HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Ospedale Villa d’Agri: Csail, oggi ultimo intervento di cataratta

11/07/2018

Quello che abbiamo denunciato, inascoltati, dal 23 giugno scorso, si è puntualmente verificato. Non sarà più presente presso l’ospedale di Villa D’Agri il servizio di oculistica a causa della mancata fornitura dei cristallini, pur richiesti più volte dall’oculista dr Mancino e mai forniti. Il risultato è che oggi 11/7/18 è stato l’ultimo giorno in cui sono stati eseguiti interventi di cataratta. Un reparto che secondo la statistica ospedaliera ha realizzato oltre 400 interventi l’anno viene smantellato in base non certamente a criteri equi. E’ evidente la volontà di centralizzare sul San Carlo anche questo servizio causando notevoli difficoltà ai pazienti candidati all ‘intervento di cataratta che, notoriamente, sono pazienti anziani che si dovranno recare presso altre strutture. Chi pensa che si rivolgeranno tutti al San Carlo sbaglia in quanto e’ più vicino e più comodo l’ospedale di Polla per cui si incrementerà la migrazione sanitaria verso la Campania e con essa aumenteranno i costi della Regione Basilicata che già oggi ammontano intorno ai 40 milioni di euro l’anno. Tutto questo tra l’indifferenza di sindaci ed amministratori mentre si conferma l’irresponsabile incompetenza dell’assessore Franconi che volutamente tiene in agonia questa struttura ospedaliera. Le difficoltà e di conseguenza i disagi per i cittadini purtroppo non si fermano al reparto di Oculistica, in quanto:
A) MEDICINA PNEUMOLOGIA :
5 medici sono andati via dall’ospedale di Villa d’Agri, restano solamente quattro medici;


C) ORTOPEDIA :
da tre mesi solo due medici per interventi e attività di reparto -

D) RADIOLOGIA :
dallo scorso mese di Marzo un solo medico

E) CUP -Centro Prenotazione ) :
lista di attesa oltre l’anno 2019 oppure nessuna data in calendario per tutte le attività
ambulatoriali -
INTRAMENIA (attività privata dei medici) : le visite e le prestazioni vengono
effettuate entro la stessa settimana di prenotazione
F) PIANTE ORGANICHE :
tutto il personale medico e paramedico sono insufficienti nei Reparti e nei Servizi -

G) PRESIDI :
mancano i presidi per l’assistenza agli utenti e materiale per l’igiene degli ambienti .

H) REPARTI :
manca carta igienica asciugamani , disinfettanti , addirittura manca il materiale di cancelleria per le prescrizioni e relazioni mediche sul risultato delle varie attività.

Una situazione ancora più intollerabile: alla Val d’Agri si sottraggono immense risorse dal petrolio che vengono dirottate in altri territori e persino per l’Ospedale San Carlo mentre agli abitanti vadagrini vene privato anche l’assistenza ospedaliera e i servizi minimi per curare i mali che le estrazioni petrolifere producono.



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
22/09/2018 - Atreju 2018, la Lucania presente negli incontri: politica, potere e Petrolio

È iniziata ieri la tre giorni di Atreju, la festa della destra italiana. Nata con l’intento di essere la fucina di idee della nuova generazione dell’alternativa alla sinistra, Atreju è da sempre l’occasione per riunire il centrodestra e parlare di programmi.

Non è m...-->continua

22/09/2018 - Il Parco Appennino Lucano risponde all’ennesimo attacco da parte di Legambiente

Continua il tentativo sistematico da parte di Legambiente di screditare l’operato del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano e dei suoi vertici. È ormai sotto gli occhi di tutti il fatto che l’associazione ambientalista ha come unico scopo in Basilicata la lott...-->continua

22/09/2018 - COVELLA (VenosaPensa): su “Masseria La Rocca" il M5S si gioca la faccia

Dopo la sentenza del Consiglio di Stato che annulla i provvedimenti con cui la Regione Basilicata aveva bloccato l’iter autorizzativo del permesso di ricerca di idrocarburi denominato “Masseria La Rocca”, si apre una partita molto significativa per la politica...-->continua

22/09/2018 - Leggieri M5s su nuovo pericolo FORSU a San Nicola di Melfi

Un nuovo impianto per il trattamento della frazione organica di rifiuti solidi urbani potrebbe essere realizzato nella zona industriale di San Nicola di Melfi.

Come ho denunciato più volte in questi anni, l'area del Vulture e l'intera Basilicata hanno...-->continua

22/09/2018 - Castelluccio:su annuncio Salvini stazione carabinieri Scanzano

L’auspicio è che l’annuncio del Ministro Salvini di dotare Scanzano Jonico, finalmente, della stazione dei carabinieri, non faccia la fine di quello del precedente viceministro all’Interno Bubbico dei Governi Renzi-Gentiloni. E’ il commento del consigliere reg...-->continua

22/09/2018 - Braia: #GustoBasilicata da Terra Madre il buon cibo verso Matera 2019

“Cibo, turismo e salute sono le direttrici dell’agroalimentare del futuro. Sarà proprio la Capitale Europea della cultura 2019 ospitata a Matera il luogo prioritario dove veicolare i messaggi forti che abbiamo voluto far partire proprio dalla riflessione sulla...-->continua

22/09/2018 - Fame di DIRITTI, DEMOCRAZIA, CONOSCENZA, DIBATTITO, STATO DI DIRITTO, GIUSTIZIA.

Di Maurizio Bolognetti, segretario di Radicali Lucani (in sciopero della fame dalle ore 23.59 dell’11 settembre)

Dialogo, questo è la nonviolenza (non staccato). Io non minaccio "estreme conseguenze", non ricatto, provo solo a dar corpo alla mia fame ...-->continua






WEB TV
L'eredità di Angela
di Mariapaola Vergallito

Angela Ferrara viveva in un paese, Cersosimo, che siamo abituati a raccontare soltanto spulciando le colonnine infinite dei dati sullo spopolamento. Un paese incastonato tra le montagne del Pollino, in una valle bellissima; uno di quei borghi che non vedi da lontano, ma solo quando esci dalla statale per aggrapparti nei tornanti che collegano l’entroterra lucano a quello calabrese. Negli anni saranno stati tanti i giovani che hanno guardato questo paese con un presentimento di sconfitta. Angela Ferrara no. Lo dimostrava con i fatti, non con le parole. Anche se le parole erano compagne preziose. Quelle con le quali Angela amava giocare per raccontare il mondo attraverso la bellezza della poesia e attraverso i suoi racconti. Quelle che, in queste ore, ...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo