HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Serie D, G/H: il Picerno va a Nardò alla ricerca dei 3 punti

16/02/2019



La capolista Picerno proverà a mantenere il comando della classifica vincendo al “Giovanni Paolo II” di Nardò, dove troverà un toro che si è ripreso dopo 5 sconfitte consecutive battendo l’Ercolanese e pareggiando nello scorso turno con la Gelbison.
I rossoblu sono reduci 4 vittorie consecutive e, dopo il successo di mercoledì scorso nel recupero contro il Nola, sono tornati in vetta scavalcando il Taranto.
“Il Picerno in questo momento è la squadra più forte del girone – ha dichiarato il tecnico dei granata Roberto Taurino – ma non mi ha affatto sorpreso perché immaginavo sarebbe stato molto competitivo. Rappresenta il giusto mix tra giovani e giocatori pronti. Avremo delle assenze ma non mi piace lamentarmi: contro di loro ci aspetta non una salita, ma una scalata a mani due”.
Nella graduatoria, i salentini hanno 29 punti e 5 lunghezze di vantaggio sulla zona calda: in casa hanno totalizzato 4 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte con 10 gol fatti e 11 subiti.
“Incontriamo una squadra di grandi tradizioni, che ha superato un periodo negativo e la affronteremo su un campo difficile – ha dichiarato in conferenza Mimmo Giacomarro – non dobbiamo sottovalutarli, perché giocano insieme da parecchio tempo e sono tosti”. “Siamo alla terza partita in 8 giorni – ha aggiunto l’allenatore siciliano – ma abbiamo una rosa ampia e chi andrà in campo dovrà dare il massimo, anche perché sappiamo che loro faranno la partita della vita in quanto non si potranno permettere disattenzioni”.
I melandrini non perdono dalla sesta giornata e lontano dal “Curcio” sono arrivate 7 vittorie, 4 pareggi e una solo sconfitta, con 18 gol fatti e solo 7 subiti. All’andata finì 3 a 0 per la leonessa.
Il giudice sportivo ha fermato per un turno Pitarresi e Fiumara tra i lucani e Bertacchi, Prinari e De Pascalis tra i pugliesi: nelle fila dei quali dovrebbe recuperare Versienti, mentre Kereymateng sarà out insieme a Cassano e Gigante.
Fischio d’inizio previsto per le ore 15. Dirigerà l’incontro Caldera di Como, coadiuvato da De Nardi di Conegliano e Gatti di Gallarate.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it


ALTRE NEWS

CRONACA

19/03/2019 - Lauria: riaperta al traffico la Provinciale ex SS 19
19/03/2019 - ''Siamo tutti pastori sardi''. Protesta in Basilicata e Puglia
19/03/2019 - INPS_Termine presentazione domande di disoccupazione agricola
19/03/2019 - Finanza Matera: sequestrati oltre 120.000 articoli di merce non sicura

SPORT

19/03/2019 - Da Policoro al Senisese: nasce l'ASD PowerSport
19/03/2019 - Futsal, Serie C femminile: la Venus Lauria pronta a festeggiare il titolo
19/03/2019 - Serie D, G/H: nel posticipo il Picerno prova a riallungare
19/03/2019 - Serie D, G/H – Mitro (dg Picerno): ‘I nostri giocatori hanno fame’

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

19/03/2019 Sospensioni Idriche del 19 marzo 2019

Tricarico: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 15:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina, salvo imprevisti.

A causa di un guasto sulla condotta adduttrice del Frida, nella giornata odierna si potrebbero verificare cali di pressione o interruzione idriche fino al termine dei lavori di riparazione.


18/03/2019 Sospensione idrica Spinoso

Spinoso: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle contrade Mazzoccola e Ficarelle e nelle zone limitrofe resterà sospesa fino ad ultimazione dei lavori.

17/03/2019 Serie D/H: risultati 27^ giornata

Cerignola – Città di Fasano 3-1
Francavilla – Granata 3-0
Gragnano – Nola 1-2
Savoia – Sarnese 3-2
Sorrento – Nardò 2-1
Taranto – Altamura 2-0
Bitonto – Fidelis Andria 1-0

Mercoledì 20 marzo – 14,30
Az.Picerno Gelbison
Pomigliano - Gravina

EDITORIALE

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo