HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Barilaro (Rotonda Calcio), il portiere che ha fermato Serritella

16/02/2017



Francesco Barilaro, estremo difensore classe 1994 in forza al Rotonda dallo scorso dicembre, nell’ultimo turno di campionato è entrato definitivamente nel cuore dei suoi tifosi attraverso una grande prestazione e compiendo un vero e proprio miracolo deviando in corner un colpo di testa da distanza ravvicinatissima di Serritella che, dal suo approdo alla Fides, era andato a segno in ogni incontro disputato.
«Lì per lì non mi ero reso conto di cosa avessi fatto perché ero rimasto concentrato per il susseguente calcio d’angolo. Ma poi ho capito che si trattava di qualcosa di importante».
Ma Barilaro è un portiere molto pacato non corrispondente al classico identikit che dipinge i numeri uno come personaggi istrionici, anche un po’ matti.
«Sono un tipo tranquillo perché nel nostro mestiere bisogna essere stabili con la mente ed essere bravi a leggere ogni situazione».
Tuttavia, l’intervento di domenica resterà nella memoria dei supporters biancoverdi, eventualità che non sembra scomporlo più di tanto: «Io credo che a fare una parata, anche se complicata, siano capaci tutti. Mentre il difficile è stare dentro la partita, essere sempre concentrati, osservare e capire i propri compagni e avversari».
Non a caso, Barilaro ritiene che per essere bravi a difendere la porta si debba diventare un altro componente della squadra e non un elemento a se stante: «Innanzitutto nel calcio moderno un portiere deve saper giocare con i piedi, perché ti viene richiesto anche di avviare l’azione. Ma non può difettare nelle uscite. Non solo su palle inattive come i calci d’angolo, ma anche nel caso in cui si sbagliasse un fuorigioco. Per questo ho detto che la concentrazione deve essere sempre massima, bisogna stare attenti non novanta bensì per 95 minuti, altrimenti prendi gol».

Lui, fratello e figlio d’arte, il suo gemello Aurelio è il terzino destro dell’Ancona in Lega Pro e il padre Rocco è allenatore dei portieri in Promozione a Laureana, si è scelto un ruolo abbastanza particolare: «So che i nostri errori sono più decisivi e vengono ricordati più delle parate, ma è così dappertutto, è il nostro destino».
Ma l’ex Castrovillari conosce bene quali siano gli obiettivi da raggiungere: «Non ho mai visto una società così preparata e vincente e che non mi fa mancare nulla. Dobbiamo centrare i tre punti in tutte le partite che rimangono. Siamo forti e il campionato non è finito ad Atella ma si concluderà a Salandra. Solo allora tireremo le somme».
Il numero uno rivolge un ultimo pensiero ai tifosi: «Sono fantastici, ma non sono meravigliato dal loro sostegno perché sono sempre stato appassionato del mondo ultras per cui ho cominciato a seguirli attraverso i social già quando ero a Castrovillari, quindi ero al corrente del calore e dell’entusiasmo che sanno trasmettere».


Gianfranco Aurilio
lasiritide.it


ALTRE NEWS

CRONACA

24/03/2017 - Obbligo di firma per il 19enne di Lauria accusato di estorsione
24/03/2017 - Rotonda: due selezioni per cinque unità lavorative presso l’Alsia
23/03/2017 - Accoglienza, Arci su archiviazione procedimento per Ottorino Arbia
23/03/2017 - Stalking,divieto di avvicinamento a un 57enne materano

SPORT

24/03/2017 - FCI Basilicata:Verre e Cautela in gran spolvero nella gara nazionale di Vetralla
23/03/2017 - Aggressione all'arbitro: stangata del giudice sportivo
23/03/2017 - Doppio appuntamento con la vela nel fine settimana agli Argonauti
23/03/2017 - Rotonda Calcio: scelto il nuovo allenatore

Sommario Cronaca                        Sommario Sport

    

NEWS BREVI

23/03/2017 Sospensione idrica Lauria il 27 marzo 2017

Lauria: al fine di consentire l’esecuzione di 2 riparazioni urgenti sulla condotta idrica distributrice in via Provinciale della Melara e in via Caduti 7-9-43, è necessario sospendere l’erogazione idrica nel centro abitato della zona inferiore del Comune, dalle ore 14,00 alle ore 18,00 del 27.03.2017, salvo imprevisti.

23/03/2017 Report reumatologia 206: appuntamento domani alle 10, 30

Torna l'appuntamento annuale che fotografa lo status della reumatologia in Basilicata, fiore all'occhiello della sanità meridionale. Attraverso la nuova edizione del report del Dipartimento di Reumatologia si comunicheranno i risultati delle attività delle due strutture presenti sul territorio regionale: Ospedale San Carlo di Potenza, Ospedale Madonna delle Grazie di Matera, a conferma della volontà di rendere accessibile e trasparente la gestione delle risorse pubbliche.

23/03/2017 Protezione civile: due scosse di terremoto nel Potentino

“Due scosse sismiche sono state avvertite nella notte in provincia di Potenza, la prima alle ore 0,08 di magnitudo 3.1 con epicentro nel territorio di Tito e l’altra alle 3,45 di magnitudo 2.2 con lo stesso epicentro. La Sala Operativa della Protezione Civile si è posizionata in stato di allerta e ha immediatamente attivato i propri servizi come previsto dal piano di emergenza per le attività sismiche. Sono stati contattati i 20 Comuni che gravitano nel raggio di venti chilometri dall’epicentro, e cioè: Tito, Picerno, Pignola, Satriano di Lucania, Potenza, Baragiano, Ruoti, Savoia di Lucania, Avigliano, Sasso di Castalda, Sant’Angelo Le Fratte, Abriola, Brienza, Vietri di Potenza, Balvano, Calvello e Vaglio Basilicata. Tutti i Sindaci hanno confermato l’evento, ma non sono stati segnalati danni a persone o cose. Gran parte della popolazione residente non ha avvertito le scosse di terremoto.
La Sala Operativa della Protezione Civile resta in stato di allerta e pronta a fornire al numero verde 800073665 maggiori e più dettagliate informazioni”.

Bullismo, al di là del fatto di cornaca
di Nino Cutro*

Picchiavano e violentavano coetanei e postavano le immagini sui social, quasi come un trofeo
Bulli quindicenni: sono loro i protagonisti di questo fatto di cronaca avvenuto a Vigevano (ma non è la location che interessa) che ripropone un problema purtroppo sempre più diffuso che, sebbene monitorato a più livelli, non trova ancora strategie idonee a circoscriverlo.

Perché questo accade?
Accade perché molte volte l’allarme scatta a cose fatte;...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo