HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

La voce della Politica

‘La Provincia di Potenza non dimentichi la periferia dell'impero’

22/06/2018

E' la storia di sempre che si ripete. Più lontani si è dal sole e meno ci si conta. E la Provincia di Potenza e suoi comuni di competenza non sfuggono a questa ferrea legge del "sole che scalda chi è più vicino".
Se poi mettiamo che Terranova del Pollino è il borgo più lontano a livello di distanza stradale, e non solo, dal capoluogo di provincia e di regione, tutto fila alla perfezione.
Solamente che questa storia e questo andazzo di palese ingiustizia deve pur finire. Che è di fine impero del centrosinistra lucano. Fine ingloriosa di un sistema pervicace di clientelismo e rettosi sul ricatto, piccolo grande.
Casi di incompiute nella nostra regione se ne potrebbero scrivere libri su libri. Da formare una robusta biblioteca, a futura memoria di come non si dovrebbe governare la cosa pubblica.
Terranova del Pollino da decenni subisce danni da parte degli enti pubblici, regione e provincia e ente parco nazionale.
Situato in una splendida cornice paesaggistica tra le più belle d'Italia, e non solo, non riceve la dovuta e meritata considerazione, rispetto e solidarietà.
Altre regioni e altre nazioni ne avrebbero fatto i l proprio fiore all'occhiello.
Qui nella nostra martoriata quanto bellissima terra, si fa di tutto per spopolarla.
Si consumano litri di inchiostro per spiegare come arginare il grave fenomeno dello spopolamento.
Professoroni pagati lautamente e inconcludenti, e politici da strapazzo fanno a gara a trovare ricette e soluzioni al fenomeno che poi falliscono miseramente.
Quando invece ricette e soluzioni sono molto più facili da applicare.
Senza ricorso a improbabili geni della sociologia o della economia o della politica nostrana.
Ricette e soluzioni che passano da cose semplici ed immediate.
Come per esempio completare con urgenza i pochi chilometri di strada per collegare il nostro borgo ad altri due della confinante regione Calabria: San Lorenzo Bellizzi e Alessandria del Carretto.
Strade iniziate nella loro esecuzione e non ultimate per sole poche decine di migliaia di euro.
Da anni viene richiesto tale completamento.
E' proprio impossibile recuperare tali somme non eccessive? Difficile reperirle da un bilancio regionale o provinciale o di Parco, stornare da altri capitoli di spesa somme modeste e risolvere così un annoso problema ?
Completamento che significherebbe maggiori scambi commerciali, turistici, amicali, fatti di tradizioni e costumi tra realtà omogenee, a beneficio delle attività del posto e della popolazione tutta.
Per fare rete tra comuni viciniori, ecco la soluzione del problema, e facendo rete tra essi i comuni non si sentirebbero più soli e abbandonati.
Le coppie risiederebbero, acquisterebbero case in loco e farebbero figli, e questi continuerebbero a restare nella propria terra, e pure i figli dei loro figli non abbandonerebbero mai più posti cosi meravigliosi.
In una catena umana e familiare indissolubile e all'infinito.
Altro che miseri tentativi di inserimento di altre progenie, a noi sconosciute ad animare vicoli e viuzze.
E ancora, nemmeno sulla strada provinciale, che dalla Sarmentana porta al paese, vengono eseguiti i lavori necessari come quelli della sistemazione della sede stradale, che in più punti è franata, e ferma così da anni.
Dove non si effettua il taglio dell'erba ai lati delle carreggiate, con pericolo costante e serio per gli automobilisti.
Ove, manca la segnaletica verticale e orizzontale e le cunette sono opere da extraterrestri.
C'è proprio bisogno che un partito ritorni più volte su queste tematiche di interesse pubblico?
Che solleciti opere a tutti note, di cui si parla da anni, ma senza che si concretizzi nulla?
Noi riteniamo di no. Che non bisogna ritornare più volte su uno stesso problema.
Però siamo in Lucania, e, con questa classe dirigente incapace e rissosa al suo tramonto, saremo sempre vigili e noiosi fino alla fine.
Fino alla soluzione dei problemi che interessano le nostre popolazioni.
Sempre e comunque dalla loro parte e al loro fianco.



Fratelli d'Italia
Sezione di Terranova del Pollino



archivio

ALTRI

La Voce della Politica
20/07/2018 - Basilicata.Coldiretti: la bandiera del gusto per 114 prodotti

Con 114 prodotti la Basilicata si piazza al diciassettesimo posto nella classifica delle "bandiere del gusto" di Coldiretti, assegnate alle specialità censite dalle regioni che sono ottenute sul territorio nazionale secondo regole tradizionali protratte per almeno 25 anni....-->continua

20/07/2018 - Sanità, Ugl Matera: “Continueremo ad abbaiare alla luna”

“La sanità lucana risulta fanalino di coda tra le Regioni italiane, come evidenziato da un Rapporto de la Repubblica in riferimento ai tempi di risposta alle chiamate del 118. Questo dato negativo si aggiunge ai lunghi tempi di attesa per l’erogazione delle pr...-->continua

20/07/2018 - Rocco Tauro -FdI.Consorzio di Bonifica: Governo regionale imbranato!

"Annus horribilis" questo anno 2018 per il governo regionale.
Dopo il ritardo nella approvazione del bilancio di previsione corrente, dopo il terremoto giudiziario, ancora nel suo momento più vivo, e tante altre disavventure, altra mazzata micidiale per lo...-->continua

19/07/2018 - Fca, Spera (Ugl): “Importante accordo per Pomigliano d’Arco e Nola”

“Oggi, presso il ministero del Lavoro, è stato raggiunto un importante accordo per la proroga degli ammortizzatori sociali di ulteriori 12 mesi per gli stabilimenti FCA di Pomigliano D’Arco e Nola”.
Lo afferma il Segretario Generale Ugl Metalmeccanici, An...-->continua

19/07/2018 - Sequestro eliambulanze: riunione operativa presieduta da Franconi

La vice presidente e assessore alle Politiche della Persona della Regione Basilicata, Flavia Franconi, ha presieduto questo pomeriggio a Potenza una riunione operativa convocata d’urgenza a seguito del sequestro preventivo disposto dalla Procura della Repubbli...-->continua

19/07/2018 - L’Abbate (M5S) su direttiva UE pratiche commerciali sleali

Audizione del vicepresidente della Commissione Agricoltura Ue De Castro alla Camera dei Deputati. L’Abbate (M5S): direttiva che va nella giusta direzione di difesa della parte debole della filiera alimentare, gli agricoltori

Si è tenuta nelle commissi...-->continua

19/07/2018 - Valvano (Melfi)-inceneritore Rendina ex Fnice: forse siamo di fronte a una svolt

“Finalmente una buona notizia sull’inceneritore di Melfi. Dopo numerosi scontri, contenziosi, denunce e richieste di sequestro che Io stesso ho presentato all’autorità giudiziaria (l’ultima segnalazione risale al 04/05/2018), il provvedimento di sequestro disp...-->continua






WEB TV
Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal suo corso naturale, immette un bottino idrico di 80 milioni di metri cubi in più all’anno nel grande invaso di Montecotugno. Serve a completare lo schema idrico del Sinni, per un progetto cominciato negli anni Settanta, quando la Democrazia Cristiana e il Partito Comunista erano i due grandi partit...-->continua




Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo