HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

COVELLA (VenosaPensa): su “Masseria La Rocca" il M5S si gioca la faccia

22/09/2018

Dopo la sentenza del Consiglio di Stato che annulla i provvedimenti con cui la Regione Basilicata aveva bloccato l’iter autorizzativo del permesso di ricerca di idrocarburi denominato “Masseria La Rocca”, si apre una partita molto significativa per la politica lucana e nazionale.

Secondo i Giudici infatti la competenza a decidere è tutta del Governo centrale e non della Regione Basilicata. A questo punto il rischio di nuove trivellazioni a ridosso del capoluogo di Regione e di un’area di 13,5 chilometri quadrati si ripresenta e a scongiurarlo potrà essere direttamente il MISE che oggi è nelle mani del capo politico del M5S.

Se alle parole corrispondono i fatti possiamo stare tranquilli perché non vi sono dubbi che l’autorizzazione non arriverà mai. Ma dato che non è mai possibile essere sicuri, è meglio tenere alta la guardia e iniziare da subito a fare pressioni sul Ministro Di Maio e sul Governo Conte affinché si metta la parola fine non solo sul progetto “Masseria La Rocca”, ma anche su tutte le altre istanze ancora pendenti presso il MISE.

Un atto forte, di rottura con il passato e con i precedenti governi per dimostrare realmente di essere lontani dall’influenza delle lobby e di rappresentare realmente il governo del cambiamento.

Un atto di coraggio diretta conseguenza delle tante manifestazioni e dei tanti appelli lanciati contro lo Sblocca Italia, contro le perforazioni in terra e in mare, contro le compagnie petrolifere e contro l’inquinamento, in anni e anni di opposizione.

Per la Basilicata questo è un tema importantissimo e rispetto a questa questione il M5S si gioca la credibilità. Mi auguro pertanto che i parlamentari lucani pentastellati e il candidato Presidente alla Regione lanci un messaggio chiaro a Di Maio e pretenda una netta presa di posizione rispetto all’intera materia “petrolio lucano”.

“Masseria La Rocca” rappresenta solamente il primo banco di prova, perché non possiamo e non dobbiamo dimenticare che vi sono concessioni che arriveranno presto a scadenza e anche rispetto a queste sarebbe interessante conoscere il pensiero e la volontà di chi governa oggi il Paese.

In attesa di atti concreti da Roma, i cittadini lucani sono avvisati e invitati a mobilitarsi perché il rischio di nuove perforazioni è dietro l’angolo.





archivio

ALTRI

La Voce della Politica
15/12/2018 - Cosimo Latronico (Noi con l'Italia) scrive al ministro Bonisoli

“Torno a risollecitare una sua iniziativa perché si giunga senza altri rinvii alla stipula della convenzione tra MIBACT ed i Comuni che hanno presentato progetti per la valorizzazione del programma Magna Grecia a valere su un apposito fondo istituito con il decreto legge Mez...-->continua

14/12/2018 - Braia: economia circolare e green economy nel binomio agricoltura-industria

L’assessore regionale alle Politiche agricole è intervenuto oggi, a Matera, per un saluto agli studenti del “Briganti” dove si è tenuto un convegno su “Agricoltura e Industria”

“Abbiamo il compito di costruire il futuro per le nuove generazioni, dobb...-->continua

14/12/2018 - Psr: misura 7.2 energie rinnovabili, modifica e proroga bando al 15/02/2019

Il provvedimento, approvato su iniziativa dell’assessore della Basilicata alle Politiche agricole, Luca Braia permetterà a tutti i potenziali beneficiari della misura di aderire all’avviso

Modificato l’avviso pubblico relativo alla Misura 7 - Sottomi...-->continua

14/12/2018 - Psr: proroga presentazione domande bando Mis. 16.2 al 31/01/2019

Proroga al 31 gennaio 2019 per la presentazione delle domande di aiuto e dei progetti in risposta al Bando di selezione delle domande relative alla Misura 16 - Sottomisura 16.2 “Sostegno a progetti pilota e allo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e...-->continua

14/12/2018 - Patriciello su report ISTAT emigrazione

“Il Mezzogiorno d’Italia si sta letteralmente svuotando e il tutto sta avvenendo in un silenzio assordante. I dati purtroppo parlano chiaro: in 20 anni un milione e 174mila persone si sono spostate dal sud al centro nord. Un vero e proprio esodo biblico che no...-->continua

14/12/2018 - Solidarietà e sostegno al sindaco Gennaro Martoccia

Ferrandina Bene Comune esprime solidarietà e pieno sostegno al sindaco Gennaro Martoccia. La revoca dell’ex assessore al Bilancio Gaetano Recchia, alla luce dell’inqualificabile gesto di violenza di cui si è reso autore ai danni del primo cittadino, è un atto...-->continua

14/12/2018 - Gruppo consiliare ‘Risanamento e Rinascita’ di Pignola su doppie consulenze

Con due interrogazioni, il Gruppo consiliare ‘Risanamento e Rinascita’ ha portato all’attenzione del Sindaco due questioni sulla ‘buona amministrazione’.

La prima riguarda due consulenze a professionisti diversi per il medesimo incarico. Parliamo dell...-->continua






WEB TV
La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i particolari della casa dei miei genitori, per esempio. O ricordando la stanza che ho vissuto a Roma da universitaria. Ci pensavo mentre ascoltavo le parole dei cittadini di Genova che sono costretti a fare inumana sintesi di quegli oggetti. Limitando una vita intera nel tempo e nello spazio. Il tempo ...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo