HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

Potere al Popolo Potenza su manifestazione antifascista del 1 luglio 2018

11/07/2018

Potere al Popolo Potenza valuta come molto positiva la mobilitazione antifascista che Domenica 1 luglio, nel centro storico potentino, ha visto molti cittadini scendere in piazza, unitamente a forze politiche, sindacati ed associazioni, per contrastare la presenza del movimento neofascista Forza Nuova, radunatosi al Teatro Stabile di Potenza.

Nonostante le poche ore di preavviso, si è dato un segnale adeguato in reazione alla presenza di tristi figuri, da sempre, al di là dei proclami, al servizio del sistema dominante attraverso la propagazione di messaggi incentrati sulla paura e sulla creazione di divisioni tra gli sfruttati (messaggi di odio basati sull'esistenza di barriere di carattere etnico o nazionale). Forza Nuova può anche essere ritenuta una realtà insignificante, ma la sua legittimazione, in un clima sociale che sempre più negli ultimi tempi viene indirizzato verso l'odio per il diverso, può rappresentare un grande pericolo. Questo rischio è tanto più significativo se pensiamo al fascino che, a volte, formazioni politiche di questo tipo possono avere sui più giovani, che si trovano a convivere giornalmente col deserto della precarietà e con l'incertezza per il proprio futuro. Per questo ci è sembrata inaccettabile la concessione, da parte delle autorità comunali di Potenza, di un luogo come il Teatro Stabile, che invece è un simbolo di cultura e condivisione (valori che nulla hanno a che vedere con le idee da essi propagandate).
Questa amministrazione comunale, sempre più caratterizzata da un trasformismo e da una trasversalità imbarazzante, che tiene assieme un certo fascismo in doppio petto e uno strisciante "pittellismo"; con una pratica dorotea che sembra rispondere al "franza o spagna basta che se magna" e che si appoggia in consiglio comunale anche sui solerti voti di consiglieri dichiaratisi di "sinistra", nasconde il proprio operato dietro regolamenti che non si possono infrangere o burocratiche prese d'atto di disposizioni ministeriali.
Noi di Potere al Popolo, invece, crediamo che in certe occasioni la Politica debba avere la forza di prendere decisioni che vanno oltre regolamenti o disposizioni di carattere generale, soprattutto quando sono in gioco i valori sanciti dalla Costituzione Antifascista. Al giudizio sull'operato dell'amministrazione aggiungiamo delle considerazioni rivolte a quei consiglieri comunali di "sinistra" che tengono in piedi la giunta De Luca. Pensano sia il caso che la città di Potenza adotti una regolamentazione che inibisca a formazioni dichiaratamente fasciste e antidemocratiche l'utilizzo di spazi e strutture comunali e si vogliono adoperare in tal senso? Pensano, inoltre, che probabilmente è arrivato il momento di dichiarare finita, da parte di rappresentanti istituzionali che si dichiarano di sinistra, un’esperienza come quella dell'attuale giunta comunale, abbandonando, così, una deleteria pratica politicista e iperistituzionalista in modo da recuperare una sintonia con un popolo rappresentato da chi il 1 luglio ha manifestato a Potenza?
Come Potere al Popolo continueremo ad operare per contrastare i vari tipi di fascismo, assieme ai singoli cittadini e alle organizzazioni che vogliono lottare con noi su questo terreno!


Potere al Popolo Potenza



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/09/2018 - Gabbie da zoo in nome della Sicurezza

Siamo sconcertati dai lavori in corso intorno allo Stadio Viviani di Potenza.

Al montaggio di recinzioni e cancellate in ferro, nello spazio antistante lo Stadio Viviani di Potenza, durante il mese di agosto, ha fatto seguito in questi giorni l’istallazione di una d...-->continua

20/09/2018 - Atella, edilizia residenziale: consegnati quattordici alloggi

Castelgrande: “La Regione Basilicata ha messo a disposizione dei Comuni ad alta densità abitativa un bando per consentire il recupero del patrimonio immobiliare destinato alle famiglie monoparentali o ai giovani che si trovano in situazioni di disagio”
-->continua

20/09/2018 - Scanzano, Giordano (Ugl):'Ripoli non faccia lo sciopero della fame'

“L’Ugl ha sempre sostenuto che gli episodi di Scanzano Ionico e di tutta la fascia ionica turbano la quiete pubblica. Vanno bene i sentimenti di non far sentire i cittadini soli, ben vengano l’attenzione diretta, forme di collaborazione con le forze dell’ordin...-->continua

20/09/2018 - Elezioni rsu: la UILFPL cresce sempre di piu’

Straordinaria affermazione della UILFPL nelle elezioni per il rinnovo delle R.S.U. all’ASP di Potenza. La lista della UIL conquista il 39.26% crescendo di ben 8 punti rispetto alle precedenti elezioni. Si conferma anche in quest’ultima competizione - ha dichia...-->continua

20/09/2018 - M5S Potenza. Iniziativa ‘Alberi per il futuro’

In qualità di consigliere comunale di Potenza del Movimento 5 Stelle evidenzio che anche quest'anno avrà luogo in tutta Italia l'iniziativa nazionale "Alberi per il Futuro" che ha come obiettivo quello di mettere a dimora alberi nelle zone urbane per combatter...-->continua

20/09/2018 - M5S.Sulle ZES si naviga a vista con la maggioranza ancora in alto mare

Credevate di sapere tutto sulle Zone Economiche Speciali (ZES), ma purtroppo dovete ricredervi!

Qualche settimana fa, in occasione della visita del Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, l’Assessore all’Agricoltura, Luca Braia, chiedeva al governo di vel...-->continua

20/09/2018 - M5s Pisticci su abuso edilizio Marina di Pisticci

Parafrasando un articolo uscito qualche tempo fa per mano di un partito più morto che vivo e di cui non è il caso neanche di ricordare il nome (si sa che i morti non vanno disturbati), oggi possiamo urlare a gran voce che l’enorme colata di fango gettata da qu...-->continua






WEB TV
L'eredità di Angela
di Mariapaola Vergallito

Angela Ferrara viveva in un paese, Cersosimo, che siamo abituati a raccontare soltanto spulciando le colonnine infinite dei dati sullo spopolamento. Un paese incastonato tra le montagne del Pollino, in una valle bellissima; uno di quei borghi che non vedi da lontano, ma solo quando esci dalla statale per aggrapparti nei tornanti che collegano l’entroterra lucano a quello calabrese. Negli anni saranno stati tanti i giovani che hanno guardato questo paese con un presentimento di sconfitta. Angela Ferrara no. Lo dimostrava con i fatti, non con le parole. Anche se le parole erano compagne preziose. Quelle con le quali Angela amava giocare per raccontare il mondo attraverso la bellezza della poesia e attraverso i suoi racconti. Quelle che, in queste ore, ...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo