HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Lega Pro: il Matera condannato da uno svarione della difesa

19/03/2017



Non riesce, al Matera, la seconda vittoria consecutiva. I biancoazzurri vengono sconfitti ad Agrigento contro un’Akragas che ha sfruttato al meglio l’unico errore commesso dagli avversari. Nonostante una buona partenza dei lucani, il primo tempo termina senza reti. Partita godibile e molto equilibrata. Da segnalare solo un paio di conclusioni che non hanno però impensierito i due portieri, Tozzo e Pane. Nel secondo tempo si accende la gara. I padroni di casa si spingono in avanti e al 55’ KLARIC con un diagonale ravvicinato impegna Tozzo che respinge. Un minuto dopo calcio di rigore per l’AKRAGAS: Cocuzza soffia palla a Gigli e Tozzo stende l'attaccante siciliano in area. Cartellino giallo per il portiere e penalty per i locali, dal dischetto Cocuzza non sbaglia 1-0. Dopo il gol subito, il Matera reagisce e aumenta il proprio baricentro e l'Akragas cerca di pungere in contropiede. I biancoazzurri non demordono e si spingono alla ricerca del pareggio. Al 71’ ci tenta Negro con una staffilata con palla a lato per un niente. Al 77’, clamorosa occasione per il Matera sempre con Negro che esalta la parata di Pane. La palla arriva a Sartore che da due passi e a porta sguarnita spara a lato. Partita stregata per i lucani che in più occasioni hanno sfiorato il pari. Al fischio finale esultanza dei siciliani che riescono a difendere con i denti il risultato. Vittoria importantissima in chiave salvezza per i siciliani, arrivata al termine di un match molto equilibrato. A decidere la gara è il rigore conquistato e realizzato da Cocuzza che approfitta di uno svarione della difesa ospite che lo mette solo davanti al portiere che non può far altro che atterrarlo. Una sconfitta sicuramente immeritata per i biancoazzurri che hanno pagato l’unico errore commesso. Con questo successo, il secondo consecutivo, l'Akragas sale a quota 30, un punto sopra la zona play-out. Il Matera, invece, è raggiunto al terzo posto dalla Juve Stabia, con entrambi i club a quota 52.


ALTRE NEWS

CRONACA

23/02/2018 - Caiata indagato per riciclaggio
23/02/2018 - Melfi: truffa agli anziani, una denuncia
23/02/2018 - Lavoratori Eipli senza stipendio, sindacati: 'pronti a bloccare gli impianti'
22/02/2018 - Energia. Federconsumatori su ipotesi di addebito in bolletta

SPORT

23/02/2018 - Basket Serie B, l’Olimpia va a Ortona e pensa alla zona playoff
22/02/2018 - Seconda Ctg/C: un trio al comando
22/02/2018 - Prima Ctg/B: l’Atletico Lauria resta al comando
22/02/2018 - A San Severino lucano ritorna la coppa delle nevi

Sommario Cronaca                        Sommario Sport



    

NEWS BREVI

23/02/2018 Sospensione idrica in Basilicata 23 Febbario 2018

Tursi: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 12:00 di oggi fino al termine dei lavori, nell'intero abitato.
Lavello: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Pescarello sarà sospesa dalle ore 08:30 di oggi fino al termine dei lavori.
Brienza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Montecalvario e via Sasso sarà sospesa dalle ore 14:00 alle ore 18:00 di oggi salvo imprevisti.

22/02/2018 Sospensioni Erogazioni Idriche

San Fele: per portare a termine i lavori di riparazione delle perdite idriche, , l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobis, corso Umberto I, via Nocicchio, via Canosa e strada comunale Pergola.

Grassano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Pirrone sarà sospesa dalle ore 19:00 di oggi fino al termine dei lavori.

22/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 22-02-2018

Bella: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo