HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Destino (all. Melfi): ‘Vogliamo perdere sul campo e non per altri fattori’

13/11/2017



"Può capitare di perdere, inoltre ieri siamo stati poco brillanti. Me non è facile digerire una sconfitta senza aver subito nemmeno un tiro in porta e per una svista arbitrale", tuona il tecnico del Melfi Andrea Destino parlando della sconfitta, la prima della stagione, subita ad opera dello Sporting Pignola.
"Tutto è successo nel finale - spiega - quando abbiamo subito un rigore al novantesimo su segnalazione dall'assistente e non del direttore di gara che aveva lasciato correre, anche perché casomai si trattava di simulazione. Poi, nel tentativo di riacciuffare il pareggio, ci siamo sbilanciati e abbiamo preso il secondo gol in contropiede in pieno recupero. Tuttavia, anche noi abbiamo le nostre colpe perché Bongermino prima, a tu per tu con il portiere, e Albano poi, praticamente a porta vuota, hanno fallito la rete del vantaggio".
Ma l'allenatore federiciano continua analizzando gli errori arbitrali. "A me non piace parlare degli arbitri, ma nelle ultime due partite ci hanno fischiato contro tre rigori. Sembra che si voglia equilibrare una situazione che qualitativamente non esiste. Nel senso che, anche se contro di noi si sbaglia, tanto siamo il Melfi e non succede nulla perché vinceremo comunque. Ben vengano i meriti degli avversari, ma non mi va bene che siano altri a voler rimettere in equilibrio una situazione che non c'è".
Noi proviamo ad approfondire ulteriormente la questione arbitrale, chiedendo a Destino se ritenga ci sia un disegno ben preciso per impedire al Melfi di "uccidere il campionato", e il tecnico risponde con grande sincerità. "Diciamo che può essere così. Ormai dovunque andiamo e contro chiunque giochiamo si crea una situazione particolare e alle squadre che affrontiamo viene concesso di tutto. Gli altri pensano di noi: ecco arriva il Melfi dei professionisti che stravincerà il campionato. Ma non è così. D'accordo, veniamo dal calcio professionistico, ma siamo un gruppo che lavora quotidianamente e che cerca sempre di dare il massimo, ma poi alla fine è il campo che decide e ieri abbiamo perso e onore ai nostri avversari. Noi forse, e me ne assumo la responsabilità, non ci siamo ancora calati completamente nella categoria. Ma ai miei ragazzi sotto il profilo dell'impegno non ho nulla da rimproverare. Io voglio perdere per merito dei nostri avversari e non per situazioni extracalcistiche. Ma questo non vuole essere un alibi, ma la semplice constatazione che nelle ultime giornate si stanno verificando degli episodi per noi sfavorevoli".
Sul proseguo della stagione Destino dimostra ottimismo. "Ho grande fiducia nella squadra, di cui conosco il valore. Eravamo riusciti a recuperare i due punti di penalizzazione raggiungendo la vetta della classifica e, anche se sarà più difficile, adesso faremo altrettanto. Nessuno ci ha mai messo sotto, nemmeno il Rotonda Calcio che è la prima corazzata affrontata finora. A breve giocheremo contro la Soccer e dovremo sfruttare l'occasione".
Sulla lotta al vertice puntualizza :"Noi, Soccer, Rotonda e lo stesso Grumentum credo abbiamo i mezzi per lottare fino alla fine. Le altre non è che siano inferiori, ma probabilmente faranno qualche passo falso che le prime quattro non si concederanno".
Sulle voci relative a presunti ulteriori punti di penalizzazione, Destino è categorico. "Parliamo di fatti che riguardano i professionisti e non dovrebbero avere nulla a che vedere con il mondo dei dilettanti. Ciò detto, abbiamo ricevuto delle rassicurazioni da parte della Società che non dovrebbero esserci altre penalizzazioni. Ma noi siamo concentrati solo sul campo".
La nostra conversazione con il tecnico federiciano termina parlando della prossima finestra di mercato e dei rumors circa un interesse dei gialloverdi nei confronti di Antonello Scavone della Soccer Lagonegro. "Avevo parlato con Scavone durante l'estate scorsa e ha preferito percorrere un'altra strada, per cui credo proprio che non andrà via. Noi comunque ci muoveremo e faremo qualcosa in particolare a centrocampo, reparto nel quale stiamo già valutando diversi profili in ottica under".


Gianfranco Aurilio
lasiritide.it


ALTRE NEWS

CRONACA

23/02/2018 - Caiata indagato per riciclaggio
23/02/2018 - Melfi: truffa agli anziani, una denuncia
23/02/2018 - Lavoratori Eipli senza stipendio, sindacati: 'pronti a bloccare gli impianti'
22/02/2018 - Energia. Federconsumatori su ipotesi di addebito in bolletta

SPORT

23/02/2018 - Basket Serie B, l’Olimpia va a Ortona e pensa alla zona playoff
22/02/2018 - Seconda Ctg/C: un trio al comando
22/02/2018 - Prima Ctg/B: l’Atletico Lauria resta al comando
22/02/2018 - A San Severino lucano ritorna la coppa delle nevi

Sommario Cronaca                        Sommario Sport



    

NEWS BREVI

23/02/2018 Sospensione idrica in Basilicata 23 Febbario 2018

Lavello: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Pescarello sarà sospesa dalle ore 08:30 di oggi fino al termine dei lavori.
Brienza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Montecalvario e via Sasso sarà sospesa dalle ore 14:00 alle ore 18:00 di oggi salvo imprevisti.

22/02/2018 Sospensioni Erogazioni Idriche

San Fele: per portare a termine i lavori di riparazione delle perdite idriche, , l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobis, corso Umberto I, via Nocicchio, via Canosa e strada comunale Pergola.

Grassano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Pirrone sarà sospesa dalle ore 19:00 di oggi fino al termine dei lavori.

22/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 22-02-2018

Bella: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo