HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Serie D, G/H: il Francavilla corsaro a Pomigliano

14/04/2019



Al “Gobbato”, il Francavilla batte di misura il Pomigliano grazie ad una rete in apertura di Leonetti, ed ottiene l’aritmetica certezza di giocare in Serie D anche nella prossima stagione: ipotesi, tra l’altro, mai stata in discussione.
L’inizio è subito favorevole ai sinnici che passano in vantaggio al primo minuto in seguito a una correzione in rete del centravanti andriese su un traversone dalla sinistra di D’Auria.
Il Pomigliano reagisce con Nyembue, che tocca debolmente su un suggerimento di Liberti. Al sesto D’Auria viene fermato provvidenzialmente dall’intervento di Marotta. All’ottavo tentativo di Ragone dal limite che termina al lato. Al 15’ Bellarossa è bravissimo su una rovesciata ancora di Leonetti. Al 19’ una conclusione di Lavopa viene deviata in corner. Un minuto dopo, Carnevale cincischia in area e la difesa libera. AL 25’ conclusione velleitaria di Avella. Al 32’ altro tentativo di D’Auria, stavolta a giro dai venti metri, che non inquadra la porta. Allo scadere tiro debole di Labriola, bloccato da Alvigini. Si va al riposo con i lucani avanti di una rete.
La ripresa inizia con una clamorosa opportunità per i sinnici: Pagano ci prova da fuori, Bellarossa respinge verso D’Auria che fallisce il bersaglio da due passi. Al 13’ un sinistro ancora di D’Auria sorvola la traversa. Al 22’ è Liberti a sparare alto da buona posizione. Passano nemmeno due minuti e sempre D’Auria calcia fuori dopo aver seminato due avversari. Il match va avanti senza particolari sussulti, fino al 35’ quando il neo entrato Cimino non arriva alla deviazione sottoporta. Finisce con la vittoria dei rossoblu di Lazic, che si avviano a chiudere la stagione in assoluta tranquillità.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

22/04/2019 - Giornata mondiale Terra, geologi: ancora troppi ritardi nel settore ambientale
21/04/2019 - Viggianello: una strada comunale interrotta per una frana - VIDEO
21/04/2019 - Senise: atti vandalici davanti a un bar
21/04/2019 - A Metaponto sequestrato un camping

SPORT

21/04/2019 - Karate: Pasqua d'oro a Rabat
20/04/2019 - Ritorna alla vittoria il Potenza Calcio
20/04/2019 - P2M En&Gas Potenza,ipoteca sul titolo regionale di Serie D maschile
20/04/2019 - Futsal Senise: i Giovanissimi bissano il primato regionale

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

21/04/2019 Riaperta al traffico la Strada Provinciale 5 (ex SS 176) nei pressi di Craco

È stata riaperta al transito la Strada Provinciale 5 (ex SS 176), all’altezza del km 4+100, lungo il tratto Pisticci - Craco.
Dopo l’immediata ordinanza di chiusura della strada disposta tre giorni fa a seguito di controlli che evidenziavano un cedimento di un muro andatore sui cui poggia la rampa di accesso al noto ponte Bailey, la Provincia di Matera si è tempestivamente adoperata per mettere in sicurezza quella zona e garantire così la pubblica incolumità degli utenti.
Già ieri mattina, infatti, dopo l’intervento di somma urgenza effettuato, si è proceduto alla riapertura della strada provinciale al transito dei mezzi.

20/04/2019 Sospensione idrica oggi 20 Aprile in Basilicata

Potenza: a causa deld protrarsi dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in contrada Poggio Cavallo, contrada Rossellino, via Rifreddo e via De Nicola resterà sospesa fino alla mezzanotte.

19/04/2019 Sospensione idrica a Rionero In Vulture

Rionero in Vulture: per consentire lavori di manutenzione straordinaria del serbatoio cittadino, martedì 23 aprile l’erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 14 alle ore 7 del mattino successivo, salvo imprevisti. La sospensione riguarderà l’intero abitato ad eccezione delle frazioni di Monticchio e delle seguenti zone: contrada Scascione, contrada Ventaruolo, contrada Colonnello, via del Brigantaggio, via Padre Tortorella, viale della Bramea, via della Ninfea Bianca, via Alborella Vulturina, via Fontana Castagno e strade limitrofe.

EDITORIALE

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo