HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

La Hockey pattinaggio Matera perde in casa 6-3 contro il Molfetta

10/12/2018



Seconda giornata del campionato di hockey su pista di serie B - girone E. La Hockey Pattinaggio Matera perde in casa 6-3 contro la corazzata Estrelas Molfetta, squadra allestita per puntare al salto di categoria e con in rosa numerosi giocatori con alle spalle varie stagioni in A1, tra questi anche il difensore Antonio Dagostino, il quale vanta la partecipazione ad un Mondiale e ad un Europeo con la nazionale italiana. Primo tempo piuttosto equilibrato con i padroni di casa che passano in vantaggio al 5’ e 30’’, a segno il capitano Luca Santeramo. Il pareggio ospite al 7’ con Bavaro, quindi al 20’ e 35’’ Molfetta in vantaggio con “il gol non gol” di Turturro (pallino che sembrerebbe non superare la linea di porta). Squadre negli spogliatoi sul 2-1 Molfetta e con i padroni di casa in varie occasioni vicino al gol, ma non precisi in fase di finalizzazione (da registrare evitabili errori sulle punizioni di prima). Alla ripresa delle ostilità, minuto 5 e 45’’, terza rete ospite con l’idolo dei molfettesi, l’esterno Maurizio Sinisi. Al 6’ e 20’’ accorcia le distanze la HP Matera con Luca Nicoletti, che realizza finalmente una punizione di prima. Al 14’ e 30’’ ci pensa nuovamente Sinisi a riportare sul doppio vantaggio i suoi, andando a finalizzare un rapido ed esaltante contropiede. Emanuele Gaudiano, al 16’ e 55’’, riaccende le speranze dei materani, ci pensa Bavaro però al 18’ a riportare il Molfetta sul doppio vantaggio (3-5), quindi Turturro al 22’ e 40’’ chiude definitivamente la pratica, tra gli applausi del caloroso pubblico presente sugli spalti. Egregia la prova dei lucani contro un quintetto che ha di fatto dimostrato di avere tutte le carte in regola per puntare al salto di categoria. La HP Matera, incassata la prima sconfitta stagionale, guarda ora al prossimo impegno: domenica alle 18 match esterno contro la AFP Giovinazzo, in classifica a quota 3 (come la formazione materana allenata da Persia) dopo la netta vittoria casalinga sull’Eboli dell’ultimo turno.


ALTRE NEWS

CRONACA

19/03/2019 - Lauria: riaperta al traffico la Provinciale ex SS 19
19/03/2019 - ''Siamo tutti pastori sardi''. Protesta in Basilicata e Puglia
19/03/2019 - INPS_Termine presentazione domande di disoccupazione agricola
19/03/2019 - Finanza Matera: sequestrati oltre 120.000 articoli di merce non sicura

SPORT

19/03/2019 - Da Policoro al Senisese: nasce l'ASD PowerSport
19/03/2019 - Futsal, Serie C femminile: la Venus Lauria pronta a festeggiare il titolo
19/03/2019 - Serie D, G/H: nel posticipo il Picerno prova a riallungare
19/03/2019 - Serie D, G/H – Mitro (dg Picerno): ‘I nostri giocatori hanno fame’

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

19/03/2019 Sospensioni Idriche del 19 marzo 2019

Tricarico: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 15:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina, salvo imprevisti.

A causa di un guasto sulla condotta adduttrice del Frida, nella giornata odierna si potrebbero verificare cali di pressione o interruzione idriche fino al termine dei lavori di riparazione.


18/03/2019 Sospensione idrica Spinoso

Spinoso: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle contrade Mazzoccola e Ficarelle e nelle zone limitrofe resterà sospesa fino ad ultimazione dei lavori.

17/03/2019 Serie D/H: risultati 27^ giornata

Cerignola – Città di Fasano 3-1
Francavilla – Granata 3-0
Gragnano – Nola 1-2
Savoia – Sarnese 3-2
Sorrento – Nardò 2-1
Taranto – Altamura 2-0
Bitonto – Fidelis Andria 1-0

Mercoledì 20 marzo – 14,30
Az.Picerno Gelbison
Pomigliano - Gravina

EDITORIALE

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo