HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Rischio di listeria da surgelati: richiamati anche gli spinaci dall'Ungheria

12/07/2018



Si allargano i ritiri di prodotti surgelati per il rischio di contaminazione da listeria. A lanciare l’allerta alimentare oggi il RASFF. Il Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff), infatti, con la notifica n° 2018.1995 del 12.07.18, ha segnalato alle autorità sanitarie dei diversi Paesi europei, in particolare Italia, Croazia, Ungheria, Kosovo e Montenegro circa la presenza di Listeria monocytogenes in spinaci surgelati. La notifica fa seguito ad un richiamo di prodotti in tutto il mondo rilasciato dall’Agenzia ungherese per la sicurezza alimentare a causa di un’epidemia di listeria in Europa. Più di una settimana fa, l’agenzia ungherese ha vietato la commercializzazione di tutti i prodotti ortofrutticoli congelati e surgelati colpiti e ne ha ordinato il ritiro immediato e il ritiro. Inizialmente si pensava che la fonte di cibo incriminato fosse limitata al mais congelato, ma il sequenziamento dell’intero genoma ha trovato ceppi del pericoloso batterio in altre verdure surgelate come piselli, fagioli, spinaci e acetosa prodotte dall’azienda coinvolta nel 2016, 2017 e 2018, persistiti nell’impianto di lavorazione nonostante le procedure di pulizia e disinfezione. Listeria è una famiglia di batteri composta da dieci specie. Una di queste, Listeria monocytogenes, causa la listeriosi, una malattia che colpisce l’uomo e gli animali. “Ovviamente la nostra associazione monitorerà, come nel caso di oggi, gli aggiornamenti che dovessero arrivare dalle autorità sanitarie e che si occupano di sicurezza alimentare a livello europeo e mondiale, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, per informare i consumatori italiani se eventuali partite degli stessi prodotti siano state commercializzate anche in Italia”



ALTRE NEWS

CRONACA

15/09/2019 - Pomarico: come va avanti il lavoro di ricostruzione e monitoraggio
15/09/2019 - Un anno dalla tragedia di Cersosimo
15/09/2019 - Potenza. Coltivava e confezionava droga in casa, arrestato
14/09/2019 - Scanzano Jonico: in corso un vasto incendio

SPORT

15/09/2019 - Serie D/H: la Gelbison sgambetta il Francavilla
14/09/2019 - Serie D/H: per il Francavilla un nuovo arrivo d’eccezione
14/09/2019 - Primo Trofeo giovanile tennistavolo “La Potentina”
14/09/2019 - Volley Rinascita Lagonegro: buon test in amichevole con Callipo Vibo Valentia

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

15/09/2019 Serie D Girone h, terza giornata

Agropoli-Altamura0 - 2
Cerignola-Grumentum2-1
Casarano-Brindisi4 - 0
Gravina -Sorrento 1-0
Francavilla-Gelbison 0- 1
Gladiator-Andria1 - 1
Nocerina-Foggia 0 - 1
Fasano -Bitonto 1 - 0
Taranto -Nardò 0-0

14/09/2019 Sospensione idrica 14 settembre 2019

Senise: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Fossi, rione Timpone e viale della Repubblica resterà sospesa fino alle ore 16:00, salvo imprevisti.
Sant'Arcangelo: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Risano sarà sospesa dalle ore 13:00 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione.

13/09/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 13 settembre

Picerno: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 15:30 di oggi alle ore 06:30 di domani, salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Montagna, strada Chiusi, strada Convento Montagna, strada Torretta e via Don Minzoni
Moliterno, Sarconi, Grumento Nova: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani, salvo imprevisti. MOLITERNO: contrada San Nicola e zone limitrofe; SARCONI: contrade Valicadossa, Santa Barbara, Arciprete Miraglia, Finaide e zone limitrofe; GRUMENTO NOVA: contrada Spineta e zone limitrofe.

Il fuoco del ghetto illumini le nostre coscienze
di Mariapaola Vergallito

Nessuno di noi dovrà più tornare indietro da quanto accaduto ieri. Nessuno di noi dovrà poter cancellare il capitolo nero marchiato col fuoco del ghetto della Felandina di Metaponto. Non che di vergogna e di indecenza prima di ieri non ce ne fossero abbastanza. Ma forse si doveva arrivare alla morte di una povera donna nigeriana resa irriconoscibile dal fuoco di un’alba lucana per accenderne un altro, di fuoco: quello dell’indignazione attiva, della coscienz...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo