HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Serie D, G/H: al “Fittipaldi” arriva il Savoia

12/01/2019



Il Francavilla affronterà in casa il Savoia nella gara valida per la 19^ giornata. I campani nello scorso turno hanno bloccato in casa sullo 0 a 0 la capolista Picerno e nel mese di dicembre hanno cambiato molto: a cominciare dall’avvicendamento in panchina con Campilongo per Squillante. Chiaro l’intento della società opolontina di puntare ai playoff. “Il Savoia è una compagine quadrata ed esperta, la più forte incontrata finora”, ha spiegato Lazic durante la consueta conferenza stampa. La gara d’andata al “Giraud” si concluse a reti inviolate. Le due squadre sono appaiate in classifica in settima posizione a 26 punti. Matias Morales, tornato titolare domenica scorsa a Nola dopo un infortunio, in sala stampa ha dimostrato di avere le idee chiare su come battere gli avversari. “Noi adesso stiamo bene e dobbiamo cercare di vincere sfruttando il loro calo di ritmo nella seconda parte del match”. In campo i due undici sicuramente inizialmente si schiereranno a specchio con il 4-3-3, negli ospiti da verificare le condizioni del bandito Del Sorbo, autore finora di 4 reti in campionato; mentre per Campilongo sembra ci siano poche speranze di avere a disposizione il forte centrocampista D’Ancora. Ma nemmeno i sinnici non hanno potuto preparare al meglio il delicato impegno di domani. “Veniamo da una settimana nella quale il maltempo ci ha dato molto fastidio – ha osservato Lazic – e ieri (giovedì, ndr) non sapevamo dove allenarci perché tutti i campi era innevati e ne approfitto per ringraziare pubblicamente il sindaco di Tursi, che ci ha permesso di allenarci lì”. “Siamo pronti a battagliare anche questa volta per dimostrare che vogliamo rimanere lassù. Sappiamo che sarà difficile, ma sappiamo pure che bisogna provare e dare tutto in campo”, ha concluso il tecnico serbo. Questo inizio di 2019 per i rossoblu è stato ottimo anche sotto il profilo mentale e lo dimostrano le parole di Chavarria: “Mi auguro che per entrare nei playoff la squadra continui ad avere la stessa determinazione e fiducia dimostrate a Nola”. Fischio d’inizio previsto per le 14:30. Dirigerà l’incontro Valerio Vogliacco della sezione Bari, coadiuvato da Roperto di Lamezia Terme e Celestino di Reggio Calabria.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

23/03/2019 - Aliano. Coltelli e armi nello zaino, denunciato
23/03/2019 - Irsina: sorpresi a rubare rame. Arrestato 20enne e denunciato un minorenne
23/03/2019 - Lavello: Arrestati autori di un furto ai danni di una azienda agricola in Puglia
23/03/2019 - Le poesie di Cascini alla Casa circondariale di Potenza

SPORT

23/03/2019 - Geosat Geovertical Lagonegro,gli ultimi appuntamenti della regular season
23/03/2019 - Terza giornata del campionato lucano di tennis di serie C
23/03/2019 - Serie D, G/H: la capolista Picerno sul difficile campo della Sarnese
22/03/2019 - Matera,iI concentramento camp. hockey su pista femminile

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

23/03/2019 Sospensioni idriche 23 marzo 2019

Francavilla in Sinni: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:00 di oggi fino al termine dei lavori.

22/03/2019 Sospensione idrica a Matera

Maratea: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in zona Fiumicello sarà sospesa dalle ore 14:30 di oggi fino al termine dei lavori.

21/03/2019 Basilicata: al voto 573.970 elettori

Sono 573.970 gli elettori che domenica prossima, 24 marzo, voteranno in Basilicata - in 681 sezioni, dalle ore 7 alle 23 - per eleggere il presidente della Regione e i 20 componenti del consiglio regionale. E' quanto emerge dai dati forniti dalle prefetture di Potenza e Matera. Il comune della provincia di Potenza dove vi sono meno elettori è San Paolo Albanese (310); in provincia di Matera il comune con meno elettori è Cirigliano (387).Ansa

EDITORIALE

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo