HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Eccellenza, ripescaggi: riaperti i termini. Chi salverà il nostro calcio?

10/08/2018



Il Comitato regionale lucano ha appena riaperto ufficialmente, e fino a lunedì prossimo, i termini per il ripescaggio anche per l’Eccellenza. Il rischio che la prossima massima divisione possa partire con sole 15 squadre ai blocchi appare sempre più concreto, con tutte le conseguenze in termini di immagine che è facile immaginare ne scaturiranno. Questa eventualità, infatti, rappresenterebbe indubbiamente un fallimento per il nostro calcio e per questo bisogna evitarla. Ovviamente per riuscirci è necessario trovare un sodalizio disposto a modificare la programmazione della stagione ormai alle porte praticamente su due piedi: dalla sera alla mattina. E non è affatto semplice.

La situazione – Ma procediamo con ordine. In un ipotetico ventaglio di compagini iscritte alla Promozione e in grado di accollarsi una simile incombenza, possiamo inserire non molte squadre. Una delle papabili, visto il mercato, avrebbe potuto essere il Brienza ma proprio ieri, ai nostri microfoni, il responsabile dell’area tecnica Antonio Giuzio lo ha “escluso categoricamente”.
Se poi consideriamo il piazzamento ottenuto nello scorso torneo cadetto, e quindi il conseguente diritto a presentare l’istanza, si dovrebbe essere indotti a pensare che a chiedere l’ammissione possa essere la Santarcangiolese in quanto avrebbe la precedenza. Ma i giallorossi non appaiono intenzionati a procedere in tal senso, e ne abbiamo ricevuto la conferma noi direttamente in più circostanze da fonti che possiamo definire certe.

L’Oraziana Venosa – Allora ecco che potrebbe profilarsi l’ipotesi Oraziana. In proposito dobbiamo subito ricordare che anche la società venosina non pare interessata. Tuttavia, visti il blasone, l’esperienza dei dirigenti, l’organico e l’importanza rappresentata dalla Piazza, sarebbe un sodalizio assolutamente in grado di affrontare il salto di categoria. Certo, non sta a noi fare simili valutazioni né tirare per la giacchetta qualcuno; ma la situazione che si è venuta a creare, e i mugugni che chiaramente provengono da chi già è iscritto a un torneo che appare numericamente dal tono dimesso, impongono una soluzione. E che la stessa sia trovata anche celermente.

I tempi stretti – E qui torniamo al dunque: il Venosa avrebbe tutte le prerogative per farsi avanti e, passateci il termine senza che nessuno se ne abbia a male, per salvare la “dignità” del nostro calcio.
Ma a noi scrivere costa nulla, stiamo semplicemente condividendo delle considerazioni, mentre una società deve ponderare bene le sue scelte soprattutto quando sono di questa portata. Una cosa però possiamo affermarla senza timore di essere smentiti: eccezion fatta per quattro o cinque squadre che lotteranno per le posizioni di vertice, il livello della nostra “Serie A” pare omogeneo e i gialloverdi se la giocherebbero alla pari con tutti le altre. Per cui, al momento, non vediamo altre soluzioni praticabili al di fuori dell’Oraziana. Ma il tempo si fa sempre più stringente e, qualsiasi sia la strada maestra, bisogna fare presto.


Gianfranco Aurilio
lasiritide.it


ALTRE NEWS

CRONACA

25/05/2019 - Fridays For Future: il rumore degli studenti in Val d'Agri
25/05/2019 - Basilicata. Rifiuti: controlli del Noe in 4 aziende
25/05/2019 - Melfi: ai domiciliari continuava a fare il pusher. Arrestato
24/05/2019 - Scuole sicure: sequestrati 4,9 gr di marjuana e 2,2 gr di hashish

SPORT

25/05/2019 - Giro d’Italia 2019.Domenico Pozzovivo ,il gregario di lusso
25/05/2019 - Potenza,torna quadrangolare interregionale di bocce "Trofeo delle 4 Porte"
24/05/2019 - Iannone,Verre e Laino: ciclismo lucano protagonista in Puglia, Veneto e Campania
24/05/2019 - Ultima gara stagionale per la PM Asci Potenza,in palio la salvezza

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

25/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 25 Maggio in Basilicata

Rapolla: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica reVia Biagio Guarnaccio, Via Caprini, Via Ventiquattro Maggio e zone limitrofe
Rapolla: a causa di un guasto improvviso l'erogazione resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione nelle seguenti zone: via Biagio Guarnaccio, via Caprini, via Ventiquattro Maggio e strade limitrofe.

24/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 24 Maggio in Basilicata

Acerenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile nelle contrade San Germano e Macchione e nelle zone limitrofe sarà sospesa dalle ore 16:30 alle ore 19:30, salvo imprevisti.
Maschito: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in via Parini, via U. Foscolo, Via Calvario, via A. Moro, via Nitti, via IV° Novembre e via XXIV Maggio dalle ore 08:00 di domani mattina fino al termine dei lavori.
Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone : contrada Cappuccini, contrada Belvedere, contrada Sant'Antuono, via Maddalena, via Conserva.

23/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 23 Maggio in Basilicata

Rionero in Vulture: a causa del protrarsi dei tempi necessari all'esecuzione dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in via E. Alessandrini, via G. Rossa, via M. Rigillo e sue traverse, via M. Miradio della Provvidenza, via Padre Pio e contrada Fontana Maruggia, resterà sospesa fino alle ore 16:00 circa di oggi, salvo imprevisti.

EDITORIALE

La pesante leggerezza dell'ipocrisia. Dedicato ai fatti di Manduria
di Giovanni Paolo Ferrari

Incubi riaffiorano alla memoria e con loro alcune delle molte vittime del bullismo e dell’omertà nei nostri paesini... Tra tutti due donne povere e anziane che non avevano mai fatto del male a nessuno: Lucia detta “a Vertel” a Nemoli e un’altra “povera crista” che viveva in Piazza Plebiscito a Sapri e della quale pur sforzandomi non ricordo il soprannome (il nome non l’ho mai saputo...). Unica colpa delle due poverette? Aver perso un po’ il senno durante la ...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo