HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Eccellenza, ripescaggi: riaperti i termini. Chi salverà il nostro calcio?

10/08/2018



Il Comitato regionale lucano ha appena riaperto ufficialmente, e fino a lunedì prossimo, i termini per il ripescaggio anche per l’Eccellenza. Il rischio che la prossima massima divisione possa partire con sole 15 squadre ai blocchi appare sempre più concreto, con tutte le conseguenze in termini di immagine che è facile immaginare ne scaturiranno. Questa eventualità, infatti, rappresenterebbe indubbiamente un fallimento per il nostro calcio e per questo bisogna evitarla. Ovviamente per riuscirci è necessario trovare un sodalizio disposto a modificare la programmazione della stagione ormai alle porte praticamente su due piedi: dalla sera alla mattina. E non è affatto semplice.

La situazione – Ma procediamo con ordine. In un ipotetico ventaglio di compagini iscritte alla Promozione e in grado di accollarsi una simile incombenza, possiamo inserire non molte squadre. Una delle papabili, visto il mercato, avrebbe potuto essere il Brienza ma proprio ieri, ai nostri microfoni, il responsabile dell’area tecnica Antonio Giuzio lo ha “escluso categoricamente”.
Se poi consideriamo il piazzamento ottenuto nello scorso torneo cadetto, e quindi il conseguente diritto a presentare l’istanza, si dovrebbe essere indotti a pensare che a chiedere l’ammissione possa essere la Santarcangiolese in quanto avrebbe la precedenza. Ma i giallorossi non appaiono intenzionati a procedere in tal senso, e ne abbiamo ricevuto la conferma noi direttamente in più circostanze da fonti che possiamo definire certe.

L’Oraziana Venosa – Allora ecco che potrebbe profilarsi l’ipotesi Oraziana. In proposito dobbiamo subito ricordare che anche la società venosina non pare interessata. Tuttavia, visti il blasone, l’esperienza dei dirigenti, l’organico e l’importanza rappresentata dalla Piazza, sarebbe un sodalizio assolutamente in grado di affrontare il salto di categoria. Certo, non sta a noi fare simili valutazioni né tirare per la giacchetta qualcuno; ma la situazione che si è venuta a creare, e i mugugni che chiaramente provengono da chi già è iscritto a un torneo che appare numericamente dal tono dimesso, impongono una soluzione. E che la stessa sia trovata anche celermente.

I tempi stretti – E qui torniamo al dunque: il Venosa avrebbe tutte le prerogative per farsi avanti e, passateci il termine senza che nessuno se ne abbia a male, per salvare la “dignità” del nostro calcio.
Ma a noi scrivere costa nulla, stiamo semplicemente condividendo delle considerazioni, mentre una società deve ponderare bene le sue scelte soprattutto quando sono di questa portata. Una cosa però possiamo affermarla senza timore di essere smentiti: eccezion fatta per quattro o cinque squadre che lotteranno per le posizioni di vertice, il livello della nostra “Serie A” pare omogeneo e i gialloverdi se la giocherebbero alla pari con tutti le altre. Per cui, al momento, non vediamo altre soluzioni praticabili al di fuori dell’Oraziana. Ma il tempo si fa sempre più stringente e, qualsiasi sia la strada maestra, bisogna fare presto.


Gianfranco Aurilio
lasiritide.it


ALTRE NEWS

CRONACA

15/10/2018 - Le offre stanza poi la violenta, arrestato 41enne originario di Melfi
15/10/2018 - Elezioni in Basilicata forse il 20 gennaio
15/10/2018 - Basilicata. Nove ristoranti su 13 irregolari
15/10/2018 - Maltempo: allerta arancione su Basilicata

SPORT

15/10/2018 - Matera Calcio:Lamberti nuovo socio di maggioranza.Colucci dg
15/10/2018 - 5^ giornata campionati regionali U17 e U15
15/10/2018 - Fine settimana negativo per il settore giovanile del Matera Calcio
15/10/2018 - Prima Ctg/B: il Viggianello cade in casa sconfitto dal Montalbano

Sommario Cronaca                        Sommario Sport



    

NEWS BREVI

15/10/2018 16 ottobre 2018: riapertura studio medico Salam c/o Ce.St.Ri.M. Potenza

Lo studio medico Salam – Salute e Pace, attivo presso il Ce.St.Ri.M di Potenza dall’aprile 2017, grazie alla collaborazione di diverse figure professionali volontarie (medici, infermieri, ostetriche, psicologi…) ha avviato un’attività di medicina sociale, indirizzata primariamente (ma non esclusivamente) all’assistenza dei migranti irregolari. Dopo la chiusura estiva l'Ambulatorio riapre domani 16 Ottobre con nuove modalità operative. È possibile prenotare una visita specialistica gratuita chiamando il numero 324 89 69 439 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16.00 alle 20.00 e consultando il sito Internet www.cestrim.org e la pagina Facebook del Ce.St.Ri.M. sui quali saranno pubblicate le date e i nomi degli specialisti disponibili. Le visite di medicina generale, al contrario, non richiederanno alcuna prenotazione. Per il mese di ottobre il calendario degli appuntamenti è il seguente: Visite specialistiche (richiesta prenotazione) Martedì 16 Otorinolaringoiatria – dott.ssa Langone Martedì 23 Odontoiatria – dott. Di Trana Mercoledì 24 Neurologia – dott.ssa Acquistapace Visite di medicina generale (senza prenotazione) Giovedì 18 Medicina Interna – dott. Pennacchio ore 11.00-13.0 Venerdì 26 Medicina Generale – dott. Buchicchio ore 16.00-18.00

15/10/2018 Sospensione idrica a Ginestra

Ginestra: a causa di un guasto improvviso, nell'intero abitato potrebbe verificarsi cali di pressione e o mancanza di erogazione idrica dalle ore 09:30 alle ore 16:00 circa di oggi, salvo imprevisti.

14/10/2018 Calcio 1^ Ctg./B:risultati 3^ giornata

Elettra Marconia – Città Dei Sassi Matera 2-1
L.Montescaglioso – Tursi 1-3
Montemurro – VR Episcopia Calcio 2-6
Salandra – Irsina 1-3
Tramutola – Peppino Campagna Bernalda 0-1
Tricarico Pozzo Sicar – Castelsaraceno 2-0
Viggianello – A.Montalbano 0-2

L'eredità di Angela
di Mariapaola Vergallito

Angela Ferrara viveva in un paese, Cersosimo, che siamo abituati a raccontare soltanto spulciando le colonnine infinite dei dati sullo spopolamento. Un paese incastonato tra le montagne del Pollino, in una valle bellissima; uno di quei borghi che non vedi da lontano, ma solo quando esci dalla statale per aggrapparti nei tornanti che collegano l’entroterra lucano a quello calabrese. Negli anni saranno stati tanti i giovani che hanno guardato questo paese con...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo