HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

La Reggina costringe al pari il Potenza. Ioime ancora in cattedra

17/10/2018



Grande sfida al Viviani di Potenza tra i rossoblu lucani e gli amaranto calabresi della Reggina. Nel Potenza soltanto due cambi rispetto alla vigilia, in campo Giron e Strambelli. Nella Reggina invece ampio turnover schierato da mister Roberto Cevoli: Tulissi e Sandomenico si accomodano in panchina. Al loro posto Ungaro e Franchini. Parte bene il Potenza che dopo solo due minuti, crea la prima occasione da gol in mischia sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Risponde subito la Reggina con un colpo di testa di Tassi, troppo debole però per impensierire Ioime. Ritmi abbastanza alti in avvio condito da qualche errore di troppo da entrambe le parti. I calabresi cercano di imporre il proprio gioco e per ben due volte con Tassi mettono paura alla retroguardia locale:9’ ottima azione in solitaria di Mastrippolito che dopo aver conquistato il pallone, effettua un cross in mezzo all'indirizzo di Tassi, il quale non riesce a controllare la sfera. Al 14’ ancora pericolosa la Reggina: Tassi bravo a raccogliere un lancio lungo di Salandria che scavalca la difesa. Altrettanto bravo è stato però Ioime ad uscire con i piedi dalla propria area intercettando la sfera dai piedi del centravanti amaranto. Un minuto dopo è il Potenza a rendersi pericoloso: lancio perfetto di Emerson a scavallare la difesa amaranto all'indirizzo di França, il quale tenta la prima conclusione, però rimpallata. In un secondo tempo calcia a botta sicura Dettori una conclusione salvata sulla linea da Solini. Il vantaggio dei rossoblu arriva al 33’ su calcio di rigore per fallo di Franchini. Dal dischetto FRANçA non perdona 1-0. Il secondo tempo inizia con i calabresi alla ricerca del pari cercando di fare la partita e con il Potenza che arretra. Al 68’ Reggina in dieci per espulsione di Navas, entrato tre minuti prima. 75’ punizione indiretta in area di rigore per la Reggina dopo che Ioime ha preso con le mani un retropasaggio di Emerson. Batte Tulissi e deviazione della barriera in angolo. All’84’ la Reggina pareggia: punizione magistrale dai 25 metri del neo entrato tra le fila della Reggina Sandomenico, che con un destro a giro, scavalca la barriera ed insacca alle spalle di Ioime 1-1.Insiste la Reggina e all’86’ sfiora il vantaggio con Franchini che dal limite dell'area lascia esplodere un destro al volo su assisti di Tulissi. Ioime si supera. Ancora Tulissi al 91’ vicino alla rete con un sinistro a giro dal limite. Ioime salva ancora il Potenza. Ultimo grido del Potenza al 92’ con Dettori che dal limite impegna Confente. Il fischio dell’arbitro mette fine alle ostilità. Buon punto per la Reggina che costringe i ragazzi di Raffaele al pari tra le mura amiche e nel finale esalta le doti tecniche del portiere Ioime che salva il risultato.

Potenza: Ioime, Dettori, Strambelli (Piccinni dal 62'), Coccia, França (Salvemini dal 77'), Giron, Genchi (Pepe dal 77'), Coppola, Emerson, Di Somma, Guaita. All.: Raffaele.
A disposizione: Breza (PT), Mazzoleni (PT), Panico, Caiazza, Piccinni, Matera, Giosa, Sales, Matino, Leveque.

Reggina: Confente, Conson, Salandria (Emmausso dal 45'), Franchini, Zibert, Marino (Navas dal 66'), Tassi (Tulissi dal 45'), Solini, Ungaro (Sandomenico dal 66') (Patermann dall'86), Mastrippolito, Kirwan. All.: Cevoli
A disposizione: Vidovsek (PT), Viola, Ciavattini, Pogliano, Petermann, Redolfi, Bonetto, Zivkov.

Arbitro: Fabio Pasciuta di Ravenna.
Assistenti: Mattia Politi di Lecce e Alessandro Lombardi di Castellammare di Stabia.
Marcatori: França (rig.) 33', Sandomenico (R) 83'.



ALTRE NEWS

CRONACA

24/06/2019 - Potenza. Minaccia di morte l'ex moglie, arrestato
24/06/2019 - Fca: a Melfi stop produzione in 30 turni
24/06/2019 - Carenze personale medico UOC Neonatologia e TIN al San Carlo
24/06/2019 - Incidente Sinnica con cinghiale: da venerdì la carcassa dell'animale è ancora lì

SPORT

24/06/2019 - Presentata a Policoro la ''Academy Picerno''
24/06/2019 -  US Castelluccio: si riparte con il gioiellino Mecca fra i pali
24/06/2019 - Serie C, Picerno: nominati direttore sportivo e responsabile area tecnica
24/06/2019 - Risultati sportivi cittadini montesi

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

24/06/2019 Ortofrutta in crisi, firmato un accordo

Per affrontare le conseguenze della "grave crisi commerciale" del settore dell'ortofrutta, Coldiretti Basilicata e Spesì hanno concluso a Policoro (Matera) il "primo accordo di filiera". Lo ha annunciato Coldiretti Basilicata, ricordando che il settore ortofrutticolo ha anche "subito ingenti danni dalle ultime dannose ed eccezionali attività atmosferiche". Il progetto promosso da Coldiretti è denominato "Io sono lucano".

24/06/2019 Sospensione idrica a Pisticci

Pisticci: a causa di un guasto, dalle ore 07:30 di domani mattina fino al termine dei lavori di riparazione nelle località San Basilio, lido 48 e San Teodoro si potrebbero verificare cali di pressione o la sospensione dell'erogazione idrica.

22/06/2019 Castelluccio Inferiore: martedì, work conference sul Pollino

A Castelluccio Inferiore, nella Sala Consiliare di Largo Marconi, alle ore 18 di mercoledì 26 giugno, si svolgerà una work conference intitolata: “Territori e Sviluppo Sociale nel Pollino”, “Aspetti nutraceutici e sociali delle piante officinali”. L’incontro è organizzato da A’Naca Basilicata, orizzonti sostenibili.
Interverranno: il sindaco di Castelluccio Inferiore Paolo Francesco Campanella, per i saluti istituzionali; Francesco Forte (di A’Naca Basilicata, la sfida sociale per la sostenibilità) e Francesca Scannone (di e-nutrition, piante officinali), entrambi della Fondazione Eni Enrico Mattei; Aldo Aufierro (Masseria Meldoro 2.0, la fattoria del benessere), di Masseria Meldoro Coop. Sociale; Egidia Salomone (la filiera delle erbe officinali), di Evra; Domenico Cerbino (le piante officinali del Pollino), di Alsia.

EDITORIALE

Buttate le quote rosa come i reggiseni negli anni Settanta
di Mariapaola Vergallito

Puttane. Sante. Streghe. Oche. Chi lo ha detto che alla donna, nei secoli, non sia stato ritagliato un ruolo, riservato un posto incasellato nell’angolino di un mosaico quasi tutto maschile? E non parlo solo del mondo cattolico, come la citazione iniziale farebbe pensare (Guy Bechtel, Le quattro donne di Dio). La donna non è mai veramente stata ‘donna’ e basta. Puttane. Sante. Streghe. Oche. E quote rosa. Nel 2018, in occasione del settantesimo anniversari...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo