HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Potere al Popolo Potenza su manifestazione antifascista del 1 luglio 2018

11/07/2018

Potere al Popolo Potenza valuta come molto positiva la mobilitazione antifascista che Domenica 1 luglio, nel centro storico potentino, ha visto molti cittadini scendere in piazza, unitamente a forze politiche, sindacati ed associazioni, per contrastare la presenza del movimento neofascista Forza Nuova, radunatosi al Teatro Stabile di Potenza.

Nonostante le poche ore di preavviso, si è dato un segnale adeguato in reazione alla presenza di tristi figuri, da sempre, al di là dei proclami, al servizio del sistema dominante attraverso la propagazione di messaggi incentrati sulla paura e sulla creazione di divisioni tra gli sfruttati (messaggi di odio basati sull'esistenza di barriere di carattere etnico o nazionale). Forza Nuova può anche essere ritenuta una realtà insignificante, ma la sua legittimazione, in un clima sociale che sempre più negli ultimi tempi viene indirizzato verso l'odio per il diverso, può rappresentare un grande pericolo. Questo rischio è tanto più significativo se pensiamo al fascino che, a volte, formazioni politiche di questo tipo possono avere sui più giovani, che si trovano a convivere giornalmente col deserto della precarietà e con l'incertezza per il proprio futuro. Per questo ci è sembrata inaccettabile la concessione, da parte delle autorità comunali di Potenza, di un luogo come il Teatro Stabile, che invece è un simbolo di cultura e condivisione (valori che nulla hanno a che vedere con le idee da essi propagandate).
Questa amministrazione comunale, sempre più caratterizzata da un trasformismo e da una trasversalità imbarazzante, che tiene assieme un certo fascismo in doppio petto e uno strisciante "pittellismo"; con una pratica dorotea che sembra rispondere al "franza o spagna basta che se magna" e che si appoggia in consiglio comunale anche sui solerti voti di consiglieri dichiaratisi di "sinistra", nasconde il proprio operato dietro regolamenti che non si possono infrangere o burocratiche prese d'atto di disposizioni ministeriali.
Noi di Potere al Popolo, invece, crediamo che in certe occasioni la Politica debba avere la forza di prendere decisioni che vanno oltre regolamenti o disposizioni di carattere generale, soprattutto quando sono in gioco i valori sanciti dalla Costituzione Antifascista. Al giudizio sull'operato dell'amministrazione aggiungiamo delle considerazioni rivolte a quei consiglieri comunali di "sinistra" che tengono in piedi la giunta De Luca. Pensano sia il caso che la città di Potenza adotti una regolamentazione che inibisca a formazioni dichiaratamente fasciste e antidemocratiche l'utilizzo di spazi e strutture comunali e si vogliono adoperare in tal senso? Pensano, inoltre, che probabilmente è arrivato il momento di dichiarare finita, da parte di rappresentanti istituzionali che si dichiarano di sinistra, un’esperienza come quella dell'attuale giunta comunale, abbandonando, così, una deleteria pratica politicista e iperistituzionalista in modo da recuperare una sintonia con un popolo rappresentato da chi il 1 luglio ha manifestato a Potenza?
Come Potere al Popolo continueremo ad operare per contrastare i vari tipi di fascismo, assieme ai singoli cittadini e alle organizzazioni che vogliono lottare con noi su questo terreno!


Potere al Popolo Potenza



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
23/07/2018 - Bolognetti(Radicali):giovedì sit-in fuori al Consiglio regionale

Vorrei ricordare agli illustri rappresentati del Consiglio regionale che in base al Codice di Buona Condotta in Materia Elettorale non è possibile modificare le leggi elettorali a meno di un anno dal voto.
Agli esponenti di destra, di centro, di sinistra e pentastellati...-->continua

23/07/2018 - Reddito minimo inserimento: 570 lavoratori tirano sospiro sollievo

Cifarelli: “Si concretizza il percorso intrapreso dalla Regione Basilicata e condiviso con le parti sociali che vede inserite nel Consorzio di bonifica tante persone licenziate e fuori dalla platea della mobilità in deroga”

Per 570 persone, grazie al...-->continua

23/07/2018 - Marchionne, Spera (Ugl): “Un capitano che ha saputo gestire la squadra”

“Ringrazio il Dott. Sergio Marchionne per il prezioso contributo dato poiché ha permesso alla Fca di crescere e diventare un’importante realtà mondiale. Un Capitano che ha saputo gestire la squadra, un manager che non stava mai fermo, per il quale vincere non ...-->continua

23/07/2018 - G.Rosa su altra convenzione con il Fomez PA

Con la Deliberazione di Giunta n. 604 del 03/07/2018 è stata affidata a Formez PA “l’azione di accompagnamento ed attuazione Programmi speciali Val d’Agri Senisese”, con relativa convezione, da cui si evince che il programma, al costo di € 165.000,00, avrà una...-->continua

22/07/2018 - Matera, Giordano (Ugl) su pauroso incendio che devasta azienda Raro

“Come Ugl siamo vicini all'azienda e per quello che possiamo, auguriamo nel riprendere al più presto la produzione mettendo in sicurezza i circa 30 posti di lavoro. Un vero inferno di fuoco quello che a Matera è avvenuto dove nel grosso incendio che ha provoc...-->continua

22/07/2018 - G.Rosa:la sanità lucana al servizio del “sistema”?

Siamo stupiti del fatto che le recenti indagini, che hanno scoperto il marciume nella sanità lucana, colpendo per lo più le strutture di Matera e Rionero, abbiano lasciato stranamente indenne Potenza e il San Carlo. Dunque, delle due l'una: o il San Carlo è un...-->continua

22/07/2018 -  Fratelli d'Italia incontra i cittadini del senisese !

Fratelli d'Italia incontrerà i cittadini del senisese martedì 24 luglio, presso la piazzetta di c.so V. Emanuele di Senise, con inizio alle ore 19,30.
Sarà l'occasione per fare il punto sulle maggiori tematiche della zona, ma anche il momento delle propo...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo