HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Trofeo CorrerePollino: decimo compleanno nel giorno della Repubblica

3/06/2013



Nel giorno del Corpus Domini e della festa della Repubblica Italiana, la decima edizione del trofeo CorrerePollino va a Iran Ponzetta della ATLETICA CAPO DI LEUCA che vince con un tempo di 51 minuti e 13 seconti Davanti a Costa Brunetta Pedro della MARATHON CS che giunge al traguardo con un ritardo di 3 minuti e 30. La terza posizione va all'atleta di punta della società lucana CorrerePollino Francesco Lufrano che per 12 secondi non acciuffa il secondo posto. Sono stati 173 gli atleti giunti al traguardo tra cui anche l'assessore alla sanità regionale Attilio Martorano, che si sono cimentati in un percorso lungo 11 km con diverse salite e discese su strada asfaltata e sterrata reso ancor più duro dalla pioggia caduta il giorno prima.
Il giovane campioncino di Chiaromonte, Maurizio Carlomagno è giunto al traguardo in settima posizione con un tempo di 57:29, che gli consente di arrivare anche primo nella categoria assoluti di Basilicata. Tra le donne a vincere è Paola Bernardo dell'Atletica Amatori di Corigliano. Seconda Giuseppina Andresini dell'atletica Castellana, terza Marcella Delfine Podistica Putignano, quarta Rita Maria Marzoli del team Francavilla, al 5° posto Giovanna Zizzamia della podistica Ferrandina. La prima ragazza della Correrepollino è stata Angelica Figundio giunta sesta in classifica. Francesco Lufrano è giunto anche secondo nella categoria TM, mentre Antonio Imperatore di Ferrandina taglia il traguardo primo della categoria MM40, in classifica generale è giunto 4°. Per l'Atletica amatori Tursi il miglior piazzamento è di Francolino Giuseppe giunto 6° al traguardo e secondo nella categoria MM40.

Giuseppe Panaino
Lasiritide.it

Di seguito i primi 10 della classifica generale
1 PONZETTA IRAN 0h51:13
2 COSTA BRUNETTA PEDRO 00:03:20
3 LUFRANO FRANCESCO 00:03:32
4 IMPERATORE ANTONIO 00:03:51
5 ANGELINI ERNESTO 00:05:05
6 FRANCOLINO GIUSEPPE 00:05:33
7 CARLOMAGNO MAURIZIO 00:06:16
8 GIGLIO VINCENZO 00:07:51
9 GRATTON GIOVANNI 00:07:55
10 MARTORANO RAFFAELE 00:08:03



ALTRE NEWS

CRONACA

20/03/2019 - In presidio i lavoratori Asm a Matera
20/03/2019 - Provincia Potenza. Lotta alle truffe on-line - Denunciate 9 persone
20/03/2019 - Policoro: 32enne perde la vita schiacciato da un albero
20/03/2019 - Metapontino: diplomi facili a pagamento

SPORT

20/03/2019 - Serie D, G/H: il Picerno vince e riallunga in classifica
20/03/2019 - Potenza Calcio,la beffa al 93' con il pareggio della Sicula Leonzio
20/03/2019 - Tommaso Elettrico sfiora il 4° successo alla GF Castelli e Torri 2019
20/03/2019 - Seconda Ctg/C: la capolista ipoteca il campionato

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

20/03/2019 Vito Pace confermato presidente Consiglio Notarile

Il Consiglio Notarile Distrettuale di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina ha riconfermato, all'unanimità, per il triennio 2019/2021, quale Presidente il Notaio Vito Pace e quale Segretario il Notaio Francesco Carretta. Gli altri componenti sono i Notai : Adele De Bonis Cristalli (tesoriere); Antonio Di Lizia, Annamaria Racioppi, Angelo Pasquariello e Agostino Rizzo.

19/03/2019 Sospensioni Idriche del 19 marzo 2019

Tricarico: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 15:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina, salvo imprevisti.

A causa di un guasto sulla condotta adduttrice del Frida, nella giornata odierna si potrebbero verificare cali di pressione o interruzione idriche fino al termine dei lavori di riparazione.


18/03/2019 Sospensione idrica Spinoso

Spinoso: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle contrade Mazzoccola e Ficarelle e nelle zone limitrofe resterà sospesa fino ad ultimazione dei lavori.

EDITORIALE

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo