HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Bernalda Futsal,al “PalaCampagna” per il derby contro l'Orsa Aliano

14/12/2018



I ragazzi di Do Amaral dopo l'importante vittoria per 3-1 sul campo dell'Altamura tornano al “PalaCampagna” per il derby contro l'Orsa Aliano dei due freschi ex Nino Todaro e Cesare Rispoli. Una gara fondamentale per tornare al successo tra le mura amiche dopo il pareggio contro il Bisignano e la sconfitta con il Traforo. Sul nuovo corso dei rossoblu e sulle insidie del prossimo match abbiamo ascoltato l'universale brasiliano Orlando Bidinotti.

IL NUOVO CORSO. Squadra rinnovata dalla mini rivoluzione del mercato autunnale. L'universale brasiliano vede così il nuovo corso: “Il Bernalda rinnovato fa capire che il presidente non ha mollato niente con l'ingaggio di calciatori di valore come Del Ferraro, Caetano e Muro'. In questo modo è stato dato un segnale forte al campionato e anche a noi stessi che non dobbiamo mollare. Il Bernalda ha tanta fame e vuole dimostrare quanto vale”.

VERSO L'ORSA ALIANO. Mai sottovalutare l'avversario e soprattutto guardia alta in ogni gara: “Stiamo ancora prendendo forma – afferma Bidinotti(foto) – e non possiamo assolutamente permetterci di sottovalutare l'Orsa così come ogni avversario che affronteremo. Loro hanno tanta voglia di conquistare punti salvezza e verranno qui a giocarsi la gara. Noi dobbiamo entrare in campo concentrati al 100% per conquistare la vittoria. Del resto non possiamo più permetterci nessun errore quindi mai sottovalutare l'avversario. Dobbiamo tenere sempre alta la concentrazione. Rispettiamo l'Orsa ma siamo consapevoli della nostra forza e dei nostri mezzi”.

SPOSARE IL PROGETTO. La chiosa finale è dedicata proprio a se stesso e al connubio con il Bernalda: “Ho sposato questo progetto – dice Bidinotti – da subito. Ho conosciuto ottime persone come il presidenti Plati e Rasulo, oltre al dirigente Grieco. Mi sono affezionato a questa società e sono rimasto con entusiasmo per fare grandi cose con società e squadra. Mi sento bene fisicamente e posso ancora migliorare. Ho tanta voglia di vincere per rendere felici i nostri tifosi e la dirigenza. In campo darò sempre il massimo”



ALTRE NEWS

CRONACA

19/03/2019 - Lauria: riaperta al traffico la Provinciale ex SS 19
19/03/2019 - ''Siamo tutti pastori sardi''. Protesta in Basilicata e Puglia
19/03/2019 - INPS_Termine presentazione domande di disoccupazione agricola
19/03/2019 - Finanza Matera: sequestrati oltre 120.000 articoli di merce non sicura

SPORT

19/03/2019 - Da Policoro al Senisese: nasce l'ASD PowerSport
19/03/2019 - Futsal, Serie C femminile: la Venus Lauria pronta a festeggiare il titolo
19/03/2019 - Serie D, G/H: nel posticipo il Picerno prova a riallungare
19/03/2019 - Serie D, G/H – Mitro (dg Picerno): ‘I nostri giocatori hanno fame’

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

19/03/2019 Sospensioni Idriche del 19 marzo 2019

Tricarico: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 15:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina, salvo imprevisti.

A causa di un guasto sulla condotta adduttrice del Frida, nella giornata odierna si potrebbero verificare cali di pressione o interruzione idriche fino al termine dei lavori di riparazione.


18/03/2019 Sospensione idrica Spinoso

Spinoso: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle contrade Mazzoccola e Ficarelle e nelle zone limitrofe resterà sospesa fino ad ultimazione dei lavori.

17/03/2019 Serie D/H: risultati 27^ giornata

Cerignola – Città di Fasano 3-1
Francavilla – Granata 3-0
Gragnano – Nola 1-2
Savoia – Sarnese 3-2
Sorrento – Nardò 2-1
Taranto – Altamura 2-0
Bitonto – Fidelis Andria 1-0

Mercoledì 20 marzo – 14,30
Az.Picerno Gelbison
Pomigliano - Gravina

EDITORIALE

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo