HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Serie D, G/H: il Picerno prova a ripartire contro il Gragnano

12/01/2019



La capolista Picerno torna in campo al “Curcio” contro il Città di Gargnano, sconfitto all’andata per 2 a 1. Gli uomini di Giacomarro non hanno iniziato il nuovo anno nel migliore dei modi e dopo lo scialbo pareggio del “Giraud” di Torre Annunziata, è arrivata anche l’eliminazione in Coppa Italia ad opera del Messina. Il tecnico dei melandrini Giacomarro ha chiesto ai suoi la massima concentrazione. “Affronteremo una squadra tosta e ben allenata, per rimanere dove siamo dovremo giocare in modo eccellente. Ai miei ragazzi chiedo concentrazione: il fattore mentale è indispensabile per non subire gol”. Gli uomini di Campana, che attualmente in classifica occupano la sestultima posizione a quota 20, sono reduci da due vittorie e 6 risultati utili consecutivi: ultima sconfitta al “Degli Ulivi” di Andria nella 12^ giornata. I gialloblu, che dovrebbero scendere in campo con il 4-3-3, dovranno rinunciare allo squalificato Martone. Dall’altra parte, Giacomarro dovrà fare a meno diversi elementi: per domani non sono stati convocati Santaniello, Agresta, Fiumara, Fontana e Catalano. Inutile dire che la leonessa dovrà assolutamente cercare di ottenere i 3 punti per evitare che l’Audace Cerignola, dietro di appena 3 punti, si avvicini ulteriormente. A sostegno della squadra in settimana è intervenuto il dg Enzo Mitro, che intervistato da noi ha ribadito che l’obiettivo è “rimanere lassù”. Lo stesso direttore generale ha smentito categoricamente le voci apparse su alcune testate, secondo le quali il capitano Esposito potrebbe lasciare i rossoblu.
Fischio d’inizio posticipato alle ore 15. Dirigerà l’incontro Simone Taricone della sezione di Perugia, coadiuvato da Biancucci di Pescara e Cavalese di Termoli.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it


ALTRE NEWS

CRONACA

22/03/2019 - Rionero in Vulture: un cinghiale da salvare
22/03/2019 - Carabinieri Forestali sequestrano stazione di servizio dismessa a Tolve
22/03/2019 - Furto in abitazione nel Materano, due arresti a Zagarolo
22/03/2019 - Il progetto di superamento de 'La Fellandina' ha l'ok delle parti sociali

SPORT

22/03/2019 - Matera,iI concentramento camp. hockey su pista femminile
22/03/2019 - Grumentum Val d'Agri: ad un passo dal sogno
22/03/2019 - Serie D, G/H: al Fittipaldi il Francavilla anticipa contro il Sorrento
22/03/2019 - Bernalda Futsal,verso l'Altamura. Il dg Mazzei:“attenzione alle loro ripartenze"

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

22/03/2019 Sospensione idrica a Matera

Maratea: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in zona Fiumicello sarà sospesa dalle ore 14:30 di oggi fino al termine dei lavori.

21/03/2019 Basilicata: al voto 573.970 elettori

Sono 573.970 gli elettori che domenica prossima, 24 marzo, voteranno in Basilicata - in 681 sezioni, dalle ore 7 alle 23 - per eleggere il presidente della Regione e i 20 componenti del consiglio regionale. E' quanto emerge dai dati forniti dalle prefetture di Potenza e Matera. Il comune della provincia di Potenza dove vi sono meno elettori è San Paolo Albanese (310); in provincia di Matera il comune con meno elettori è Cirigliano (387).Ansa

20/03/2019 Vito Pace confermato presidente Consiglio Notarile

Il Consiglio Notarile Distrettuale di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina ha riconfermato, all'unanimità, per il triennio 2019/2021, quale Presidente il Notaio Vito Pace e quale Segretario il Notaio Francesco Carretta. Gli altri componenti sono i Notai : Adele De Bonis Cristalli (tesoriere); Antonio Di Lizia, Annamaria Racioppi, Angelo Pasquariello e Agostino Rizzo.

EDITORIALE

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo