HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Ospedale Matera: 'i lavoratori chiedono trasparenza e confronto all'azienda'

11/10/2018

Lunedì 8 ottobre nell'Auditorium dell'ospedale Madonna delle Grazie si è tenuta l’ Assemblea dei lavoratori indetta da Fials e Ugl, con la presenza del commissario Fials Matera Giuseppe Costanzo e del Segretario Ugl Sanità Matera, Gianni Sciannarella, ma aperta a tutti i lavoratori. L’Assemblea segue lo stato di agitazione del personale del Comparto dell’Asm Matera proclamato il 2 Ottobre scorso dalle due sigle. Così il sindacato realizza la trasparenza: si confronta con i lavoratori e condivide in assemblea generale ciò che si decide in sede di delegazione trattante.

Nonostante alcuni tentativi di boicottaggio, è stata significativa la presenza dei lavoratori, interessati ai problemi importanti messi all'ordine del giorno perché segnano la quotidianità delle varie realtà lavorative aziendali. A partire dalla mancata conclusione delle procedure delle Progressioni Orizzontali per l'anno 2018. Non sono infatti stati definiti né gli ammessi né gli aventi diritto, anche se l'ex D.G. aveva assicurato che c'erano risorse disponibili e sarebbero state impiegate allo scopo.

Malumore è stato espresso per il metodo di valutazione adottato. Il lavoratore viene, nella maggior parte dei casi, valutato dalle Posizioni Organizzative che, non essendo presenti in reparto, si esprimono senza conoscere il soggetto. Peggio ancora quando il compito è affidato al capo dipartimento. Per i lavoratori questo ruolo dovrebbe tornare in capo ai Coordinatori che conoscono la realtà lavorativa giorno per giorno e quindi sono i più adatti ad esprimersi.

I lavoratori chiedono all’Azienda trasparenza negli atti, nell’utilizzo dei fondi contrattuali, maggiore partecipazione alle decisioni, attraverso il confronto e la condivisione, soprattutto in vista della nuova contrattazione integrativa, il cui primo incontro azienda - rsu si terrà il prossimo 22 ottobre. In questa sede verranno riportate le voci dei lavoratori partecipanti all’assemblea.

La discussione è continuata sul tema della carenza del personale infermieristico e di supporto. Le gravi violazioni contrattuali più volte segnalate causano nei vari reparti confusione e conflitti tra gli operatori, che rischiano in prima persona aggressioni, come nei reparti di psichiatria e geriatria. Il dibattito si è infiammato sulle pronte disponibilità utilizzate per coprire carenze in organico. Queste ultime vanno assicurate con prestazioni aggiuntive attinte dallo specifico fondo regionale e non, come succede in diversi reparti, giocando su un debito orario creato artificiosamente.

Ai lavoratori stanno a cuore le questioni della complessità assistenziale che cosa diversa dall’esigenza/necessità clinica. Per alcuni intervenuti è un bene che quest’Azienda inizi a tenerne in conto per rispondere ad alcune domande importanti: chi decide tale complessità? chi calcola il rischio? e il livello delle cure e dell’assistenza? Il dato negativo emerso dall'assemblea è l'assenza di un Servizio Infermieristico. In questo contesto, la figura del Coordinamento va rivista alla luce di importanti novità introdotte dal contratto, su cui le delegazioni trattanti inizieranno presto a confrontarsi.

La discussione è proseguita sull'utilizzo dei fondi per progetti obiettivi strategici, circa €70.000,00 annui stanziati per le performance dell’azienda, mentre di certo l'obiettivo non è stato centrato.

Fials e Ugl, alla luce di quello che emerso nell'assemblea, si riservano di elaborare una piattaforma rivendicativa condivisa con i lavoratori, al servizio ovviamente dell’utenza. Le due sigle sindacali esprimono massima soddisfazione per l'attiva e fattiva partecipazione dei lavoratori e il desiderio di migliorare le condizioni lavorative per mettere in campo le professionalità esistenti e meglio servire i tanti cittadini utenti dell'ospedale e dei servizi territoriali. L'appuntamento per la prossima assemblea è fissato per il 23 ottobre e continua lo stato di agitazione, il giorno dopo del primo incontro con l'azienda per il contratto integrativo.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/02/2019 - Mattia M5s:i 10 punti della svolta in distribuzioni alle famiglie

È in corso in tutti i comuni lucani la distribuzione di un pieghevole di quattro facciate e la presentazione nel corso di eventi pubblici, dei 10 punti principali del programma regionale del M5S.

La campagna di comunicazione del candidato presidente Antonio Mattia s...-->continua

20/02/2019 - Dissesto, Lezzi: da Regioni collaborazione per cooperazione rafforzata

“Oggi a Roma ho incontrato tutte le Regioni per avviare, insieme al Ministro Costa, una cooperazione rafforzata con la Commissione europea. Questo strumento è stato già efficacemente adottato per accelerare la spesa dei fondi strutturali europei e sono certa c...-->continua

20/02/2019 - Agricoltura sociale, coltivare valori e offrire servizi

Al lavoro per l’integrazione delle varie competenze al fine di creare percorsi virtuosi in Basilicata

L’articolazione della Legge regionale n. 53 "Disposizioni in materia di agricoltura sociale” è stata presentata presso la Coop. Sociale "Fratello Sol...-->continua

19/02/2019 - Consiglio regionale, riunione rinviata a mercoledì 27/2

La riunione del Consiglio regionale prevista per le ore 15,00 di oggi è stata rinviata a mercoledì 27 febbraio 2019, alle ore 10,00, e si svolgerà come sempre nell’aula Dinardo al piano terra del palazzo della Giunta regionale (Viale Verrastro n. 4 – Potenza)....-->continua

19/02/2019 - Po-Fse, a Potenza incontro su trattamento dati personali nel welfare

Il Workshop dal titolo “L’impatto del regolamento (GDPR) UE n.679/2016 sul trattamento dei dati nella gestione degli avvisi pubblici con valenza sociale del PO FSE Basilicata 2014/2020” si è tenuto oggi nella sala Inguscio della Regione


Il tratt...-->continua

19/02/2019 - ROSPI M5S.: Nuovi modelli di sviluppo sociale ed economico per costa ionica

Sabato prossimo 23 febbraio alle 10, nella Sala Consiliare del Comune di Policoro (Mt), il convegno “Nuovi modelli di sviluppo sociale ed economico per il rilancio della costa ionica lucana”. Sarà l’occasione per rimarcare che la Basilicata, negli ultimi due a...-->continua

19/02/2019 - Appalti, la Cisl propone un protocollo d'intesa alla Regione

La Cisl Basilicata lancia l'idea di un protocollo d'intesa con le stazioni appaltanti per la qualità e la tutela del lavoro negli appalti di lavori, servizi e forniture. La proposta sarà presentata venerdì 22 febbraio alle 9:30 nella sala Ugo Bianchi della Cis...-->continua







WEB TV
Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al saccheggio dell’ambiente naturale”.
All’indomani della frana che si è portata via mezzo quartiere nell’antico borgo di Pomarico e che, per fortuna, non ha causato vittime, ho recuperato un editoriale che la Gazzetta pubblicò quasi 33 anni fa, il 27 luglio del 1986. Ventiquattrore prima collina T...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo