HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Eccellenza: Senè, il goleador che sta trascinando il Rotonda in Serie D

19/04/2018



Trovare qualcuno che nel Rotonda Calcio non si sia particolarmente distinto durante tutto l’arco della stagione che volge al termine è davvero difficile. Ma Ousmane Pape Senè, con i suoi 24 gol all’attivo, è stato davvero super. Senegalese di Pikine, classe 1981 dal fisico statuario (187 cm x 80 kg di potenza e velocità), sta segnando a raffica come non aveva mai fatto in carriera. “Avrei potuto fare molti più gol – ci spiega il bomber biancoverde –, ma noi non facciamo come fanno altre squadre perché ci fermiamo in quanto bisogna sempre rispettare l’avversario”. Cresciuto calcisticamente nella Salernitana, Senè a 19 anni esordisce con i granata addirittura in Serie B e segna anche un gol (al Ravenna) nelle sette presenze che colleziona. Ma poi la sfortuna si accanisce contro di lui. “Mi ruppi i legamenti e passai all’Avellino in C”. Dove non resta molto e decide di rescindere il contratto per andare a giocare in Serie D nella Battipagliese, ma la legge “Bossi – Fini” gli impedisce inizialmente di tornare tra i professionisti. Ma quando se ne ripresenta l’opportunità è lui a dire di no. “Non mi cambiava nulla e decisi di rimanere a giocare in Serie D”. Da lì una lunga trafila che lo ha portato a indossare diverse casacche fino a quella dei lupi, dopo aver militato sempre in Eccellenza ma nel Molfetta. “Ci siamo incontrati in albergo a Lagonegro con il presidente Franco Bruno e Angelo Paladino. Loro mi dissero che l’obiettivo era il salto di categoria ma in due anni, e che per quest’anno volevano salvarsi ma se avessi accettato la loro offerta il Rotonda avrebbe certamente lottato per i play off”. Ma poi, invece, con l’andar delle partite l’asticella si è alzata sensibilmente. “Dopo pochissime giornate – aggiunge il senegalese – ho detto al presiedente Bruno che questa squadra avrebbe potuto ambire a qualcosa in più dei play off”. Potenza, tecnica, velocità: tanti sono i segreti del successo di Senè, di sicuro il più importante risiede nel suo modo di vivere il calcio da vero professionista, che gli consente di conservarsi integro come quando era un ragazzino. “Mi alleno molto e conduco una vita tranquilla, senza eccessi. Tutto qui, nessun segreto particolare”. Prima impiegato da Pugliese come unica punta a fare reparto da solo, adesso in Frittitta ha trovato il giusto compagno d’attacco. Tanto che il traguardo della Serie D è ormai solo a un punto, ma la svolta è avvenuta durante una partita. Anzi, durante la partita per antonomasia. “Alla fine del primo tempo della gara di ritorno contro la Soccer – ci rivela – ci siamo parlati. Chi aveva più esperienza a rincuorato i più giovani che magari accusavano maggiormente la pressione per l’importanza del match, e siamo riusciti a conquistare i tre punti”. Infatti, il Rotonda nella ripresa disputò la gara perfetta che gli permise di rimontare e vincere. Ma Senè non dimentica nessuno. “Un ruolo non fondamentale, ma di più, lo hanno recitato l’allenatore, che ha fatto in modo diventassimo la squadra che tutti conoscete; e la società, che è stata più di una famiglia”. Senza trascurare la piazza. “Io sono di parte, lo so. Ma ai tifosi non posso dire davvero nulla e nemmeno a Rotonda. Poi so ciò che ho fatto e credo, insieme ai miei compagni, di aver ripagato la fiducia di tutti”.
Adesso per Senè, per il Rotonda Calcio, e per Rotonda, è arrivato il momento della festa ma un pensierino sul suo futuro proviamo a strapparglielo. “Io durante la settimana mi alleno duramente per giocare perché non mi piace stare in panchina. Sto giocando per questo e non perché faccio i gol. Il futuro – conclude il centravanti – non dipende da me, ma dal mister e dal presidente. Se vorranno proseguire insieme a me non potrei dire di no perché una società seria come questa, e in un momento così difficile per il calcio, è impossibile trovarla”.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it
(Foto da pagina ufficiale Facebook Rotonda Calcio)


ALTRE NEWS

CRONACA

16/10/2018 - Lagonegrese: abusava della figlia, arrestato 45enne
16/10/2018 - Metaponto: Si allacciano abusivamente alla rete Enel, in tre denunciati
16/10/2018 - 3,6 mln euro per contributi ai familiari di pazienti con disabilità gravissima
16/10/2018 - GdF Rionero: scoperto libero professionista evasore totale,ricavi per circa 250,000euro

SPORT

16/10/2018 - Prima Ctg/B: comandano in quattro
16/10/2018 - Seconda Ctg/C: la Lainese comincia con un pareggio in casa
15/10/2018 - San Gerardo C5 PZ, Goldoni segna e bacia la maglia: 'La onorerò per sempre'
15/10/2018 - Matera Calcio:Lamberti nuovo socio di maggioranza.Colucci dg

Sommario Cronaca                        Sommario Sport



    

NEWS BREVI

16/10/2018 Rapina in ristorante a Melfi, 2 arresti

Accusati di aver fatto una rapina, lo scorso 27 gennaio, nel bar-ristorante "Happy Days" della zona industriale di San Nicola di Melfi (Potenza), due uomini sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Melfi al termine delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza. Un terzo uomo fu arrestato dai militari dell'Arma in flagranza di reato al termine di un inseguimento conclusosi con un incidente che coinvolse un'auto 'Fiat Uno', risultata rubata, e usata per la rapina.Ansa

15/10/2018 16 ottobre 2018: riapertura studio medico Salam c/o Ce.St.Ri.M. Potenza

Lo studio medico Salam – Salute e Pace, attivo presso il Ce.St.Ri.M di Potenza dall’aprile 2017, grazie alla collaborazione di diverse figure professionali volontarie (medici, infermieri, ostetriche, psicologi…) ha avviato un’attività di medicina sociale, indirizzata primariamente (ma non esclusivamente) all’assistenza dei migranti irregolari. Dopo la chiusura estiva l'Ambulatorio riapre domani 16 Ottobre con nuove modalità operative. È possibile prenotare una visita specialistica gratuita chiamando il numero 324 89 69 439 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16.00 alle 20.00 e consultando il sito Internet www.cestrim.org e la pagina Facebook del Ce.St.Ri.M. sui quali saranno pubblicate le date e i nomi degli specialisti disponibili. Le visite di medicina generale, al contrario, non richiederanno alcuna prenotazione. Per il mese di ottobre il calendario degli appuntamenti è il seguente: Visite specialistiche (richiesta prenotazione) Martedì 16 Otorinolaringoiatria – dott.ssa Langone Martedì 23 Odontoiatria – dott. Di Trana Mercoledì 24 Neurologia – dott.ssa Acquistapace Visite di medicina generale (senza prenotazione) Giovedì 18 Medicina Interna – dott. Pennacchio ore 11.00-13.0 Venerdì 26 Medicina Generale – dott. Buchicchio ore 16.00-18.00

15/10/2018 Sospensione idrica a Ginestra

Ginestra: a causa di un guasto improvviso, nell'intero abitato potrebbe verificarsi cali di pressione e o mancanza di erogazione idrica dalle ore 09:30 alle ore 16:00 circa di oggi, salvo imprevisti.

L'eredità di Angela
di Mariapaola Vergallito

Angela Ferrara viveva in un paese, Cersosimo, che siamo abituati a raccontare soltanto spulciando le colonnine infinite dei dati sullo spopolamento. Un paese incastonato tra le montagne del Pollino, in una valle bellissima; uno di quei borghi che non vedi da lontano, ma solo quando esci dalla statale per aggrapparti nei tornanti che collegano l’entroterra lucano a quello calabrese. Negli anni saranno stati tanti i giovani che hanno guardato questo paese con...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo