HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Matera, dopo due sconfitte arriva il pari contro la V.Francavilla

15/04/2018



Il Matera torna dalla trasferta pugliese con un solo punto dopo che aveva accarezzato la vittoria fino a cinque minuti dalla fine. L’ex Madonia spegne le speranze materane con il pareggio all’85’. Nella Virtus c'è il rientro di Viola, mentre resta a riposo Folorunsho per un fastidio al ginocchio. Il Matera dovrà rinunciare per infortunio a Mattera, Battista e Dugandzic, oltre ai fuori rosa Strambelli, Angelo, Stendardo e Giovinco. Rientrano invece Golubovic e Buschiazzo. Discorso a parte per Urso, escluso per scelta tecnica. Nel Matera torna titolare Golubovic. Mister Auteri sceglie il 4-3-3, col tridente formato da Casoli, Di Livio e Sartore. Non ci sono grosse novità nella Virtus Francavilla rispetto alla vigilia, a parte la scelta di Albertini al posto di Triarico. Come previsto, riparte dalla panchina Viola.
Un gran bel primo tempo quello della Virtus Francavilla, che va più volte vicina al vantaggio ma non riesce a segnare o per imprecisione oppure per gli interventi di Golubovic. Ma il meritato gol arriva a cinque minuti dall'intervallo grazie a Partipilo ed Anastasi, che dialogano sulla trequarti, col primo che serve un grande assist al compagno che segna di destro 1-0.
Una splendida partita anche nella ripresa sotto il profilo dell'intesità. Il Matera esce dagli spogliatoi con tutt'altro piglio rispetto al primo tempo e trova immediatamente il pareggio con un eurogol di Tiscione al 50’: Di Livio lavora un ottimo pallone sulla trequarti, vede e serve Tiscione al "gomito", l'attaccante rientra sul sinistro e scocca una conclusione a giro assolutamente imparabile per Albertazzi, con la palla che si insacca all'incrocio dei pali 1-1.
I padroni di casa appaiono un po' intontiti e prima restano in dieci uomini (secondo giallo a Sicurella per simulazione e proteste della Virtus che invece reclamava il rigore) quindi vanno sotto con un calcio di rigore per fallo di mano di Mastropietro realizzato da De Falco al 70’: tocco dentro di Maimone verso Di Livio, toccato con un braccio da Mastropietro, nessun dubbio per il direttore di gara che indica il dischetto e De Falco insacca 1-2.
La Virtus però non ci sta e si riversa in avanti e solo un eccellente Golubovic nega per due volte il pareggio, prima ad Albertini e poi a Partipilo. Un'ulteriore svolta arriva quando anche De Falco viene espulso per doppia ammonizione, ristabilendo la parità numerica. I pugliesi quindi ci credono con ancor più convinzione e segnano il pareggio con Madonia che insacca da due passi un bell'assist di Mastropietro a cinque minuti dal termine 2-2. Il Matera dopo due sconfitte torna a fare punti e sale a 46. I lucani tra una settimana saranno di scena ancora in Puglia, stavolta ad Andria.

Virtus Francavilla: Albertazzi, Prestia, Maccarrone, Agostinone, Albertini, Sicurella, Biason, Monaco (dal 26’ st Madonia), Pino (dal 39’ st De Nicola), Anastasi (dal 19’ st Mastropietro), Partipilo. A disposizione: Saloni, Colonna, Sbambato, Demoleon, De Toma, Lugo Martinez, Triarico, Viola, Parigi. Allenatore: D’Agostino.

Matera: Golubovic, Buschiazzo, De Franco, Scognamillo, Salandria (dal 33’ pt Tiscione), De Falco, Maimone, Sernicola, Di Livio, Casoli, Sartore (dal 41’ st Cedric). A disposizione: Tonti, Mittica, Di Sabatino, Gigli, Taccogna, Dellino. Allenatore: Auteri.

Arbitro: Fabio Pasciuta di Agrigento.

Reti: al 40’ pt. Anastasi (VF), al 50’ Tiscione (M), al 70’ De Falco su rigore (M), al 85’ Madonia (VF).



ALTRE NEWS

CRONACA

16/02/2019 - Esplosione Francavilla: gravissimo un ferito, il racconto di un soccorritore
16/02/2019 - Ladri baresi arrestati a Matera dopo un inseguimento
16/02/2019 - Regione Basilicata chiederà risarcimento ad Eni per sversamento Cova
15/02/2019 - Tentò di aggredire il sindaco: arrestato

SPORT

16/02/2019 - Futsal C1: il Senise batte il Lavello e continua la rincorsa in classifica
16/02/2019 - Bernalda Futsal-Real Team Matera,10-10.I rossoblu agguantano il pari nel finale
16/02/2019 - Serie D, G/H: il Picerno va a Nardò alla ricerca dei 3 punti
16/02/2019 - La PM Asci Potenza ospita la Security Fire Castellaneta

Sommario Cronaca                        Sommario Sport






    

NEWS BREVI

16/02/2019 Calcio a 5 –C1/gUNICO: risultati 16^ giornata

Comp.Sport Pisticci – Real Potenza 4-4
Futsal Marsico – EssediSport 4-4
Maschito – Castrum Byanelli Calcio 3-2
Senise – Atletico Lavello 8-2
Shaolin Soccer – San Gerardo Potenza 3-6
Amici Del Borgo Matera – Futsal Potenza 4-4

15/02/2019 Sospensione idrica a Grottole

Grottole: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 17:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina salvo imprevisti.

13/02/2019 Sospensione idrica Vulture-Melfese 18-21 febbraio 2019

Per consentire l’esecuzione di lavori da parte di Acquedotto Pugliese che interesseranno la galleria Santa Maria dei Santi dell’Acquedotto del Sele, l’erogazione idrica nei comuni di Melfi (tranne centro storico e zona industriale di San Nicola), Rionero in Vulture, Atella, Barile, Ginestra, Ripacandida, Filiano e nelle zone rurali Monteserico e Insertafumo di San Fele sarà sospesa secondo le seguenti modalità: il 18 febbraio, dalle ore 21 alle ore 7 del mattino successivo; nei giorni 19-20-21 febbraio, dalle ore 14 alle ore 7 del mattino successivo, salvo imprevisti.

Nei comuni di Lavello, Montemilone e Palazzo San Gervasio, dal 19 al 21 febbraio prossimi, l’erogazione idrica potrebbe subire cali di pressione o essere sospesa dalle ore 21 alle ore 7 del mattino successivo, salvo imprevisti.

Considerata la complessità dell’intervento, il ritorno alla normalità dell’erogazione idrica potrebbe subire variazioni rispetto al programma previsto, che è pertanto da considerare indicativo.

EDITORIALE

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo