HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Ciclismo: quarto posto per Elettrico alla Charly Gaul Trento-Bondone

11/07/2018



È mancato davvero poco a che il panorama del ciclismo granfondistico registrasse una doppietta spettacolare: dopo soli sette giorni dalla vittoria alla Maratona Dles Dolomites, il materano Tommaso Elettrico ha portato i colori bianco-blu del team CPS D’Auria sulle alture mitiche del Monte Bondone e ha corso, con i favori del pronostico, la Leggendaria Charly Gaul Trento-Bondone.
Manifestazione tra le più importanti al mondo, prova dell’UCI Gran Fondo World Series, con 4000 metri di dislivello e ben due passaggi sul Bondone, ha visto protagonista il Principe nei momenti clou e sin alle battute conclusive. A lungo in testa con Zanetti e Nardecchia, ha rinunciato ai sogni di gloria solo nel finale, giungendo a una manciata di secondi dal podio.
«Posso dire che la corsa è andata bene, purtroppo nella salita finale a 3 km dall’arrivo mi sono staccato quando siamo rimasti in tre – ha spiegato Elettrico ai microfoni della RAI subito dopo il traguardo - nelle ultime centinaia di metri mi ha raggiunto anche Zen e ho concluso 4°».

Dalle immagini televisive si è potuto osservare che la pedalata di Elettrico si è improvvisamente appesantita sulle ultime rampe del Bondone. A spiegare come è andata è lo stesso alfiere della CPS: «Ho sprecato un po’ le energie sulla prima discesa del Bondone, siamo rimasti in tre con Zanetti e Nardecchia e abbiamo forzato una lunghissima fuga sino a quando, purtroppo, ci hanno ripresi poco prima di iniziare l’ascesa finale».
Tutto da rifare, dunque, e anche dopo la fuga il Principe non si è risparmiato, inserendosi in quello che si è rivelato l’allungo decisivo. Tuttavia nemmeno il supporto mentale della grande impresa di Charly Gaul è riuscito a sopperire alla stanchezza nelle gambe, dovute anche allo sforzo della Maratona e a una settimana poco incline al recupero, con i meritati festeggiamenti.
Un quarto posto di tutto rispetto, che conferma la grande condizione di forma di Tommaso Elettrico, in un mese di luglio che promette, e garantisce, scintille.


ALTRE NEWS

CRONACA

12/12/2018 - Scoperto evasore totale dalla GdF Potenza,occultati al fisco ricavi per 400.000
12/12/2018 - Masseria La Rocca, no a permesso ricerca dal Consiglio dei Ministri
12/12/2018 - Basilicata. Si prescriverà la vicenda dei furbetti dei diplomi facili
12/12/2018 - Nasconde in garage 20 kg di hashish. Arrestato 45enne originario di Matera

SPORT

12/12/2018 - Al Viviani il Potenza non va oltre il pari con il Trapani
12/12/2018 - Buon pari del Matera in trasferta con la Paganese
12/12/2018 - Serie D – G/H: il Picerno supera indenne l’esame Taranto
12/12/2018 - Acli Rivello: i premiati alla cerimonia del CONI

Sommario Cronaca                        Sommario Sport



    

NEWS BREVI

12/12/2018 Serie D: risultati girone I 15^ giornata

Acireale – Gela 2-1
Bari – Troina 1-0
Castrovillari – Igea Virtus 1-0
Cittanovese – Nocerina 3-1
Locri – Citta di Messina 1-2
Marsala – Portici 2-0
Messina – Roccella 0-0
Sancataldese – Rotonda 0-1
Turris – Palmese 3-0

12/12/2018 Serie D: risultati 15^ giornata girone H

Cerignola – Granata 1-0
Bitonto – Francavilla 1-1
Citta di Fasano – Team Altamura 0-1
Gragnano – Gelbison 0-0
Fidelis Andria – Sarnese 3-0 ore 16:00
Nola – Gravina 2-1
Savoia – Nardò 0-0
Pomigliano - Sorrento 1-1
Taranto – Az Picerno 0-0

12/12/2018 Matera 2019: la diretta Rai con Proietti

Sarà Gigi Proietti a guidare la diretta televisiva della Rai - che durerà quasi un'ora - durante la quale, il 19 gennaio 2019, Matera inaugurerà l'anno da Capitale europea della Cultura: lo ha annunciato a Tito (Potenza) - partecipando ad un'iniziativa promossa dall'Eni - il presidente della fondazione Matera-Basilicata 2019, Salvatore Adduce. Confermando anche la presenza a Matera, il 19 gennaio, del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Adduce ha ricordato alcune delle iniziative programmate per il 2019. E' compresa la mostra degli oggetti che ciascun turisti potrà portare e lasciare a Matera.Ansa

EDITORIALE

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo