi odia le tenebre. L’anno della fede, voluto dal S. Padre Benedetto XVI, dovrà servire ad approfondire i contenuti della nostra fede per poterla professare, celebrare, vivere e pregare con sempre maggiore convinzione. E’ vuota una vita senza fede ed è inutile una fede senza vita e senza opere. Il Signore ci conceda una vita sempre più illuminata dalla fede e una fede sempre più ricca di vita. Amante della luce e nemico delle tenebre doni a ciascuno di noi una fede illuminata, convinta e convincente. La "Lampada della Fede", segno della luce di Cristo che scaturisce dal cero pasquale sta percorrendo pellegrina tutta la Diocesi nell'arco dell'anno pastorale.

Vincenzo diac. Terracina



ALTRE NEWS

CRONACA

20/08/2019 - Policoro: cocaina in auto,uomo arrestato
20/08/2019 - Senise: un arresto per furto
20/08/2019 - Maratea, Fiumicello: esposto del sindaco alla Procura
20/08/2019 - Tragedia del Raganello, un anno dopo: intervista a Giorgio Braschi

SPORT

20/08/2019 - Matera,si ricomincia a parlare di calcio
20/08/2019 - A Oppido Lucano ultimi ritocchi alla 19°edizione del Memorial Gaetano Lioi
20/08/2019 - Il Rotonda riparte con il tecnico Logarzo
19/08/2019 - Rinascita Lagonegro,tra una settimana inizia la preparazione

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/08/2019 Comunicazione di sospensione idrica in Basilicata

Fardella: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 08:30 alle ore 14:30, salvo imprevisti.

19/08/2019 VII Edizione Riconoscimento Nicola Maria Pace

Anche quest’anno i coordinamenti di Libera Basilicata e Libera Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con il Comune di Filiano (Pz), organizzano il Riconoscimento nazionale dedicato al giudice Nicola Maria Pace, Procuratore della Repubblica prima a Matera, poi a Trieste ed infine a Brescia, e assegnato ogni anno a chi si è contraddistinto nel contrasto alle ecomafie e alla tratta degli esseri umani.

Giunto alla settima edizione, quest’anno il Riconoscimento riguarderà il tema della tratta degli esseri umani, una piaga quanto mai attuale di questi tempi perché legata tristemente al fenomeno epocale delle migrazioni, ma che già a metà degli anni Novanta era al centro delle attività investigative del giudice Pace quando lavorava alla Procura di Trieste.

L'evento, durante il quale verranno assegnati i riconoscimenti, si svolgerà lunedì 26 Agosto 2019 alle ore 17,30 a Filiano (PZ), paese d'origine del dottor Pace, presso il Centro sociale G. Lorusso.

19/08/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 19 agosto in Basilicata

Paterno: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Foresta delle Monache, Limanti, Limanti Rotabile, Le Sorti.

Chiaromonte: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Grottole sarà sospesa dalle ore 08:30 di oggi fino al termine dei lavori.

Craco: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Papa Giovanni XXIII resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

Il fuoco del ghetto illumini le nostre coscienze
di Mariapaola Vergallito

Nessuno di noi dovrà più tornare indietro da quanto accaduto ieri. Nessuno di noi dovrà poter cancellare il capitolo nero marchiato col fuoco del ghetto della Felandina di Metaponto. Non che di vergogna e di indecenza prima di ieri non ce ne fossero abbastanza. Ma forse si doveva arrivare alla morte di una povera donna nigeriana resa irriconoscibile dal fuoco di un’alba lucana per accenderne un altro, di fuoco: quello dell’indignazione attiva, della coscienz...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo